/, Mostre, Mostre a Milano/L’ITALIA DI MAGNUM in mostra a Milano

L’ITALIA DI MAGNUM in mostra a Milano

By |2018-08-29T18:35:41+00:00maggio 22, 2018|Fotografia, Mostre, Mostre a Milano|

Alla scoperta de L’ITALIA DI MAGNUM Da Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin, l’esposizione al Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano sino al 22 luglio 2018.

Leonard Freed, Roma, maggio 1974 - Photo Leonard Freed / Magnum Photos

L’Italia di Magnum – Leonard Freed, Roma, maggio 1974 © Leonard Freed / Magnum Photos

Ci sono secoli quieti e altri in cui imperversano rivoluzioni. Il ‘900 sicuramente non lo ricorderemo per il suo immobilismo. Ha visto due conflitti mondiali, un susseguirsi di fermenti artistici, le trasformazioni culturali e sul finale pure gli albori di quell’esplosione tecnologica che sta condizionando il nuovo millennio.

In settant’anni le abitudini della gente sono cambiate e l’Italia tutta si è modificata. Prima la speranza è tornata sui volti delle persone, poi sono sopraggiunte le conquiste femministe e infine vi è stata un’alternanza di boom e crolli economici, di cui avvertiamo ancora oggi il riverbero.

Ma l’Italia è, e sarà sempre, particolare per il suo traboccare cultura, arte e cinema e per la sua abilità di sedurre letterati, studiosi e fotografi stranieri. Sia prima che durante e dopo la guerra, nelle vie della Capitale si potevano incontrare i più noti maestri della fotografia del momento. Non può quindi stupire che molti scatti iconici di Roma, Firenze e altre meraviglie tricolore, siano di professionisti confluiti in quella che sarebbe diventata una delle più famose agenzie fotografiche del mondo: Magnum Photo.

L’Italia di Magnum - Martin Parr, Venezia, 1989 - Photo by Martin Parr / Magnum Photos

L’Italia di Magnum – Martin Parr, Venezia, 1989 © Martin Parr / Magnum Photos

Da qualche giorno, nella cornice del Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano, il legame tra Magnum e il Bel Paese è celebrato con una mostra. Si chiama, non a caso, L’Italia di Magnum l’intima e suggestiva esposizione che, sino a domenica 22 luglio, attraverso 150 immagini, scelte con cura, ripercorre la storia italiana dagli anni ’40 ad oggi.

Cinque foto per ogni decade, firmate da 20 nomi importanti – da Cartier-Bresson a Elliott Erwitt, da Robert Capa a Martin Parr, senza dimenticare Ferdinando Scianna a Paolo Pellegrin, solo per citarne alcuni – ci aiuteranno a mantenere vivo il ricordo di un passato e di evoluzioni di cui la maggioranza di noi dovrebbe avere memoria, quantomeno indiretta.

L’insieme degli scatti dà vita ad un sorprendente viaggio in fast forward attraverso quello che eravamo e siamo diventati. Partiamo dalle macerie ma presto ci ritroviamo in mezzo a persone stupite dalle volte della Cappella Sistina. Saliamo sul ring delle Olimpiadi di Roma e poi scendiamo in piazza per il referendum sul divorzio. Non ci facciamo mancare nulla, neppure due salti nelle discoteche romagnole, i fumogeni delle vie di Genova durante il G8 e via così sino a quando la corsa raggiunge il capolinea.

L’Italia di Magnum -Thomas Dworzak, Roma, 5 giugno, 2004, Proteste contro la visita del presidente americano Bush - Photo by Thomas Dworzak / Magnum Photos

L’Italia di Magnum – Thomas Dworzak, Roma, 5 giugno, 2004, Proteste contro la visita del presidente americano Bush © Thomas Dworzak / Magnum Photos

E c’è di più. L’Italia di Magnum apre una finestra su ciò che è stato senza mai uno sguardo giudicante o morboso, al contrario, è rispettoso del dolore, riserva un pizzico d’ironia alle bellezze al bagno anni ’50/‘60 e rispolvera la magia di Cinecittà. È un ventaglio di emozioni impossibile da resistere che in alcuni passaggi stimola efficacemente una riflessione sull’epoca attuale.

L’esposizione curata da Walter Guadagnini segue la scia di festeggiamenti per il 70° anniversario di Magnum Photo e si distingue per essere la prima nata dal sodalizio tra Camera (Centro Italiano per la Fotografia di Torino) e il Museo Diocesano. La speranza è che lo spazio appena riallestito diventi un nuovo punto di riferimento cittadino della fotografia.

Vissia Menza

INFORMAZIONI UTILI
L’ITALIA DI MAGNUM. Da Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin

Dove: Milano, Museo Diocesano Carlo Maria Martini (ingresso da piazza Sant’Eustorgio 3)
Quando: dal 9 maggio al 22 luglio 2018
Orari: da martedì a domenica dalle 10 alle 18
Chiuso: il lunedì (eccetto festivi)
Catalogo: Silvana editoriale
Mappe e biglietti sul sito: http://chiostrisanteustorgio.it/
Contatti tel. 02 8940 2671 oppure info.biglietteria@museodiocesano.it

L’Italia di Magnum - Erich Lessing, Cesenatico, 1960, In spiaggia - Photo by Erich Lessing / Magnum Photos

L’Italia di Magnum – Erich Lessing, Cesenatico, 1960, In spiaggia © Erich Lessing / Magnum Photos

Foto: si ringrazia l’ufficio stampa

Ennio Flaiano amava ricordare che “Il cinema è l’unica forma d’arte nella quale le opere si muovono e lo spettatore rimane immobile.”, ed è Vissia ad accompagnarci con passione e sensibilità nelle mille sfaccettature di un’arte in movimento. Ma non solo. Una guida tout court, competente e preparata, amante della bellezza, che scrive con il cuore e trasforma le emozioni in parole. Dal cinema alla pittura, con un occhio vigile per il teatro e la letteratura, V. ci costringe, piacevolmente, a correre per ammirare un’ottima pellicola o una mostra imperdibile, uno spettacolo brillante o un buon libro. Lasciarsi trasportare nelle sue recensioni è davvero facile, perdersi una proiezione da lei consigliata dovrebbe essere proibito dal codice penale. Se qualcuno le chiede: ma tu da che parte stai? La sua risposta è una sola: “io sto con Spok, adoro l’Enterprise e sono fan di Star Trek”

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi