Ma se domani... > Libri > Recensioni > Ascoltando Assassinio sull’Orient Express

Ascoltando Assassinio sull’Orient Express

Recensione di Assassinio sull’Orient Express, il capolavoro di Agatha Christie in audiobook movie tie-in edition con GOODmood.

Assassinio sull’Orient Express, il celebre romanzo scritto dalla regina del giallo, è recentemente ri-approdato al cinema con nuovi volti e un brillante maquillage. Un rispolvero in grande stile grazie ad un sontuoso cast, diretto da Kenneth Branagh, in cui spiccano i nomi di Penélope Cruz, Willem Dafoe, Johnny Depp, Judi Dench e Michelle Pfeiffer. Una pellicola attesa per gli illustri precedenti cinematografici, con cui il confronto sarebbe stato inevitabile (soprattutto con il film del 1974 di Sidney Lumet che valse il terzo Oscar® a Ingrid Bergman), e per le pagine da cui è tratta, note pressoché ovunque.

l’affiche originale dell’Orient Express
l’affiche originale dell’Orient Express

Oggi parliamo proprio delle righe sgorgate dalla penna della scrittrice britannica nel lontano 1934, stese in una camera d’albergo di Istanbul sei anni dopo aver intrapreso il viaggio sul mitico Orient Express, che da Londra la condusse attraverso il Vecchio Continente sino alla Turchia e poi a Baghdad. Un treno che dal 1883 fu protagonista di tanti aneddoti e racconti, alcuni veritieri altri meno, che conobbe la sua epoca d’oro negli anni ’30 e che mantenne la sua allure inalterata sino all’ultima corsa, a dicembre 2009.

Se è vero che l’iniziazione ai gialli imponga la lettura del capolavoro di Agatha Christie, è altrettanto vero che dopo qualche decade sia necessaria una rinfrescata. E tale rinfrescata non debba tassativamente imporci notti insonni. Tra le cose affascinanti del XX° secolo che – ahinoi – stiamo perdendo, non vi è solo lo scorgere vasti territori dal finestrino di un meraviglioso convoglio, ma c’è anche la gioia di prenderci del tempo per ascoltare una storia che ci viene letta ad alta voce da professionisti. Ecco, è giunto il momento di riappropriaci di un po’ di quelle sensazioni.

A CACCIA DELL’ASSASSINO

Una volta c’erano i radiodrammi, adattamenti di testi teatrali che radunavano le persone intorno a giganteschi apparecchi radiofonici. Oggi ci sono il podcast e lo streaming via web, a portata di smartphone o tablet. La magia a prima vista ha lasciato il campo alla praticità ma, riflettendoci con cura, non è del tutto vero. Benché gli audiolibri offrano la comodità di poterne fruire in auto, metro o su qualsiasi altro mezzo, nulla ci vieta di ritagliarci una parentesi di relax, chiudere gli occhi, e trasferirci con la mente sul lussuoso vagone di prima classe Istanbul-Calais, al fianco del famoso investigatore belga Hercule Poirot. Quindi assistere alla soluzione di un delitto intricato, guidati solamente dai suoni e dalle voci di un manipolo di attori.

La cover dell’audiolibro Assassinio sull’Orient Express di GOODmood
La cover dell’audiolibro Assassinio sull’Orient Express

È quello che ho fatto a Natale. Determinata a rileggere il libro prima di affrontare il lungometraggio ancora in sala. Approfittando di una giornata uggiosa, mi sono gettata… nell’ascolto della sua versione audio. Le ore seguenti sono state una sorpresa. In certi momenti mi sono sentita un membro della famiglia di Joe in Radio Days. Ero così attenta ai rumori e alle parole scelte dai passeggeri di quel treno fermo nel cuore dell’Europa, da sobbalzare ad ogni scricchiolio. Ho permesso agli eventi di stupirmi come fosse la prima volta. E ho concesso alla fantasia di salire a bordo, dipingere le pareti e frugare tra i bagagli alla spasmodica ricerca di indizi.

L’audiobook di Assassinio sull’Orient Express di GOODmood ci regala un’esperienza davvero particolare: ci pare di sentire un film! La storia narrata da Anna Canzi, Giancarlo De Angeli, Leo Valli, Marco Zanni, Riccardo Peroni e Tina Venturi è, infatti, arricchita da un sound design che riproduce musiche, suoni, finanche gli ambienti, creando un’atmosfera insolita – e molto suggestiva – in cui i 149 minuti di durata scorrono ad altissima velocità. L’illusione è tale da percepire odori e presenze frutto della nostra immaginazione. È un’avventura tesa, coinvolgente, che profuma di antico. Da ripetere al più presto.

Vissia Menza

INFORMAZIONI UTILI

Per la scheda libro, scoprire la trama (se l’avete scordata, dovete recuperare immediatamente) e un’assaggio audio, basta recarvi sul sito GOODmood.it . È da notare la presenza in catalogo di una nutrita selezione di opere firmate da Agatha Christie, oltre alla narrativa, alle fiabe e alla manualistica.

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi