Ma se domani... > Cinema > Uscite della settimana > IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 15 giugno

IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 15 giugno

bbc film in uscita al cinema

I FILM IN USCITA AL CINEMA IL 15 GIUGNO

Come ogni settimana, torna l’appuntamento con “Il Bello, Il Brutto, Il Cattivo”, la rubrica dinamica e veloce per guidarvi alla scoperta dei film più significativi e delle novità cinematografiche del momento.

NERVE
di Henry Joost e Ariel Schulman con Emma Roberts, Juliette Lewis, Dave Franco, Miles Heizer, Emily Meade, Marc John Jefferies, Machine Gun Kelly
(thriller, avventura)

Sinossi ufficiale: Studentessa modello dell’ultimo anno delle superiori, Vee è sempre stata un po’ in disparte. Quando i suoi amici la incoraggiano a partecipare a un popolare social game online chiamato Nerve, Vee decide di iscriversi, anche solo per provare quello che in apparenza le sembra un gioco innocuo e divertente. E così, Vee viene risucchiata nel vortice adrenalinico della competizione, della fama e dei follower, assieme a un misterioso ragazzo (Dave Franco), ma a un certo punto il gioco diventa sempre più inquietante, con sfide via via più rischiose, in un crescendo ansiogeno che porterà alla prova finale dove la posta in gioco sarà altissima.

ASPETTANDO IL RE
di Tom Tykwer con Tom Hanks, Tom Skerritt, Sarita Choudhury, Sidse Babett Knudsen, Alexander Black, Dhaffer L’Abidine, Michael Baral
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Il Premio Oscar Tom Hanks è Alan Clay, un uomo d’affari in crisi che per rimettersi in pista vola in Arabia Saudita nel tentativo di concludere con il Re l’affare del secolo. Inizialmente disorientato da usanze locali incomprensibili ed estenuato dall’attesa del Re che tarda a riceverlo, Alan cerca di portare avanti il suo progetto con l’aiuto di un bizzarro tassista e di una bravissima dottoressa di cui si innamora. Mano a mano che l’amicizia tra i tre si rafforza, le barriere culturali crollano e Alan comincia perfino a immaginare di ricominciare tutto da capo lì, dove tradizione e modernità si fondano in modo misterioso e affascinante.

UNA DOPPIA VERITA’
di Courtney Hunt con Keanu Reeves, Renée Zellweger, Gugu Mbatha-Raw, Gabriel Basso, Erica McDermott, James Belushi, Ritchie Montgomery, Christopher Berry, Lara Grice, Lucky Johnson
(thriller, drammatico)

Sinossi ufficiale: Mike Lassiter (Gabriel Basso), ragazzo adolescente, uccide il padre violento (James Belushi). Un caso facile, un colpevole già scritto per tutti, ma non per l’ostinato avvocato difensore Richard Ramsey (Keanu Reeves), che ha promesso alla madre (Renée Zellweger) di scagionare suo figlio.
In seguito a questo omicidio il giovane Mike decide di trincerarsi in un silenzio ostinato, non rispondendo ad alcuna domanda, dopo aver detto in prima battuta “andava fatto tanto tempo fa”.
Un’apparente ammissione di colpa che non convince però Ramsey, intenzionato a portare alla luce la verità a qualunque costo. In un gioco di depistaggi e colpi di scena, si muovono testimoni non affidabili e personaggi ambigui, accompagnando lo spettatore in un labirinto di menzogne per un processo che si trasforma, passo dopo passo, in un’adrenalinica corsa contro il tempo. Ma se tutti mentono, qual è la verità?

PARIGI PUO’ ATTENDERE
di Eleanor Coppola con Diane Lane, Alec Baldwin, Arnaud Viard, Cédric Monnet
(commedia, drammatico)

Sinossi ufficiale: In questo film, che segna il debutto alla regia e alla sceneggiatura di Eleanor Coppola (di un film narrativo), l’attrice candidata agli Academy Award® Diane Lane, interpreta il ruolo della moglie di un produttore di Hollywood, la quale, inaspettatamente, si ritrova a fare un viaggio attraverso la Francia che risveglia in lei delle passioni sopite e una gioia di vivere perduta. Anne (la Lane) è a un punto di svolta nella sua vita. E’ sposata da tanti anni con un produttore cinematografico che (Alec Baldwin) pensa solo al successo e che la trascura. Improvvisamente, a seguito di una serie di eventi inaspettati, si ritrova a fare un viaggio in macchina da Cannes a Parigi, assieme a un socio in affari del marito (Arnaud Viard). Quello che doveva essere un banale tragitto di sette ore si trasforma in un viaggio alla scoperta di se stessa, grazie anche agli scorci pittoreschi, al buon cibo, all’ottimo vino, tanto humour, alcune perle di saggezza e molto, molto altro ancora.

CORNICHE KENNEDY
di Dominique Cabrera con Aïssa Maïga, Lola Créton, Alain Demaria, Kamel Kadri
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Le avventure di un gruppo di ragazzi che passano l’estate nei pressi di Marsiglia saltando in acqua dalla Corniche Kennedy, una strada che costeggia il mare. Una poliziotta, con l’incarico di supervisionare quella parte di costa, li osserva con il binocolo. I ragazzi continuano a sfidare la legge e la forza di gravità tuffandosi dall’alto, e presto le cose iniziano ad andare storte…  Non importano i divieti, i richiami all’ordine, i consigli alla prudenza: si sentono immortali! Ma non sono i soli a oltrepassare il confine di questa Corniche. Presentato alla VII edizione del Festival Rendez-Vous, Nouveau Cinéma Français.

CHIRURGO RIBELLE
di Erik Gandini con Erik Erichsen, Sennait Erichsen
(commedia, drammatico)

Sinossi ufficiale: Il chirurgo svedese Erik Erichsen, dopo aver prestato servizio per trent’anni in un ospedale in patria, stanco della burocrazia ha deciso di trasferirsi in un posto dove può fare più tranquillamente ciò che davvero ama: operare. In Etiopia, dove ci sono solo tre medici ogni centomila abitanti, il dottor Erichsen e sua moglie Sennait lavorano in un piccolo ospedale da campo ad Aira. Le risorse sono estremamente limitate, tanto che è costretto ad eseguire gli interventi chirurgici utilizzando ciò che ha a portata di mano, come un trapano elettrico a basso costo acquistato al supermercato locale, fascette, raggi di biciclette al posto del filo da sutura; ma il dottor Erichsen riesce sempre a cavarsela.

IL CRIMINE NON VA IN PENSIONE
di Fabio Fulco con Fabio Fulco, Stefania Sandrelli, Gianfranco D’Angelo, Maurizio Mattioli, Franco Nero, Orso Maria Guerini, Gisella Sofio, Ivano Marescotti, Rosaria D’Urso, Giacomo Piperno
(commedia)

Sinossi ufficiale: Le giornate scorrono tranquille nel centro anziani “La Serenissima”, almeno fino a quando una notizia improvvisa ne sconvolge l’atmosfera pacata…

IO DANZERO’
di Stéphanie Di Giusto con Soko, Melanie Thierry, Lily-Rose Depp, Gaspard Ulliel, François Damiens, William Houston, Louis-Do de Lencquesaing, Amanda Plummer, David Bowles, Denis Ménochet, Tamzin Merchant
(biografico, drammatico, musicale)

Sinossi ufficiale: Toulouse-Lautrec, Rodin e i fratelli Lumière la ammiravano devotamente. La regista Stéphanie Di Giusto riscopre Loïe Fuller, grande protagonista della meravigliosa Parigi dei primi del Novecento. Coperta da metri di seta, circondata di luci elettriche e colori, Loïe reinventava il suo corpo a ogni esibizione, sorprendendo il pubblico con la sua ipnotica e celebre “serpentine dance”. Divenuta presto il simbolo di una generazione, avrebbe fatto di tutto per perfezionare la sua arte, incurante anche della sua salute. Ma l’incontro con Osadora Duncan avrebbe cambiato presto tutte le carte in tavola..

LADY MACBETH
di William Oldroyd con Florence Pugh, Cosmo Jarvis, Paul Hilton, Naomi Ackie, Christopher Fairbank, Golda Rosheuvel
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Nell’Inghilterra del 1865 la diciassettenne Katherine è costretta a un matrimonio senza amore con un uomo più grande. Soffocata dalle rigide norme sociali dell’epoca, inizia una relazione clandestina con un giovane stalliere alle dipendenze del marito, ma l’ossessione amorosa la spingerà in una spirale di violenza dalle conseguenze sconvolgenti. Pur spostando l’azione nella campagna inglese dell’Ottocento, il film si ispira al romanzo breve di Nikolaj Leskov Lady Macbeth del Distretto di Mcensk, che Šostakovič nel 1934 trasformò in una celebre opera. “Nella letteratura di quel tempo”, afferma Oldroyd, “donne come Katherine di solito soffrono in silenzio, nascondono i loro sentimenti o si tolgono la vita. Ma in questa vicenda abbiamo una giovane protagonista che combatte per la sua indipendenza e decide il proprio destino, anche attraverso la violenza”.

Articolo pubblicato anche su CineAvatar.it

n.d.r. un clic sui link in rosso per leggere le recensioni

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi