Ma se domani... > Cinema > Recensioni > Videonoleggio da paura: il film Devil

Videonoleggio da paura: il film Devil

Sino a quando c’è legna da ardere, noi perseveriamo a proporvi il nostro inizio settimana orripilante : - ), perché siamo tradizionalisti, perché ci piace un sacco, perché se ci son negozi dedicati al genere vuol dire che la fuori qualcuno è per lo meno curioso. Questa settimana vi parliamo di un B movie che non credo sia stato concepito in quanto tale: per il budget (che sarà basso, ma proprio da fame non è!) e per i nomi altisonanti che hanno partecipato a sceneggiatura e produzione. Tutto è nelle mani della casa di produzione fondata dall’osannato Re della psico-suspense che, personalmente, credo sia sopravvalutato e goda di luce riflessa per aver creato UN buon film durante i primi anni di attività, M. Night Shyamalan. La pellicola sotto i (nostri) riflettori è lo pseudo horror-demoniaco DEVIL.
Ambientazione claustrofobica (un ascensore), personaggi dai volti anonimi (cinque persone della porta accanto) e, ovviamente, nell’aria l’idea che vi sia un intruso moooolto particolare: il Diavolo. Quando il lift si bloccherà, la tensione crescerà sia all’intero che all’esterno (grazie alla narrazione di una antica leggenda) dove prenderà sempre più forma l’idea di una oscura presenza e… lascio continuare l’esperto, il nostro A.
V.

La neonata casa di produzione di Shyamalan, denominata “Night Chronicles”, si pone come scopo quello di creare film thriller/horror a basso costo basati su drammi psicologici cavalcando l’onda del terrore per il metafisico. Così qui abbiamo una pellicola che rinuncia allo stile tipico del regista, considerato poco “digeribile”, e che regala la possibilità  di farsi la gavetta a nuovi adepti.

Il materiale è buono, ma la resa non manca di imperfezioni. Prima fra tutte la durata: va bene voler fare un film “veloce e diretto” ma i 75 minuti totali non concedono la possibilità di creare la giusta tensione narrativa, soprattutto in una situazione tipica come quella in cui delle persone sono bloccate in ascensore! Ancora, alcuni stereotipi sulle presenze demoniache e su come si manifestano sono un must, ma quando diventano troppi, rendono la vicenda priva di originalità. E vogliamo parlare dei dialoghi troppo spesso banali? No dai, meglio andare oltre ed ammettere che alcune idee siano comunque originali (le immagini aeree viste sotto/sopra che  sono un chiaro riferimento al demonio) così come che gli effetti speciali molto ridotti, la fotografia oscura e una colonna sonora silenziosa rendono bene il senso claustrofobico della vicenda. Fondamentali in questo genere di film sono un buon finale ed una tematica morale-esistenziale che rimangano impressi; e in ciò quella mente geniale (e controversa) di Shyamalan, non si è mai sbagliata.

In definitiva, opera che risulta come un viaggio in ascensore: vorresti arrivare alla tua destinazione con i migliori propositi ma, improvvisamente, tutto si blocca e sei costretto a rivedere le tue priorità ed aspettative.

A.

Related posts

Comment(1)

  • Dicevano di noi...
    04/06/2011 at 20:23

    # 1
    Peccato che io sia un po’ “fifona” perchè da come avete recensito questo film mi intrigherebbe proprio vederlo…magari mi faccio coraggio e lo noleggio..vi farò sapere per ora grazie!!!
    Di silvia (inviato il 06/04/2011 @ 20:23:07)

    # 2
    Silvia, stai serena non è pellicola ad uso e consumo esclusivo degli impavidi. Magari adesso che le giornate son più lunghe, sfrutta … la luce 😉 E poi facci assolutamente sapere :)))
    Di V. (inviato il 06/04/2011 @ 21:38:01)

    # 3
    vai silvia!! fatti forza e guardati questo film e magari scopri un genere che, di solito, non sarebbe tuo.
    Di a. (inviato il 06/04/2011 @ 21:41:01)

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi