//, Editoriali/Ecco dove è stato girato Il trono di spade – Seconda parte

Ecco dove è stato girato Il trono di spade – Seconda parte

By |2016-02-29T23:29:19+00:00maggio 4, 2015|Curiosità, Editoriali|

Abbandonati i freddi climi di Grande Inverno e dell’oscurità oltre la Barriera, raccontati in questo post, ci spostiamo verso il sud dell’universo de “Il trono di spade” e andiamo a scoprire dove sono state girate le scene più calde – climaticamente parlando – della serie tratta dai romanzi di George R. R. Martin.

Non possiamo che cominciare da Approdo del Re, sede del governo dei Sette Regni e teatro di mille intrighi. Un luogo che, nella realtà, è stato ospitato da due nazioni: per la Fortezza Rossa di Approdo del Re venne utilizzato, nella prima stagione, il Forte Ricasoli di Malta, e nella maltese Medina vennero girate anche alcune scene ambientate nelle strade della capitale immaginaria. A partire dalla seconda stagione, Ragusa di Dalmazia (città magnifica) è diventata la location utilizzata per le scene ambientate ad Approdo del Re, con il Forte di Lovrijenac a vestire il ruolo della Fortezza Rossa e il Mediterraneo a rappresentare le Acque Nere (e l’ormai celebre battaglia carneficina).

fort_ricasoli

Una veduta aerea di Fort Ricasoli a Malta

La splendida fortezza di Lovrijenac

La splendida fortezza di Lovrijenac

La Croazia ha ospitato anche alcune delle avventure della mia personalissima beniamina: nella Torre di Minceta (“Casa degli Eterni” nella serie) Daenerys si reca a cercare i suoi draghi rubati, mentre l’isola di Lacroma – ed il locale monastero benedettino – è stata utilizzata per ricreare Qarth.

La Torre di Minceta, prigione dei dragoncini belli

La Torre di Minceta, prigione dei dragoncini belli

L'isola di Lacroma - (c) Diego Delso, Wikimedia Commons, License CC-BY-SA 3.0

L’isola di Lacroma – (c) Diego Delso, Wikimedia Commons, License CC-BY-SA 3.0

La quinta stagione segna l’esordio di Bravos come città non soltanto evocata ma in cui si svolgono delle scene che hanno per protagonista Arya Stark: nella realtà si tratta della splendida città medievale di Sebenico, ancora in Croazia, Croazia, e vale davvero la pena percorrerne i vicoli e visitarne la cattedrale dedicata a San Giacomo.

Sebenico - (c) Tieum512, Wikimedia Commons, License CC-BY-SA 3.0

Sebenico – (c) Tieum512, Wikimedia Commons, License CC-BY-SA 3.0

Chiudiamo con una novità assoluta della quinta stagione: per la prima volta, HBO è approdata in Spagna e nella penisola iberica è stata riprodotto l’ambiente di corte dei Martell. Alcazar di Siviglia diventa dunque Dorne, con i suoi meravigliosi giardini acquatici inseriti in un contesto complessivamente arido. Insomma, Andalusia ottima scelta!

L'Alcazar di Siviglia - (C) andalusiaspagna.com

L’Alcazar di Siviglia – (C) andalusiaspagna.com

Alfonso d’Agostino


Dici Alfonso e pensi alla sua amata Triestina, alla sua biblioteca (rigorosamente ordinata per case editrici) che cresce a vista d’occhio, alla Moleskine rossa sempre in mano e alla adorata Nikon con la quale cattura scorci di quotidianità, possibilmente tenendo il corpo macchina in bizzarre posizioni, che vengono premiati ma non pensiate di venirlo a sapere. Se non vi risponde al telefono probabilmente ha avuto uno dei tanti imprevisti che riuscirà a tramutare in un esilarante racconto di “Viva la sfiga!”. Perché lui ha ironia da vendere ed un vocabolario che va controcorrente in questo mondo dominato dagli sms e dagli acronimi indecifrabili. Decisamente il più polivalente di tutti noi dato che è… il nostro (e non solo) Blogger senior che con il suo alfonso76.com ha fatto entrare la blog-o-sfera nella nostra quotidianità.

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi