Ma se domani... > Cinema > Anteprima > MAGIC MIKE XXL: un ultimo spettacolo

MAGIC MIKE XXL: un ultimo spettacolo

magic-mike-xxl_poster

Mike, il magico Mike, sta per riunirsi con gli amici di sempre per una nuova scintillante serata. Dopo tre anni trascorsi da bravo ragazzo, concentrandosi sulla sua neonata attività, tentando di far funzionare una relazione che – forse – non era quella della vita, oggi Mike sente la mancanza dei compagni dei tante avventure e basta una telefonata per farlo correre da loro.

Ancora poche ore e i nostri cinema saranno invasi dagli ex “Re di Tampa”, dai loro corpi scolpiti, dalla loro voglia di farci divertire con una nuova avventura, un on the road zeppo di situazioni piccanti e di donne adoranti. Un viaggio attraverso gli stati più caldi alla volta di una convention spettacolare, quella degli spogliarellisti più in voga d’America. L’ultima re-union prima di mettere la testa a posto ma… andrà davvero così?

Photo: Claudette Barius © 2015 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. AND RATPAC-DUNE ENTERTAINMENT, LLC
Photo: Claudette Barius © 2015 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. AND RATPAC-DUNE ENTERTAINMENT, LLC

Dopo il trionfo al botteghino di settembre 2012, gli stripper più famosi del grande schermo stanno per tornare e renderanno questo piovoso settembre 2015 un po’ più luminoso. Sicuramente, le serate di molte amanti del bel vedere si prospettano calde, caldissime, roventi. Perché MAGIC MIKE XXL è veramente extra-large.

Gli addominali dei protagonisti sono super-pompati, i loro sguardi sono da super-micioni, le loro mosse super-sensuali e le loro battute super-scontate, un dettaglio che non sarà un problema, anzi, probabilmente farà la gioia di coloro alla ricerca di una serata in cui lasciar riposare i neuroni e limitarsi a ridere in compagnia.

Che cosa vedrete? Incontrerete un Mike Lane (Channing Tatum) stufo della routine con ancora la voglia di esibirsi, con l’amore per la danza pronto a riesplodere, con la malinconia per la lontananza dal resto del gruppo. Quindi, appena scopre che Dallas (Matthew McConaughey) se n’è andato, correre dagli amici e si lascia convincere  a unirsi a loro per un’ultima grandiosa esibizione.

Photo: Claudette Barius © 2015 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. AND RATPAC-DUNE ENTERTAINMENT, LLC
Photo: Claudette Barius © 2015 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. AND RATPAC-DUNE ENTERTAINMENT, LLC

Il film si presenta come una commedia cadenzata da siparietti ad alto tasso erotico, uno per ogni tappa del viaggio che porterà i nostri eroi a Myrtle Beach. E siccome una squadra vincente non si cambia, al massimo si arricchisce, tutti si sono dati un gran da fare per colmare il vuoto creato dall’assenza dell’istrionico McConaughey e del regista Steven Soderbergh (qui produttore esecutivo, direttore della fotografia e curatore del montaggio).

Amber Heard, Andie MacDowell, Elisabeth Banks e Jada Pinkett Smith si sono unite alla già folta schiera di star (Channing Tatum, Joe Manganiello, Matt Bomer, Adam Rodriguez) per rendere il palco meno vuoto mentre la macchina da presa è stata affidata a Gregory Jacobs, produttore di un folto numero di cine-hit e di molti lavori dello stesso Soderbergh. Il risultato è che quel vuoto è rimasto.

Photo: Claudette Barius © 2015 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. AND RATPAC-DUNE ENTERTAINMENT, LLC
Photo: Claudette Barius © 2015 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. AND RATPAC-DUNE ENTERTAINMENT, LLC

MAGIC MIKE XXL non è più la spumeggiante commedia che ricordavamo e non è rimasta alcuna traccia dell’equilibrato e frizzante mix di bellezza e battute sagaci. Qui si passa da un siparietto all’altro senza convinzione, l’esplorazione dei personaggi si limita a qualche frase senza seguito e inevitabilmente anche il tasso eroti-comico ne risente.

Non bastano i fisici statuari di Channing Tatum e Joe Manganiello a rendere la pellicola coinvolgente, né la presenza di Amber Heard (sogno proibito di molti maschietti) o del corpo in perfetta forma di Elisabeth Banks a farci dimenticare l’assenza di trama e sostanza. Il timore è quindi che, dopo l’iniziale corsa al cinema dettata dall’ottimo ricordo del primo film, si possa diffondere la notizia che Mike abbia perso il tocco, e ciò ci dispiace. Se c’è, infatti, una cosa in cui gli americani sono irraggiungibili, è proprio il saper confezionare commedie leggere con molto garbo e invidiabile professionalità. Qui –ahinoi – qualcosa si è inceppato. Vedere per credere.

Vissia Menza

 

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi