///Recensione film “Terminator Salvation”

Recensione film “Terminator Salvation”

By |2011-04-15T14:40:10+00:00giugno 7, 2009|Cinema, Recensioni Film|

A me queste recensioni “anonime” (ma solo per voi che leggete) fanno proprio impazzire, e sono orgoglioso di ospitarle nella mia casetta virtuale

Alf76

Che dire? Semplicemente quello che mi aspettavo e dato che faccio parte del pubblico della vecchia guardia, ma NON degli invasati, direi che è un successo.

Procediamo con ordine:
Action movie con costante ritmo (gli americani sono maestri), fotografia fredda (e ci può stare posto l’argomento), quantitativo di bossoli meravigliosamente sconfinato e nuova stella antagonista/spalla del protagonista che in diversi vis-a-vis ha tenuto testa anzi superato C. Bale.

Apprezzati i tributi (equilibrati) al personaggio di Sarah Connor e ad Arnold Schwarzenegger. La consapevolezza che non vi fossero i volti storici direi che ha suscitato curiosità mista a timore: ce la faranno a superare la prova? Non dimentichiamo infatti, che T3 è stato un flop! Ho il dubbio che per tale motivo abbiano affidato la regia a MCG che arrivando dai video musicali ed essendo poliedrico ha assicurato per lo meno un buon ritmo.

Titubanza sulla scelta di far finire male un personaggio, ma il finale aperto (peraltro è di dominio pubblico la volontà di sviluppare una trilogia) e l’argomento mi danno speranza che gli autori si ravvedano (appunto gli autori, mi vien voglia di ricordare loro che la gente va al cinema per ESSERE STUPITA – con quel che costa…). Insomma non si poteva proporre qualcosa di meno inutile, scontato, mieloso?

Ultima nota sulle recensioni “estreme” che ho letto ex post: no no no, andate a rileggere i giornali dell’epoca e facciamo meno gli stronzetti.

Ennio Flaiano amava ricordare che “Il cinema è l’unica forma d’arte nella quale le opere si muovono e lo spettatore rimane immobile.”, ed è Vissia ad accompagnarci con passione e sensibilità nelle mille sfaccettature di un’arte in movimento. Ma non solo. Una guida tout court, competente e preparata, amante della bellezza, che scrive con il cuore e trasforma le emozioni in parole. Dal cinema alla pittura, con un occhio vigile per il teatro e la letteratura, V. ci costringe, piacevolmente, a correre per ammirare un’ottima pellicola o una mostra imperdibile, uno spettacolo brillante o un buon libro. Lasciarsi trasportare nelle sue recensioni è davvero facile, perdersi una proiezione da lei consigliata dovrebbe essere proibito dal codice penale. Se qualcuno le chiede: ma tu da che parte stai? La sua risposta è una sola: “io sto con Spok, adoro l’Enterprise e sono fan di Star Trek”

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi