Ma se domani... > Cinema > Uscite della settimana > IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 10 novembre

IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 10 novembre

bbc film in uscita al cinema

I FILM IN USCITA AL CINEMA IL 10 NOVEMBRE

Come ogni settimana, torna l’appuntamento con “Il Bello, Il Brutto, Il Cattivo”, la rubrica dinamica e veloce con consigli mirati, pungenti ed efficaci per guidarvi alla scoperta dei film più significativi e delle novità cinematografiche del momento.

FILM IN EVIDENZA

GENIUS
di Michael Grandage con Colin Firth, Jude Law, Nicole Kidman, Guy Pearce, Laura Linney, Dominic West, Vanessa Kirby
(biografico, drammatico)

Sinossi ufficiale: Il Premio Oscar Colin Firth è Maxwell Perkins, l’editore passato alla Storia per aver scoperto scrittori come Ernest Hemingway e F. S. Fitzgerald e che un giorno si imbatté in Tom Wolfe (Jude Law) un prodigioso talento, praticamente un GENIO. Colin Firth, Jude Law e Nicole Kidman per la prima volta insieme in una incredibile storia vera.

Commento breve: Siamo a New York City, in un’epoca difficile come gli anni ‘20 e negli uffici della Scribner’s Sons arriva un manoscritto impegnativo. Mille pagine, troppe, che nessuno vuole leggere e tantomeno pubblicare nonostante l’autore, uno sconosciuto, abbia talento da vendere. Max Perkins, un editor di successo, decide di dare una chance al quel giovane di nome Thomas Wolfe. Si apre così il film Genius, una storia vera che ammalia lo spettatore sin dalle prime battute. Perché Genius è il racconto della nascita di un genio della letteratura, di un rapporto lavorativo incessante e costruttivo, grazie ad una stima reciproca fuori dal comune, e di una amicizia senza precedenti. Nei panni dei due protagonisti un impeccabile Colin Firth (vera colonna portante di tutta la pellicola) e un istrionico Jude Law che ci commuove per l’impegno. Ammaliante.

SING STREET
di John Carney con Jack Reynor, Aidan Gillen, Maria Doyle Kennedy, Lucy Boynton, Marcella Plunkett
(drammatico, musicale)

Sinossi ufficiale: Sing Street è il nuovo film di John Carney, dal 9 novembre al cinema. Un ragazzo cresciuto a Dublino durante gli anni ’80 evade dalla sua complicata situazione familiare, formando una band per far colpo sulla ragazza che gli piace.

Commento breveJohn Carney è senza dubbio l’uomo giusto per raccontare la musica attraverso il cinema e viceversa. Dopo Once e Tutto Può Cambiare, il regista irlandese trova la definitiva quadratura del cerchio con Sing Street, ritratto sensibilissimo di crescita adolescenziale, nel cruciale momento in cui identità, passioni e sogni si agitano furiosamente sotto la pelle di ogni teenager.
Protagonista è Conor (l’esordiente e bravissimo Ferdia Walsh-Peelo), il classico ragazzino insicuro che sboccia scena dopo scena. Quando Conor incontra la bellissima Raphina (Lucy Boynton), bluffa male e afferma di essere il frontman di una nuova – e soprattutto inesistente – band dublinese. A questo punto il gruppo dovrà prendere forma e Sing Street prende il volo. Il film è un viaggio divertentissimo, colorato e speranzoso che nasce in cameretta e fugge via, diventando un sicuro cult-movie per gli amanti di cultura, estetica e suoni britannici. È una piccola e incantevole magia.

FAI BEI SOGNI
di Marco Bellocchio con Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo, Fabrizio Gifuni, Guido Caprino, Barbara Ronchi, Miriam Leone, Nicolò Cabras, Dario Dal Pero, Arianna Scommegna, Bruno Torrisi, Manuela Mandracchia, Giulio Brogi, Emmanuelle Devos, Roberto Di Francesco, Fausto Russo Alesi, Pier Giorgio Bellocchio, Piera Degli Esposti, Roberto Herlitzka
(drammatico)

Sinossi ufficiale: FAI BEI SOGNI è la storia di una difficile ricerca della verità e allo stesso tempo la paura di scoprirla. La mattina del 31 dicembre 1969, Massimo, nove anni appena, trova suo padre nel corridoio sorretto da due uomini: sua madre è morta. Massimo cresce e diventa un giornalista. Dopo il rientro dalla Guerra in Bosnia dove era stato inviato dal suo giornale, incontra Elisa. La vicinanza di Elisa aiuterà Massimo ad affrontare la verità sulla sua infanzia ed il suo passato.

Commento breve: Presentata al Festival di Cannes 2016 nella Quinzaine des Réalisateurs, l’ultima fatica di Marco Bellocchio dal titolo Fai Bei Sogni è liberamente ispirata all’omonimo romanzo di Massimo Gramellini. Nel metter mano ad un best-seller insolito rispetto alle influenze letterarie che da sempre caratterizzano la sua filmografia – in particolare modo Pirandello e RadiguetBellocchio sottrae alla narrazione degli eventi lo spirito gramelliniano per infondervi il suo stile personale. Fotografa così una Torino dai colori lividi e dall’atmosfera cupa, abitata da figure autoritarie di religiosi (splendida l’interpretazione di Roberto Herlitzka), matrigne gelide, funzionari, giornalisti grigi che nascondono ad un’esistenza ferita la luce di un senso, distinguibile solo con la comprensione del mistero in cui è avviluppata la scomparsa della madre. Ma anche se Bellocchio negozia abilmente i diritti del proprio modus narrandi in casa altrui, la distanza tra i due universi finisce per costruire un’opera non pienamente completa. Irrisolto.

KNIGHT OF CUPS
di Terrence Malick con Christian Bale, Cate Blanchett, Natalie Portman, Joel Kinnaman, Wes Bentley, Isabel Lucas, Imogen Poots, Freida Pinto, Teresa Palmer, Shea Whigham, Antonio Banderas, Ryan O’Neal, Joe Manganiello
(drammatico)

Sinossi ufficiale: “C’era una volta un giovane principe che il padre, il re d’Oriente, inviò in Egitto a cercare una perla. Quando il principe arrivò, la gente gli porse una tazza. Una volta bevuto, si dimenticò di essere il figlio del re, dimenticò anche la perla e cadde in un sonno profondo”. Il padre di Rick era solito leggere al figlio, ancora ragazzino, questa storia. La strada per l’Oriente ora si trova di fronte a Rick. Riuscirà a intraprenderla?

Commento breve: Il settimo sigillo di Terrence Malick (l’ottavo e più recente, Voyage of Time, è stata presentato al Festival di Venezia 2016) arriva in Italia con un anno e mezzo di ritardo (era in concorso alla Berlinale 2015). Fatto di difficile comprensione, se si pensano alle titaniche, fin ventennali attese che il regista texano era capace di suscitare fino a La sottile linea rossa, o all’infinita lavorazione di The Tree of Life. Al contempo pienamente comprensibile, una volta visionato il film. Simile e quasi gemellare al precedente To the Wonder, Knight of Cups presenta le stesse caratteristiche – e difetti – del suo immediato precursore: narrazione finalizzata a fotografare il puro flusso del vissuto e assenza quasi totale di dialoghi sostituiti dalle voci fuori campo dei personaggi che sussurrano domande pseudo-filosofiche e ormai anche pseudo-spirituali. Si finisce così per condividere costantemente l’intimità spirituale di personaggi che la narrazione non permette mai di conoscere minimamente. Impenetrabile.

ALTRI FILM IN USCITA

CHE VUOI CHE SIA
di Edoardo Leo con Edoardo Leo, Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Marina Massironi, Bebo Storti, Massimo Wertmuller
(commedia)

Sinossi ufficiale: Che cosa saresti disposto a fare per €250.000? È la domanda che si pongono Anna (Anna Foglietta) e Claudio (Edoardo Leo), quando si trovano a decidere se girare o meno un video hard da diffondere in rete, in cambio di questa cifra. Una commedia intensa su quello che saremmo disposti a fare pur di realizzare i nostri sogni. E tu, lo faresti?

A SPASSO CON BOB
di Roger Spottiswoode con Luke Treadaway, Ruta Gedmintas, Joanne Froggatt, Anthony Head, Beth Goddard, Caroline Goodall
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Chi di voi nella vita non ha avuto un incontro magico? Questa è la storia vera di JAMES, un musicista di strada, che incontra BOB, un gatto rosso che gli salva la vita. Da allora non si sono mai più separati.

MANCANZA-PURGATORIO
di Stefano Odoardi con Angélique Cavallari e 17 abitanti del quartiere Sant’Elia di Cagliari 
(drammatico/ fantascienza)

Dalla cartella stampa ufficiale: In un ipotetico Purgatorio contemporaneo un Angelo naviga su un cargo che trasporta container in un viaggio verso l’ignoto mentre un gruppo di esseri umani si trova in un non luogo in attesa della possibile salvezza.

Mancanza-Purgatorio è il secondo film di una trilogia. Seguendo l’idea di base del progetto Mancanza, e la sua ricerca nel linguaggio del cinema, è un film non scritto. Per questo capitolo il regista ha dipinto degli acquerelli astratti che sono diventati l’effettiva scrittura per immagini del film, utilizzati durante le riprese e poi in fase di montaggio e per la scrittura delle musiche.

MORGAN
di Luke Scott con Kate Mara, Rose Leslie, Anya Taylor-Joy, Jennifer Jason Leigh, Paul Giamatti, Boyd Holbrook, Toby Jones, Michael Yare, Michelle Yeoh, Sam Spruell
(horror, thriller)

Sinossi ufficiale: Una Mediatrice (Kate Mara) viene mandata in un luogo Top-Secret dove dovrà indagare e valutare i danni causati da un incidente terrificante. Intuirà subito che l’accaduto è stato causato da un “umano””; apparentemente innocente ma che in realtà cela un lato pericolosissimo.

MASTERMINDS – I GENI DELLA TRUFFA
di Jared Hess con Zach Galifianakis, Kristen Wiig, Owen Wilson, Jason Sudeikis, Ken Marino, Mary Elizabeth Ellis, Leslie Jones, Devin Ratray
(commedia)

Sinossi ufficiale: Masterminds – i geni della truffa è la nuova, esilarante commedia con Zach Galifianakis (Una notte da leoni) e Owen Wilson. David Ghantt (Zach Galifianakis) è un semplice uomo dalla vita monotona che si appresta a vivere l’avventura più spericolata della sua vita, addirittura più estrema di quella che avrebbe potuto immaginare nella fantasia. Tutti i giorni David guida un blindato porta valori carico dei risparmi di sconosciuti. Il suo unico brivido di eccitazione è provocato da Kelly Campbell, la collega che lo convincerà a compiere la rapina del secolo! Insieme ad un gruppo di criminali senza cervello, guidati da Steve Chambers (Owen Wilson), David riesce incredibilmente a portare a buon fine un colpo da 17 milioni di dollari per poi commettere l’errore di consegnarli ai compagni di viaggio che stupidamente, non solo sperpereranno tutto il bottino, ma lasceranno in giro prove schiaccianti. In fuga dalle autorità, David dovrà nascondersi dal sicario Mike McKinney (Jason Sudeikis) e tentare di prendersi la sua rivincita.

Vissia Menza & Andrea Rurali
Articolo pubblicato anche su CineAvatar.it

n.d.r. un clic sui link in rosso per leggere le recensioni

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi