Ma se domani... > Cinema > Al Cineforum – Microbo & Gasolina: si vola alto

Al Cineforum – Microbo & Gasolina: si vola alto

Il poster del film Microbo & Gasolina
Il poster del film Microbo & Gasolina

l’abbonamento in una mano, un grande entusiasmo nell’altra, entro al cinema sicura di uscirne arricchita dal film francese, Microbo & Gasolina di Michel Gondry

ci attendono Daniel e Théo, due adolescenti che fanno amicizia a scuola, Daniel soprannominato Microbo perché piccolino e introverso, Théo un nuovo compagno detto Gasolina perchè vive con le mani nei motori e si sente

insieme si inventano un’estate speciale, costruiscono una macchina-cottage e scappano in cerca d’avventura

fin dalle prime immagini ci sentiamo in buone mani, rilassiamo le spalle, spalanchiamo gli occhi e le orecchie, l’attenzione è altissima, non vogliamo perderci nulla, accogliamo ogni fotogramma con trasporto e assorbiamo ogni pensiero, quanto è profondo Gondry e quanto sono all’altezza i due giovani protagonisti

si vola alto

Una scena di Microbo & Gasolina - Photo: courtesy of Movies Inspired
Una scena di Microbo & Gasolina – Photo: courtesy of Movies Inspired

il regista ci prende per mano e ci trascina nel potere dell’immaginazione e la voglia di realizzare i propri sogni, ah la forza della mente, il fascino delle visioni, quel desiderio di cambiamento tipico dell’adolescenza che in rari casi fortunati prosegue per tutta la vita e regala ai privilegiati una vita doppia, anzi tripla

Daniel e Théo sfoggiano grandi doti e costruiscono una bizzarra casa con le ruote per avventurarsi in un lungo viaggio alla ricerca della propria identità

un viaggio di formazione

ovviamente

Una scena di Microbo & Gasolina - Photo: courtesy of Movies Inspired
Una scena di Microbo & Gasolina – Photo: courtesy of Movies Inspired

ci ritroviamo immersi in una fiaba con tutti i suoi ingredienti, il bosco, l’amore, l’inverosimiglianza, l’azzardo, la magia, i pericoli, c’è perfino Shakira e lì nel mezzo quei due meravigliosi ragazzini che ci rapiscono per tutta la durata del film, come li stimiamo, inquieti e fragili sognatori, avversi a cellulari, giochi organizzati ed estati noiose trascorse nei campus

tennis, nuoto, calcio

calcio, nuoto, tennis

oh no

per carità

evviva il gioco libero con le sue regole personalizzate

contagiati da tanto entusiasmo le nostre menti aleggiano nelle loro regalandoci nuove energie, usciamo volteggiando tra la folla entusiasta mimando Théo nella galleria vuota e ci ripromettiamo di dare una dritta ai nostri destini

li adoriamo questi ragazzi

e

adoriamo Gondry

è

pura poesia

Elisa Bollazzi

 

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi