Ma se domani... > Cinema > Recensioni > Novità al cinema: il film Divergent

Novità al cinema: il film Divergent

divergent_poster

In un futuro imprecisato, distopico e post-apocalittico, il genere umano sarà salvato dall’estinzione grazie alla divisione in diverse fazioni in base ai valori dominanti di ciascun individuo. La società vivrà in pace e il potere sarà in mano a pochi. I giovani raggiunti i sedici anni saranno chiamati a superare una prova attitudinale in seguito alla quale dovranno scegliere in quale gruppo continuare a vivere. Beatrice è tra questi e molto presto scoprirà di essere Divergente, ossia un pericolo soprattutto per se stessa. Inizierà così un’avventura per la propria salvezza e quella degli altri in cui ci sarà posto anche per l’amore.

Tratto dall’omonimo libro di Veronica Roth, questo nuovo film si pone in evidente alternativa alla saga “The Hunger Games” così come “Beautiful Creatures” aveva a riferimento “Twilight”. In pochi anni siamo passati dai Vampiri ai guerrieri attraverso virtuosi eletti pericolosi perché non controllabili. Con un cast che affianca grandi nomi, tra cui spicca Kate Winslet, a giovani idoli dei teenager, anche qui assistiamo a una pellicola che unisce valori e principi di un tempo, come il coraggio e l’importanza del libero arbitrio, alla avventurosa lotta per la sopravvivenza, condita con un pizzico di amore proibito, accennato, ammirato ma sempre in divenire. E, di nuovo, la scena è in mano ad eroine determinate, ribelli, forti, insomma, vincenti.

Divergent - Una scena del film
Divergent – Una scena del film

Con una buona confezione, senza esagerare con gli effetti speciali, in un ambiente che unisce la devastazione post-bellica a futuristica tecnologia,  “Divergent” cerca di trascinare il giovane pubblico al cinema a sognare al fianco di beniamini in cui l’identificazione sia immediata. E mai come in questo caso ciò avverrà con molta facilità. Le virtù delle fazioni, infatti, sono la conoscenza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, la generosità per gli Abneganti, la sincerità per i Candidi e l’amicizia per i Pacifici. Intuitivo, quindi, per tutti riuscire a trovare il punto di contatto tra sé e gli eroi sullo schermo.

Divergent - Una scena del film
Divergent – Una scena del film

Ammetto di non aver letto il romanzo, non conoscere l’autrice, ma di ravvedere una sorta di percorso fisso che viene costantemente seguito in tutti questi racconti ambientati in un disastrato futuro, che rapidamente passano dalla carta al grande schermo. Oramai sorge il dubbio che la stesura del testo originario non sia stata frutto d’illuminazione passeggera mentre si stava facendo giardinaggio sotto il sole di agosto ma, qualunque sia la realtà, il film è godibile.

Tra Quattro e Tris (Theo James e Shailene Woodley) si crei subito un’intrigante alchimia e di carne al fuoco ne viene messa molta, più di quanto prevedessi. Non siate dubbiosi: i valori di famiglia, auto-determinazione, auto-stima, amore, non mancano e l’opera risulta avvincente ad un occhio (pre)adolescente. Semplice, lineare, un po’ prevedibile ma movimentato. D’altro canto, la nostra Tris/ Shailene Woodley è una vera intrepida… e ora non ci resta che attendere: ce la farà a reggere il confronto con la valorosa Katniss Everdee/ Jennifer Lawrence?

Vissia Menza

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi