Ma se domani... > Libri > Classifica della settimana > La classifica dei libri più venduti ottobre 2011

La classifica dei libri più venduti ottobre 2011

Dopo un’ultima settimana di settembre all’insegna della mobilità, anche il mese di ottobre si apre all’insegna delle novità, che questa volta investono direttamente la testa della classifica. Scopriamo insieme come!

Dalla decima alla sesta posizione. Apre la classifica il sempiterno romanzo della Diffenbaugh intitolato “Il linguaggio segreto dei fiori”, ultimo baluardo delle classifiche estive che ancora resiste in Top Ten. Lo anticipano di poco la Serrano, nona con “Dieci Donne” (e il giochino di parole è assicurato…) e Donato Carrisi, che con “Il tribunale delle anime” non sta per il momento doppiando l’incredibile successo de “Il suggeritore”. Chiudono la cinquina Stella&Rizzo, inossidabile accoppiata che torna a colpire gli sprechi della Casta con “Licenziare i padreterni”, e “Giudici” di Lucarelli – De Cataldo – Camilleri, di cui abbiamo già raccontato

il-tribunale-delle-anime-carrisi

Nelle due posizioni che precedono il podio troviamo toni thrilleristici in ambientazioni e colori completamente differenti: sbarca infatti direttamente al quinto posto “Lo scalpellino”, ultimo romanzo della giovane autrice svedese Camilla Lackberg che ha saputo capitalizzare il successo planetario di alcuni autori nordici di genere, primo fra tutti Stieg Larsson. A precederla Marcello Simoni e il suo “Il mercante dei libri maledetti”: plot medievale, ambientazione profondamente libresca e prezzo (ottima iniziativa!) popolare per un romanzo che sta dividendo i lettori fra critici e assolutamente entusiasti.

il-mercante-dei-libri-maledetti
Al terzo posto, abbandona finalmente il gradino più alto del podio Melissa Hill con il suo “Un regalo da Tiffany”: ammetto di non averlo apprezzato molto – e credo lo si sia percepito – e in ogni caso era decisamente giunto il momento di un avvicendamento al vertice.

copertina libro un regalo da tiffany melissa hill

Seconda posizione: Il nuovo romanzo di Erri De Luca si piazza immediatamente alla spalle della capolista. Confesso di non essere mai rimasto del tutto conquistato dalle opere dello scrittore napoletano, e dubito che “I pesci non chiudono gli occhi” supererà il mio vaglio critico nella scelta dei volumi da portare alla cassa, ma con ogni probabilità è un limite tutto mio, da prendere con le pinze…

copertina i pesci non chiudono gli occhi erri de luca

In testa alla classifica con una scalata impresssionante: era da tempo che una new entry non si posizionava direttamente al primo posto. E’ toccato ad “Aleph” di Paulo Coelho, per il quale vale un po’ il discorso che ho fatto in precedenza: non mi ci sono mai avvicinato suffientemente dal poter dire di conoscerlo e di poterlo apprezzare o meno. Bompiani lancia il romanzo di punta del suo catalogo sostenendo che “Siamo davvero quello che vogliamo essere, facciamo davvero quello che vogliamo fare? Molti libri si leggono. Aleph si vive”. Il che, francamente, non aiuta.

copertina aleph di paulo coelho

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi