Il fine settimana si conclude dove/come è iniziato: in un gremito Teatro Strehler con proiezione di lungometraggio di sapiente regista argentino, con buona fotografia e con buon ritmo, ma… è un costante dejà vu. Insomma se avete altro che bolle in pentola, ecco… fatelo!
E’ incredibile come un film seppur ritmato e ben confezionato possa non comunicare e lasciare semplicemente senza parole. Mi rassereno: pellicola talmente insipida che, nonostante tra i vari eccessi mostri un mènage à trois, alcune persone in sala si sono addormentate.

D’altra parte mi era andata troppo bene nel pomeriggio…

Condividi