Ma se domani... > Fun > Curiosità > Il trono di spade: stranezze e curiosità

Il trono di spade: stranezze e curiosità

La seconda stagione della serie TV più cliccata del 2011 è in arrivo, e ci viene quasi naturale provare a raccontarvi alcune curiosità dal mondo che gravita intorno a “Il trono di spade”.

Vista la passione per il cartone animato più giallo (nel senso cromatico del termine) della televisione, non si poteva che iniziare da una sigla di apertura molto particolare dei Simpson: godetevi Homer in armatura (ma con la tradizionale birra in mano) e una splendida commistione di elementi tipici di questo cartone con altri – musica in primis – tratti da “Games of Thrones” e riprodotti in una efficace e divertente parodia. Una Springfield animata con i meccanismi dell’universo creato da George Martin è una vera chicca per palati fini!

Per restare nel mondo dell’animazione, segnaliamo anche che è iniziata a settembre del 2011 la pubblicazione negli States della serie a fumetti de “Il trono di spade”, con una cadenza mensile ed un piano editoriale di durata biennale, per un totale di 24 fascicoli. Per gli appassionati delle nostre latitudini, sappiate che il tutto è edito in Italia da Italycomics, e conserva i nomi dei luoghi, dei protagonisti e dei titoli nobiliari del romanzo originale, generando forse qualche confusione in chi è più avvezzo alla serie televisiva. A giudicare da alcune tavole visionabili online, ne vale decisamente la pena!

Ci siamo dedicati ad un cartone animato e ad un fumetto: vi sembra che manchi ancora qualcosa? Esatto: mancava un videogioco, ma anche i gamers non rimarranno a lungo a bocca asciutta. Dopo il mazzo di carte e la versione da tavolo (con 266 intricatissimi segnalini ed una complessità di movimento che ricorda un Risiko sviluppato alla quintupla potenza) “Il trono di spade” approderà infatti anche su console e PC. Nei siti specializzati si anticipa che, con ogni probabilità, al giocatore sarà consentito di scegliere fra il controllo di un Guardiano della Notte (congregazione davvero intrigante da un punto di vista strettamente militare) ed un Prete Rosso, muovendosi in luoghi certamente noti ai fan e interagendo con alcuni dei principali protagonisti della saga. I primi video e gli screenshot messi a disposizione sul sito ufficiale fanno presagire una componente di combattimento piuttosto spinta – come è naturale in avventure di questo genere – e non tralasciano di ricordarci che “Il trono di spade” ha una componente godereccia da non buttare via 😉

 

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi