/, Libri, Recensioni/Recensione “libro” Ricca seduzione di Lucas Jennie

Recensione “libro” Ricca seduzione di Lucas Jennie

By |2016-02-29T23:57:25+00:00febbraio 7, 2011|Lettura, Libri, Recensioni|

 

“ed eccoci qui” ho pensato quando, dopo aver stracciato gli zebedei a tutti affinché si producessero in post di tema sdolcinato, vivevo il mio contrappasso sanvalentinesco afferrando “Ricca seduzione”. Un Harmony. Ripeto, un Harmony.

E mi sarei aspettato baci sullo sfondo di tramonti cinematografici, profumo di fiori selvatici, occhi da cerbiatta e ciglia sbattute in ritmica sintonia con il cuore.

E invece Lia, giovane e avvenente protagonista, vedova da due settimane, impiega una trentina di pagine per slinguazzare agevolmente uno sconosciuto, altre 17 circa per accoppiarsi all’aria aperta con lo stesso anonimo miliardario, e una dozzina di facciate dopo viene esplorata oralmente in un ripostiglio… Il tutto condito da una meravigliosa serie di sottili metafore, fra le quali mi piace citare il “nucleo umido di piacere” di lei e la “virilità eretta” di lui.

In una trama quasi commuovente nella sua inconsistenza, si muovono personaggi assoluti: lui (Roarck, nome onomatopeicamente simile ad un rutto fragoroso) assolutamente ricco, sexy, spietato nella sua determinatezza, e lei (la succitata ed eccitata Lia) sfigata in maniera totale e pronta a dimenticare in tre capoversi una storia di affronti e tragedie familiari. Intravedo lo schema: lei non lo vuole – lui la vuole – trombano – lei si innamora – lui no – ritrombano – alla fine si amano e vivono felici e contenti. Presumibilmente trombando.

Dici Alfonso e pensi alla sua amata Triestina, alla sua biblioteca (rigorosamente ordinata per case editrici) che cresce a vista d’occhio, alla Moleskine rossa sempre in mano e alla adorata Nikon con la quale cattura scorci di quotidianità, possibilmente tenendo il corpo macchina in bizzarre posizioni, che vengono premiati ma non pensiate di venirlo a sapere. Se non vi risponde al telefono probabilmente ha avuto uno dei tanti imprevisti che riuscirà a tramutare in un esilarante racconto di “Viva la sfiga!”. Perché lui ha ironia da vendere ed un vocabolario che va controcorrente in questo mondo dominato dagli sms e dagli acronimi indecifrabili. Decisamente il più polivalente di tutti noi dato che è… il nostro (e non solo) Blogger senior che con il suo alfonso76.com ha fatto entrare la blog-o-sfera nella nostra quotidianità.

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi