Ma se domani... > Cinema > Uscite della settimana > IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 1° settembre

IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 1° settembre

bbc film in uscita al cinema

I FILM IN USCITA AL CINEMA IL 1° SETTEMBRE

Come ogni settimana, torna l’appuntamento con “Il Bello, Il Brutto, Il Cattivo”, la rubrica dinamica e veloce con consigli mirati, pungenti ed efficaci per guidarvi alla scoperta dei film più significativi e delle novità cinematografiche del momento.

FILM IN EVIDENZA

JASON BOURNE
di Paul Greengrass con Matt Damon, Alicia Vikander, Julia Stiles, Tommy Lee Jones, Vincent Cassel, Riz Ahmed, Ato Essandoh, Scott Shepherd, Bill Camp, Vinzenz Kiefer, Stephen Kunken
(azione, thriller)

Jason Bourne, il super-soldato più smemorato dell’era moderna è tornato all’azione. Dal momento in cui lo rincontriamo, realizziamo quanto ci sia mancato. Con qualche primavera in più sulle spalle, con inesauribile energia, e sempre alla ricerca di quiete, lo ritroviamo che vive alla giornata facendo letteralmente a botte. Sarà una vecchia conoscenza a riportarlo sulle tracce di chi può aiutarlo a unire i tasselli di un puzzle ancora lontano dalla fine. Vecchi e nuovi nemici sono sempre in agguato e basta un suo passo fuori dall’ombra per far ripartire la caccia all’uomo temporaneamente sospesa.
Ed è così che sin dalle prime scene dobbiamo correre veloci insieme a Bourne, su e giù per il Continente, schivando portiere, pallottole e cazzotti, nel tentativo di dare un nome ai nuovi volti.

Il quinto capitolo della saga nata dalla penna di Robert Ludlum è il sequel di The Bourne Ultimatum e si presenta subito per quello che è. È un film rumoroso, adrenalinico, avvincente, divertente ed esagerato. Superando le aspettative, Jason Bourne riesce a riconquistare il cuore dei fan intristiti dallo spin-off che ci ha privati di Matt Damon, ed a sprigionare una fascino in grado di sedurre nuovo pubblico. Questo episodio riesce, infatti, a essere la prosecuzione naturale della lunga storia (che abbiamo imparato ad amare) e a vivere di vita propria, evitando quindi che gli ultimi arrivati si sentano smarriti.
Con dietro la macchina da presa ancora una volta Robert Greengrass, la pellicola è un’iniezione di energia e buon umore perfetta per un venerdì sera di fine estate. Esplosivo.

LA FAMIGLIA FANG
di Jason Bateman con Jason Bateman, Nicole Kidman,Christopher Walken, Marin Ireland, Michael Chernus, Linda Emond, Jason Butler Harner, Josh Pais, Eugenia Kuzmina
(commedia, drammatico)

Annie, Baxter Caleb e Camille sono i Fang, famosi performer il cui palcoscenico è qualsiasi luogo, una strada, una scuola, ovunque. Il loro scopo è di scuotere la gente comune. Il risultato è che mandano in visibilio i critici che li innalzano subito ad artisti e diffondono la loro notorietà da una costa all’altra. Una volta cresciuti, Annie e Caleb decidono di perdere le distanza da tanta stravaganza e imboccano sentieri tutti propri. Sino ad oggi, quando un incidente impone al clan una riunione forzata che avrà risvolti prima comici, poi tragici, infine risolutori. È la resa dei conti con i due genitori dall’ego smisurato e, soprattutto, con sé stessi.

La famiglia Fang è la seconda prova (dopo Bad Words) dietro la macchina da presa di Jason Bateman, qui anche nei panni del povero Baxter. Al suo fianco troviamo due premi Oscar®: Nicole Kidman e Christopher Walken. Il trio ci regala una commedia bizzarra, un dramma straziante, una storia che ci tocca nell’intimo. Nonostante sia una trasposizione, dell’omonimo romanzo di Kevin Wilson, il film riesce ad avere una sua identità al punto d’illuderci di aver preso parte ad una partita a scacchi con il destino. Con la sua attenzione ai dettagli, i giochi di sguardi, la fotografia e una regia delicata, la pellicola vince per l’eleganza. Emozionate.

UN PADRE, UNA FIGLIA
di Cristian Mungiu con Adrian Titieni, Maria-Victoria Dragus, Ioachim Ciobanu, Vlad Ivanov
(drammatico)

Romania, oggi. Romeo Aldea è un padre affettuoso e protettivo, è un marito disilluso, è un medico coscienzioso. Negli ultimi giorni è teso più del solito: la propria piccola sta per sostenere l’esame di maturità e poi se ne andrà lontano dalla terra natia, in cui la quotidianità impone eccessivi sacrifici e non offre prospettive. Purtroppo, il fato avrà in serbo per il nostro brav’uomo più di un tiro mancino. La giovane Eliza verrà aggredita all’ingresso del complesso scolastico proprio a ridosso degli esami e Romeo sarà disposto a tutto pur di dare un futuro alla sua principessa.

Un padre, una figlia (Bacalaureat, in originale) è l’ultima fatica di Christian Mungiu. Presentato in concorso all’ultimo festival de Cannes, è rincasato con la Palma d’oro per la miglior regia. In molti confidavano sarebbe salito sul gradino più alto del podio, sappiamo non sia andata così. Il suo lungometraggio è un semplice e lucido affresco della Romania di oggi, delle difficoltà di un padre, della facilità con cui neppure le migliori intenzioni ci salveranno da spirali negative e distruttive. Il protagonista accetterà di buon grado ogni compromesso pur di vedere un diploma e un biglietto aereo nelle mani della figlia, esattamente come farebbe un genitore dalle nostre parti. Ed esattamente come noi si farà del male da solo. Molto male. Impossibile, quindi, non sentirlo vicino. E’ un padre. Toccante.

IO PRIMA DI TE
di Thea Sharrock con Emilia Clarke, Sam Claflin, Charles Dance, Matthew Lewis, Samantha Spiro,Vanessa Kirby, Jenna Coleman, Brendan Coyle, Janet McTeer, Henry Lloyd Hughes,Stephen Peacocke, Pablo Raybould, Muzz Khan
(drammatico, sentimentale)

Louisa, detta Lou, Clark vive nella campagna inglese, è giovane, ha poche prospettive ma molta determinazione. Continua a passare da un lavoretto all’altro per aiutare la famiglia senza darsi per vinta. Il giorno in cui perde il posto nella caffetteria locale, si ritrova a dover affrontare un’esperienza completamente nuova, a cui non era preparata. Trova infatti impiego nel castello dei Traynor, con il ruolo di badante/dama di compagnia del giovane Will. Will, a causa di un incidente stradale, si è ritrovato dall’oggi al domani immobilizzato su una sedia a rotelle. Lucidissimo ma traumatizzato dall’evento, l’uomo metterà a dura prova la ragazza e il suo innato buonumore. Entrambi non sanno ancora cosa il destino avrà in serbo per loro.

Tratto dalle pagine dell’omonimo romanzo di Jojo Moyes, il lungometraggio di Thea Sharrock si presenta sin dalla locandina come un’opera romantica destinata a far sciogliere il cuore del pubblico più giovane. Interpretato da due idoli dei teen come Emilia Clarke (famosa per il suo personaggio nella serie de Il Trono di Spade) e Sam Claflin (noto per la partecipazione alla saga degli Hunger Games), il film ci riserva non poche sorprese. Il ritmo è scoppiettante, accentua notevolmente il lato leggero e divertente del racconto (la nostra Lou è buffa nelle mise e nelle uscite, ed è bellissima così) e stempera a dovere il lato drammatico che pian piano conquista la scena. I due protagonisti sono una vera sorpresa: sobri, eleganti, convincenti. E, nell’insieme, la narrazione non perde un colpo. Il ritmo ha un passo costante, fa emergere una Emilia Clarke a dir poco sorprendente e quando arriva l’inevitabile epilogo le lacrime sono calibrate nella giusta dose. Io prima di Te sta spopolando al botteghino e se lo merita, non ha una sbavatura. Dolce e gentile.

ALTRI FILM IN USCITA

L’EFFETTO ACQUATICO
di Sólveig Anspach con Florence Loiret Caille, Samir Guesmi, Didda Jonsdottir, Philippe Rebbot,Olivia Cote , Bouli Lanners
(commedia, sentimentale)

Sinossi ufficiale: Samir, quarantenne gruista in un cantiere a Montreuil, si innamora a prima vista di Agathe, istruttrice di nuoto. Pur di poterle stare accanto si iscrive in piscina e in mancanza di un piano migliore chiede di essere un suo allievo, anche se sa perfettamente nuotare. Ma la sua bugia dura poco e Agathe detesta le bugie, e i bugiardi. Ma non finisce qui. Agathe è mandata in trasferta lavorativa in Islanda. A Saimir non resta che provare a raggiungerla.

LOLO – GIU’ LE MANI DA MADRE
di Julie Delpy con Julie Delpy, Dany Boon, Vincent Lacoste, Karin Viard
(commedia)

Sinossi ufficiale: Durante una vacanza nel sud della Francia la sofisticata e chic Violette incontra Jean-René, un informatico un po’ imbranato ma amante della vita. Contro ogni previsione i due sono subito in sintonia e alla fine dell’estate Jean-René non vede l’ora di raggiungere la sua amata a Parigi. Ma la loro diversa estrazione sociale e Lolo, il figlio diciannovenne di Violette, non renderanno le cose facili…

Vissia Menza 
Articolo anche su CineAvatar.it

n.d.r. un clic sui link in rosso per leggere le recensioni

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi