Ma se domani... > Fun > App > Cose da fare a Milano nel tempo libero: POKÉMANIA!

Cose da fare a Milano nel tempo libero: POKÉMANIA!

 Pokémon GO con WOW Spazio Fumetto
Schermata della App Pokémon GO con WOW Spazio Fumetto

La App Pokémon GO sta facendo impazzire tutti. Sui social si sprecano le parodie dei nostri simili intenti a stanare fantomatici Pokémon che si nascondono nelle città. La metropoli milanese ha diversi punti topici, tra cui uno molto particolare: WOW Spazio Fumetto e l’adiacente parco, quest’ultimo adibito addirittura a palestra (come ci confidano i fan del gioco, luogo in cui “allenarsi” coi propri mostriciattoli).

Nell’anno in cui ricorre il ventesimo anniversario dal loro esordio, il Museo del Fumetto ha deciso di dedicare loro una mostra-omaggio dal titolo POKÉMANIA!

Per chi non lo ricordasse, i Pokémon sono nati nel 1996 come videogioco per Game Boy, ideato da Satoshi Tajiri e Ken Sugimori. Il nome era l’unione di pocket (tasca) e monster (mostro). Esatto, sono stati ideati proprio come passatempo da borsetta. Analogamente ad oggi, erano esserini da catturare, far allenare e combattere tra loro. Ed è grazie al crescente successo che sono diventati manga, soggetti di gadget e figurine, protagonisti di film, serie animate, libri e chi più ne ha più ne metta.

Con il cambio di millennio, e l’invasione degli smartphone, i Pokémon ritornano sotto i riflettori e iniziano a ri-sbancare – Nota, non c’è mai stato un vero arresto delle vendite, dopo Mario i Pokémon sono il franchise videoludico più venduto al mondo. Non stupisce quindi che col passaggio dalla consolle al cellulare “intelligente” (dotato di schermo sopraffino), la nuova luce e il rinnovato successo siano arrivati in un fulmine.

pokemon_img
I protagonisti della mostra POKÉMANIA!

Ed eccoci qua, in questo 2016, all’alba dei 40 (anni), a sollazzare la nostra sindrome di Peter Pan inseguendo esseri immaginari in luoghi reali come WOW Spazio Fumetto e il vicino parco.

La mostra, curata da Alberto Brambilla, Pokémon-dipendente dal 1999, racconta la loro storia, con un occhio di riguardo per il disegno, a partire dai character design di Ken Sugimori, passando per i disegni del cartone animato e per le illustrazioni di carte e figurine, fino alla grafica 3D di Pokémon GO.

Se volete scoprire i tanti aneddoti che circondano un successo di dimensioni planetarie, se non conoscete tutta la storia dei vostri amichetti colorati dalle mille smorfie, se siete curiosi di approfondire un fenomeno che sino a ieri conoscevate solo per sentito dire, allora non potete perdere l’appuntamento con POKÉMANIA in viale Campania 12 a Milano, fino al 2 ottobre 2016. L’ingresso è libero e gli orari sono i seguenti: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00. Lunedì chiuso.

Per informazioni e prenotazioni potete chiamare il numero di telefono 02 49524744/45 oppure visitare il sito www.museowow.it

Ash Ketchum, protagonista del cartone animato, con Pikachu
Ash Ketchum, protagonista del cartone animato, con Pikachu

Fonte e foto: ufficio stampa

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi