Ma se domani... > Fotografia > E Flickr bocciò Cartier-Bresson

E Flickr bocciò Cartier-Bresson

Ecco. Io sono qui sotto i vostri occhi, e guardo le vostre pupille che si muovono da sinistra verso destra, e dall’alto verso il basso. Siete buffi, visti da qui.

Adesso metto su una foto, eh. Un bellissimo bianco e nero. Siete pronti? Si, siete pronti, perchè vedo che le pupille stanno già scattando verso il basso. Eccola.

Ecco, da qui ho già visto un paio di voi annuire entusiasticamente. E tu, proprio tu, hai sillabato con le labbra a bassa voce “Cartier-Bresson”. Brava, è proprio un bianco e nero di HCB, scattato nel 1932 a Hyeres, gradevole cittadina balneare francese nota per le settemila (7.000!) palme dei suoi giardini.

Ora, se questo fosse un post normale, dovrei raccontarvi la storia di questa fotografia. E invece la lascio sedimentare ancora un po’ nei vostri occhi, e vi narro la storia di un geniaccio che ha avuto una brillante idea.

(bella l’espressione di attesa che state facendo, sapete?)

Il geniaccio di cui sopra si chiama Andrè ed è un nostro contemporaneo: le cronache lo ritraggono come un giovane appassionato di fotografia un po’ piccato con un gruppo Flickr a cui partecipa. (per te che hai l’espressione interrogativa sotto i riccioli biondi: Flickr è il più frequentato sito di condivisione di fotografie, e gli utenti amano associarsi per interessi, vicinanza geografica, etc)

Bene, il gruppo in questione funziona più o meno così: uno pubblica una sua fotografia, e gli altri utenti commentano se “salvarla” o “cancellarla”, spiegando le loro motivazioni. Capirete che può trattarsi di un duro colpo per la propria autostima di fotoamatori…

Ecco, il sospetto è che ad Andrè abbiano cancellato qualche immagine di troppo, e di qui la sottile vendetta: ci pensa un po’, e poi carica la foto di Bresson, quella che avete ammirato prima.

E indovinate un po’? La comunità la boccia!!!

Non mi resta che regalarvi una passeggiata esilarante fra i commenti di chi ha bocciato l’immagine, che trovate qui. Buon divertimento!

Related posts

Comment(1)

  • Elisa
    03/09/2012 at 21:20

    Che grandissimi ignorantoni!!! Sarebbe utile che imparassero ad amare la fotografia studiandone le origini e chi ne ha fatto la storia prima di cimentarsi con “anima e corpo” nella propria di carriera fotografica… Sono in lutto! Povero Bresson!

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi