Ma se domani... > Cinema > Recensioni > Come fare soldi vendendo droga: un viaggio dallo spaccio al narcotraffico

Come fare soldi vendendo droga: un viaggio dallo spaccio al narcotraffico

come fare soldi vendendo droga_poster

Nelle sale, tra una commedia estiva, un horror da brivido e qualche rassegna che ripropone i “bellissimi” della stagione cinematografica, da questa settimana, c’è anche un dock-film che spicca per originalità. Un filmato particolare per il taglio scelto, per i narratori e per lo scopo che ha spinto tutte le persone coinvolte a collaborare al progetto.

“How to make money selling drugs” è un documentario che vi mostra uno ad uno gli step necessari a conquistare la vetta del business più lucrativo d’America (e non solo): la vendita di droga. Partendo dalle basi, spiegando l’A B C del bravo spacciatore di quartiere, il film sviscera i passaggi fondamentali e i trucchi per far crescere il patrimonio di chiunque da misero (ai limiti della morte per stenti) sino a cifre con un inquietante numero di zeri.

Bobby Carlton in HOW TO MAKE MONEY SELLING DRUGS distributed by Tribeca Film
Bobby Carlton in HOW TO MAKE MONEY SELLING DRUGS
distributed by Tribeca Film

Il racconto è reso accattivante dalle testimonianze illustri che sfilano sullo schermo: i noti rapper e produttori 50 Cent e Eminem, gli attori Susan Sarandon e Woody Harrelson, ottimi poliziotti e soprattutto loro… i Signori della Droga. Giovani spacciatori di successo, vecchie volpi dell’import/ export illegale, Boss nazionali ed esponenti del Cartello internazionale, vi sveleranno il segreto del loro successo in questo viaggio nel mondo degli stupefacenti, scritto e diretto da Matthew Cooke.

Il regista riesce a mantenere sempre alta la nostra attenzione stuzzicandoci (e provocandoci) con un approccio che prescinde dalla specifica tipologia di business, e alla fine ci dimostra quanto bene siano applicate le regole dell’economia di mercato nelle attività illecite. E, totalmente catturati in una rete che non intende farci diventare novelli spacciatori ma, al contrario, ci vuole spronare a divenire cittadini consapevoli e responsabili, ad ogni minuto siamo sempre più assorbiti.

A still from HOW TO MAKE MONEY SELLING DRUGS distributed by Tribeca Film
A still from HOW TO MAKE MONEY SELLING DRUGS distributed by Tribeca Film

Ciò che con fluidità, senza fronzoli e con prove chiare, emerge da questo film è, infatti, che gli interessi economici di coloro che detengono il potere, influenzano le leggi e le regole del nostro quotidiano sino a farci perdere di vista il vero problema: debellare la dipendenza da sostanze più o meno legali, psicotrope e dannose, fonte di enormi guadagli per molte, troppe, persone.

Nonostante l’opera di Cooke fotografi un’America, a tratti debole e sotto certi aspetti molto diversa dal Vecchio Continente, la diffusione delle droghe, l’abuso e la dipendenza da esse, sono ovunque, non conoscono confini, sono fenomeni incentivati da chiunque ne abbia un interesse più o meno deplorevole. E le leggi, talvolta ricolme di severissime pene e punizioni, sempre più spesso non sembrano in grado di raggiungere lo scopo per cui sono state introdotte.

A still from HOW TO MAKE MONEY SELLING DRUGS distributed by Tribeca Film
A still from HOW TO MAKE MONEY SELLING DRUGS distributed by Tribeca Film

Non so se la soluzione proposta dall’autore sia la migliore, ma so che questo documentario è: intrigante, nella sua esposizione inconsueta; brillante, grazie a protagonisti d’eccezione; interessante, per gli stimoli alla riflessione che fornisce allo spettatore; e una corsa, al fianco del narratore, dal primo sino all’ultimo minuto.

Vissia Menza

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi