Ma se domani... > Libri > Recensioni > Recensione “Crimini”, antologia del giallo italiano

Recensione “Crimini”, antologia del giallo italiano

Immagine di Crimini italiani

Comincio a domandarmi se ci siano antologie di racconti gialli edite recentemente che non siano finite tra i mie scaffali. In questo caso, acquisto molto azzeccato, decisamente.

Qualità media altissima, in una raccolta che esplora tendenze e proposte della scuola italiana affidandosi alle nostre punte di diamante; per gli amanti del genere, imperdibili i pezzi di Lucarelli, Carlotto, De Cataldo e Carofiglio, ma godibilissimi anche tutti gli altri, senza timore.

La frase:
(pg. 178, Giorgio Faletti, “Per conto terzi”)

“Tutti sono talmente preoccupati che nessuno tocchi Caino, da dimenticare una cosa importante”

Un’altra pausa. Fredda come una lapide.

“La giustizia per Abele”

[five-star-rating]

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi