Ma se domani... > Cinema > Uscite della settimana > IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 22 giugno

IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 22 giugno

bbc film in uscita al cinema

I FILM IN USCITA AL CINEMA IL 22 GIUGNO

Come ogni settimana, torna l’appuntamento con “Il Bello, Il Brutto, Il Cattivo”, la rubrica dinamica e veloce per guidarvi alla scoperta dei film più significativi e delle novità cinematografiche del momento.

TRANSFORMERS – L’ULTIMO CAVALIERE
di Michael Bay con Mark Wahlberg, Laura Haddock, John Goodman, Isabela Moner, Anthony Hopkins
(azione, fantascienza)

Sinossi ufficiale: L’ultimo Cavaliere infrange i miti fondamentali della saga di Transformers e ridefinisce il significato di eroe. Umani e Transformers sono in guerra, Optimus Prime se ne è andato. La chiave per salvare il nostro futuro è sepolta nei segreti del passato, nella storia nascosta dei Transformers sulla Terra. La salvezza del nostro mondo ricade sulle spalle di un’improbabile alleanza: Cade Yeager (Mark Wahlberg), Bumblebee, un lord inglese (Sir Anthony Hopkins) e una professoressa di Oxford (Laura Haddock). Arriva un momento nella vita di ognuno in cui siamo chiamati a fare la differenza. In Transformers – L’Ultimo Cavaliere la preda diventerà eroe. Gli eroi diventeranno cattivi. Un solo mondo sopravviverà: il loro, o il nostro.

CIVILTÀ PERDUTA
di James Gray con Charlie Hunnam, Robert Pattinson, Sienna Miller, Tom Holland, Angus Macfadyen, Daniel Huttlestone, Aleksandar Jovanovic, Edward Ashley
(avventura, biografico, drammatico)

Sinossi ufficiale: 1925, il leggendario esploratore britannico Percy Fawcett si avventura in Amazzonia, alla ricerca di un’antica civiltà, lo splendente regno di El Dorado, con lo scopo di fare una delle scoperte più importanti della storia. Dopo aver catturato l’attenzione di milioni di persone in tutto il mondo, Fawcett s’imbarca insieme al figlio, determinato a provare che quest’antica civiltà, da lui rinominata Z, esiste. Ma la spedizione scompare poi nel nulla …

PARLIAMO DELLE MIE DONNE
di Claude Lelouch con Johnny Hallyday, Sandrine Bonnaire, Eddy Mitchell, Irène Jacob, Pauline Lefèvre, Sarah Kazemy, Jenna Thiam, Agnès Soral, Valérie Kaprisky, Isabelle de Hertogh, Rufus, Antoine Duléry
(commedia, drammatico)

Sinossi ufficiale: Jacques Kaminsky (intepretato da Johnny Hallyday), fotografo di guerra di fama internazionale e padre assente, trascorre più tempo a prendersi cura della sua fotocamera che delle sue quattro figlie Primavera, Estate, Autunno e Inverno. Trasferitosi da Parigi a Praz-sur-Arly, un paesino ai piedi del Monte Bianco, vuole trascorrere un felice riposo dal lavoro in una splendida baita nelle Alpi con la sua nuova compagna Nathalie (Sandrine Bonnaire). Jacques, però, sente di essere arrivato a un momento dove, per essere realmente appagato, ha bisogno di riconciliarsi con la sua famiglia e le sue quattro figlie, avute da donne differenti. Compito arduo, perché lui ha sempre preferito il lavoro agli affetti familiari. Così, il suo migliore amico Frédéric (Eddy Mitchell) spinto da una profonda e irrazionale amicizia, tenterà di farlo riconciliare con la famiglia attraverso una messinscena. Un’oscura menzogna che sconvolgerà la sua vita e quella delle persone intorno a lui, in quei giorni di apparente e festosa tranquillità.

ROBERT DOISNEAU – LA LENTE DELLE MERAVIGLIE (al cinema dal 19/6)
di Clémentine Deroudille
(documentario, biografico)

Sinossi ufficiale: Robert Doisneau – La lente delle meraviglie è lo straordinario ritratto di uno dei più grandi fotografi del XX secolo, noto per capolavori immortali come “Il bacio” e per un approccio profondamente umanista verso l’Arte.

METRO MANILA (al cinema dal 21/6)
di Sean Ellis con Jake Macapagal, John Arcilla, Angelina Kanapi, Reuben Uy, Althea Vega, Leon Miguel
(drammatico)

Note di regia: Tutto è iniziato con una lotta: due dipendenti di una società di trasporti bilndati, in assetto da combattimento – cioè fucili M16, giubbotti antiproiettile e caschi Kevlar, che urlavano l’uno contro l’altro davanti al loro blindato. Si è conclusa con uno di loro che ha tirato un calcio al furgone, poi entrambi entrarono e si allontanarono. Tutto ciò è bastato a stimolare la mia immaginazione. Stavo visitando un amico a Manila quando assistetti a questo evento sorprendente, che mi rimase in mente al mio ritorno in Gran Bretagna: Continuavo a chiedermi di cosa stavano discutendo. E se un’idea continua a tornare … è unabase abbastanza importante da perseguire per un’idea cinematografica. Dopo 18 mesi di gestazione, avevo scritto una soggetto di 20 pagine con un chiaro inizio, sviluppo e finale, tutti basati intorno a quella scena avvenuta realmente davanti al blindato. Quindi presi un volo per Los Angeles per incontrare il vecchio amico e sceneggiatore Frank E. Flowers. Lavorammo ininterrottamente per due settimane su un trattamento che era basato su quel soggetto le sarebbe la base del film. Non era completo, ma con un viaggio nelle Filippine avrei potuto sviluppare compiutamente il progetto, è così è stato. Manila ha reputazione di essere una città molto violenta. Quello che si può notare all’arrivo nella metropoli sono gli agenti muniti di mitra a guardia di ogni negozio. Non solo nelle banche, ma addirittura da Starbucks. Anche la polizia municipale è munita di fucili. Poi venni a conoscenza anche della vera storia di Reginald Chua che ha dirottato il volo di Philippine Airlines 812. Reginald ha lavorato per suo padre, che possedeva un laboratorio di seta. Un delinquente locale ha ucciso il padre di Reginald e i lavoratori del laboratorio furono minacciati. Reginald non aveva altra scelta che chiudere l’attività. Disperato e al verde, Reginald si  imbarcò sul volo 812 e lo dirottò con una pistola. Dopo aver rubato tutti i soldi dei passeggeri, saltò dall’aereo con un paracadute fatto a mano dalla seta della fabbrica di suo padre. Writing this to see if it works.

GIROTONDO
di Tonino Abballe con Tonino Abballe, Massimiliano Buzzanca, Armando De Razza, Valentina Ghetti, Erika Marconi, Rosaria Razza, Antonella Ponziani
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Girotondo racconta la violenza fisica e psicologica subita da uomini e donne . Il percorso della vita narrato attraverso le vicende di Erika e Loredana , che danno immagine alla violenza subita dal proprio partner o da uno sconosciuto per strada , alla sofferenza patita durante una separazione oppure da un tradimento , alle decisioni difficili da prendere e alle conseguenze subite . Vicende di uomini e donne comuni , ma che nonostante tutto ancora credono nell’amore

THE HABIT OF BEAUTY
di Mirko Pincelli con Francesca Neri, Vincenzo Amato, Kierston Wareing, Nico Mirallegro, Nick Moran, Elena Cotta, Noel Clarke, Luca Lionello, Mia Benedetta
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Ernesto – un fotografo di successo – e la sua compagna Elena – gallerista – vivono in Inghilterra e decidono di tornare in Italia per trascorrere una vacanza. Sulle montagne del Trentino hanno un terribile incidente che sconvolgerà le loro vite per sempre. È l’inizio di un percorso intimo e doloroso, diverso per ognuno dei due. Finché, alla vigilia della mostra che dovrebbe riunire Ernesto a Elena dopo tre anni di silenzio, qualcosa di inaspettato li spinge a tornare nella loro terra, dove ancora vivono le famiglie, nel tentativo di ricostruire i legami con il passato e con la propria identità.

Articolo pubblicato anche su CineAvatar.it

n.d.r. un clic sui link in rosso per leggere le recensioni

Related posts

Comment(1)

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi