Ma se domani... > Libri > Classifica della settimana > La classifica dei libri più letti a fine ottobre 2011

La classifica dei libri più letti a fine ottobre 2011

Un gran bel movimento nella graduatoria dei libri più venduti della settimana: le nuove entrate assolute sono due, ed entrambe finiscono direttamente sul podio. Considerati gli autori dei romanzi appena sbarcati in libreria, non avevamo grandi dubbi…

Dalla decima alla sesta posizione. Cominciamo con una buona notizia: questa settimana non abbiamo in classifica il melenso “Un regalo da Tiffany” di Melissa Hill. Era da un po’ che aspettavamo questo momento, non sottolinearlo sarebbe stato un peccato. Giampaolo Pansa (nono con “Poco o niente…”) e Vito Mancuso (decimo con “Io e Dio. Una guida per perplessi”) mantengono i saggi in Top Ten, preceduti da Coelho con il suo “Aleph”, in inarrestabile caduta libera. Seguono (e tenetevi forte) “La dieta Dukan” – al settimo posto – e “I menù di Benedetta”, posizionatosi sesto. Ok, andiamo avanti.

copertina aleph di paulo coelho

Le due posizioni che precedono il podio vedono in discesa Marcello Simoni con “Il mercante di libri maledetti”: la storia di un monaco inseguito da un gruppo di inquietanti cavalieri a caccia di un libro in pieno 1200. Un quinto posto che non può essere definito deludente, Newton può festeggiare un risultato probabilmente imprevisto. Scivola anche Erri De Luca con il suo “I pesci non chiudono gli occhi”, che si posiziona quarto.

il-mercante-dei-libri-maledetti

Al terzo posto Andrea Camilleri ci conduce, con il suo nuovo romanzo “La setta degli angeli”, in un piccolo paese della Sicilia del 1901: protagonisti un giornalista-avvocato ed una ipotesi di epidemia di colera che sconvolgerà la vita del borgo. Per gli appassionati della serie del Commissario Montalbano c’è ancora un po’ da aspettare, ma nel recente passato ho scoperto con soddisfazione forse persino maggiore anche la narrativa “parallela” di Camilleri.

Seconda posizione: ad aggiudicarsi la medaglia d’argento è Gianrico Carofiglio,con il suo “Il silenzio dell’onda” di cui abbiamo già raccontato con un certo entusiasmo. La sfida al primo posto è lanciata: anche in questo caso, un autore alle prese con un romanzo che si discosta dalla serialità che l’ha reso celebre ed i risultati non tardano comunque ad arrivare.

In testa alla classifica resiste l’ultima creatura di Fabio Volo intitolata “Le prime luci del mattino”. Scorrevolezza ed emozioni sono state caratteristiche dei suoi precedenti romanzi. C’è da augurarsi che Volo abbia fatto ancora una volta centro.

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi