Ma se domani... > Cinema > Festival > Rassegne cinematografiche della settimana

Rassegne cinematografiche della settimana

Dicembre, fuori dalla finestra la prima spolverata di neve della stagione, voglia di caldo e relax, ma ci sono le feste alle porte, è tempo di cadeaux natalizi, e quando il freddo sta per entrarvi nelle ossa una sala cinematografica potrebbe risultare un ottimo rifugio: perché non lasciarsi rapire per qualche ora dalla magia del grande schermo?

La prossima settimana, tra l’altro, offrirà due rassegne davvero particolari. Chilometricamente molto distanti tra loro, ma con il comune scopo di portare all’attenzione dello spettatore un cinema di qualità che potrebbe altrimenti sfuggire. Pellicole sicuramente note, ma non sempre grandi blockbuster, arrivano al grande pubblico grazie ad una notevole forza di volontà degli organizzatori (oramai ogni anno la cultura vede tagliati i suoi fondi e ciò ci provoca un forte dolore al petto).

Partiamo da quella distante da casa nostra, trasferiamoci per un attimo a sud della penisola, nella città dei due mari, in una zona carica di storia, di paesaggi magici e lambita da acque color smeraldo, dove, all’interno del progetto “Festival cinematografico della Calabria”, l’associazione culturale “Otto e mezzo” propone dal 10 al 15 dicembre “Sfogliando un film – tra parole e immagini”. Nella cornice della biblioteca “Filippo De Nobili” di Catanzaro verranno, infatti, proiettate una selezione di opere, tra le quali il magistrale “E’ stato il figlio” (da noi recensito tempo fa a questo link), che hanno come filo conduttore il fatto di nascere dalla pagine di romanzi. A seguire vi sarà anche l’opportunità di incontrare registi, scrittori, critici per porre qualche domanda, in un contesto a misura di pubblico. Per farvi venire l’acquolina in bocca, vi ricordiamo che saranno presenti lo scrittore Andrea Minuz, i registi delle opere proiettate tra cui Daniele Ciprì e il critico cinematografico Emanuele Rauco per un omaggio a James Bond. Insomma, un cartellone vario ed accattivante che ci fa dispiacere di vivere così distanti. Qualora siate in zona o abbiate preventivato un viaggetto a Catanzaro, sulla pagina Facebook dedicata trovate i dettagli (oppure cliccando sul logo della manifestazione qui sotto) e, se avete voglia, mandateci le vostre opinioni 🙂

Spostandoci invece nel capoluogo lombardo, AGIS E ANEC Lombardia sono riuscite ad allargare ulteriormente “Le vie del cinema”, dopo aver portato in città una selezione dei film presentati ai festival di Cannes, Locarno e Venezia, da martedì 11 dicembre ci offriranno l’opportunità (per la prima volta!) di vedere 11 titoli presentati all’appena conclusosi Torino Film Festival. Si parla di cinema d’autore, rigorosamente in lingua originale con sottotitoli, opere che in alcuni casi non potremo recuperare nei grandi circuiti, un misto tra pellicole di talentuosi esordienti e di grandi maestri. Per darvi un’idea, si potrà scegliere tra “Shell” (vincitore nella categoria lungometraggi), “Smettere di fumare fumando” di Gipi e altre pellicole del concorso lungometraggi, ma non solo, tra i fuori concorso vi sarà l’esordio alla regia di Dustin Hoffman, quel “Quartet” che ha aperto la trentesima edizione del festival torinese, e “L’ultimo Pastore” di Marco Bonfanti, regista che è riuscito ad incontrare un (l’ultimo!) pastore milanese. Il programma completo e tutte le info pratiche le trovate sul portale www.lombardiaspettacolo.com e vi ricordiamo che si può procedere alle prenotazioni anche online. Molto particolare è, inoltre, l’opportunità di assistere, mercoledì 12 dicembre, ad una lezione sul cinema di Joseph Losey presso l’università IULM (via Carlo Bo,1) tenuta niente meno che dal vice-direttore del Torino Film Festival Emanuela Martini.

Chiudiamo con una segnalazione di un’iniziativa che non possiamo esimerci dal sostenere (soprattutto per gli insegnanti che scrivono sul nostro portale): ABCinema che porta l’educazione all’immagine nelle aule scolastiche e le classi nelle grandi sale. Cinema per i giovani e per gli insegnati. Avvicinamento alle pellicole, abitudine ad osservare la realtà e stimolo al senso critico. Non solo l’educazione delle prossime generazioni di spettatori, ma anche una maggiore consapevolezza di quanto ci viene proposto da filmati di vario genere. Un progetto che ha già preso il via, ma che necessita del supporto della comunità per crescere. Tutti i dettagli sul portale di Lombardia Spettacolo e contattando l’Agis Lombarda.

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi