Ma se domani... > Cinema > Recensioni Film > Al Cineforum – Tutto può accadere a Broadway: un vero spasso

Al Cineforum – Tutto può accadere a Broadway: un vero spasso

tutto-puo-accadere-a-broadway_poster

la sala è già affollata, arrivo all’ultimo minuto con le mani imbrigliate nel cappotto la sciarpa e i guanti, mi sistemo comoda nella mia solita poltrona di ogni giovedì sera, rilasso le spalle tiro il fiato e mi calo fiduciosa nella commedia brillante di stasera mentre le luci se ne vanno altrove

il regista

e

il cast

sono una garanzia

un gruppo di amici ben assortiti

in

scena

foto-tutto-puo-accadere-a-broadway_img1_courtesy-of-01Distribution
Photo: courtesy of 01 Distribution

Peter Bogdanovich ci trasporta con maestria nella Manhattan dei nostri sogni tra casualità, coincidenze e paradossi, ridiamo di gusto sorpresi dagli intrecci inaspettati sperando di veder spuntare prima o poi l’amato Woody Allen

ci sentiamo a casa

nella

stimolante

New York

cinematografica

la macchina da presa si destreggia a ritmo incalzante tra i mille imprevisti della trama privilegiando colorati primi piani dalle fisionomie marcatamente statunitensi, un ritocco qua e là, o meglio più ritocchi qua e là, strane attaccature di capelli, una buffa gobbetta su un naso dalla punta irregolare, zampe di gallina mascherate, capelli gialli su visi ingigantiti al limite della caricatura che spesso mi distolgono dagli eventi

tutto-puo-accadere-a-broadway-img2_courtesy-of-01Distribution
Photo: courtesy of 01 Distribution

il mento pronunciato di Arnold è identico a quello di un altro attore, ma quale, non mi sovviene, corro a cercarlo nei meandri della mia mente quando fortunatamente una fragorosa risata collettiva mi riporta in sala davanti al sorriso rettangolare di Delta che mi fa riflettere sulla sua arcata dentaria, sicuramente più affollata delle altre, non ho dubbi

ah

quanti primi piani

e

quante confidenze

il pubblico attento parteggia per il viso d’angelo della splendida protagonista Imogen Poots in scena come Isabella”Izzy” Glo Sticks, romantica escort/Musa e paladina del lieto fine, dispensatrice di gioie e nuove ragioni di vita a parer suo, tra i suoi clienti il regista Arnold Albertson che lei ritroverà casualmente a un’audizione con le inevitabili conseguenze a catena che vi lascio immaginare

un vero spasso

Izzy è una purosangue britannica, spontanea e adorabile, dai denti irregolari che mai un’attrice americana sfoggerebbe nel mezzo di un incantevole sorriso

tutto-puo-accadere-a-broadway_img3_courtesy-of-01Distribution
Photo: courtesy of 01 Distribution

evviva

i denti storti

abbasso

la chirurgia estetica

il pubblico presente, e anche quello assente, si congeda con la pace nel cuore rassicurato dall’entrata in scena di un famoso regista, un premio a chi lo riconosce,

che

si prenderà cura

della nostra amata

Isabella

 

Elisa Bollazzi

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi