Ma se domani... > Cinema > Recensioni > Recensione film 2012

Recensione film 2012

Valeva la pena aspettare un po’: magnifica recensione di V., glossata con i miei commenti, come sempre in corsivo.

Alf76

 

 

“Se mi accompagni all’EICMA, ti faccio da chaperon al cinema – film in prima visione a tua scelta!”.

Se ricevi una mail del genere di venerdì 13, ti illudi di aver vinto alla lotteria! Dies in cui qualsiasi eventuale sfiga viene accettata come ineluttabile; interlocutori che ben sanno quanto sia rischioso darmi carta bianca nella scelta di una proiezione (ultimamente ho trascinato le mie vittime predilette a vedere bizzarre retrospettive sul cinema francese e mi sono fatta “perdonare” con film di richiamo quale Capitalism omettendo che fosse in lingua  originale, ah!); e da ultimo, non scordiamoci che a me le moto PIACCIONO.
Ahimè, in questa grigissima ed umida domenica ho la certezza di non aver fatto un grande affare. Come se non bastasse, siccome sono riuscita a trascinare Alf a vedere il suo primo film catastrofico al cinema, pure di sabato sera (!), gli ho concesso il compito più divertente (se state leggendo non sarà difficile capire quale ;))

Mettiamola così: ad un certo punto mi sono augurato che il cupolone si schiantasse davvero sull’ala destra della sala, quella da cui partivano applausi ad cazzum, coretti, frizzi e lazzi. Per un secondo ho pensato di essere diventato uno snobbino (cit.) da cinema d’essai (cosa di una improbabilità disarmante), ma all’urlo “Grande Silvio!” su una citazione del premier italiano ho immaginato una doppietta da caccia grossa. Il tutto condito da un episodio finale che racconto in coda, per non interrompere ulteriormente il fluire di questa recensione.

A questo punto sarà oramai chiaro che il film oggetto di questo post è 2012, visionato in cinema con vista Madonnina allo spettacolo in seconda serata di un sabato con tipico clima da pianura padana in novembre. Io ironicamente definisco una serata così la serata full optional!

Premessa: prenotazione del ticket rocambolesca col sito talmente preso d’assalto che non caricava neppure la main page già nel tardo pomeriggio. Una volta riusciti nell’impresa, scelta delle poltrone meno peggio tra quelle disponibili (era già ben visibile sullo schermo un immenso blob rosso) e se in prima battuta orario di incontro alle 22.10 sembrava azzardato, di sicuro le gomitate per farsi strada alle macchinette per il ritiro dei ticket ci hanno tenuti occupati sino agli ultimi istanti. Flora e fauna colorita, incredibile vedere come le catastrofi accomunino le più  variopinte etnie, età media in sala che tre over 30 non hanno minimamente scalfito.

Dopo questa lunga introduzione, eccomi qui a cercare di descrivere l’americanata di dimensioni apocalittiche che ho affrontato. Decisamente le 5 ore trascorse al Salone del ciclo e motociclo sono state una passeggiata confronto alle 3 del film di Roland Emmerich, che definire lento, privo di contenuti, dejà vu ed anonimo è un puro atto di onestà intellettuale.
Neppure i cori da stadio, le ilari risate della giovane popolazione in sala ed il continuo gozzovigliare sono riusciti a rendere più leggero questo polpettone dei buoni sentimenti.
L’entrata in scena di Woody Harrelson mi aveva fatto per un attimo sperare che il film prendesse quota, ma purtroppo era solo un troppo breve cameo in un mare di noia. A me pare che oggigiorno non bastino degli effetti  speciali “normali”, una regia di richiamo e leggere nomi come Danny Glover o Oliver Platt nei titoli di testa per considerare il film un capolavoro, sbaglio?
Un diluvio universale e la conseguente corsa all’Arca della salvezza, il sacrificio di tutti per la salvezza dei soliti briganti che però cedono in extremis ai buoni sentimenti (NB nei confronti di un “volgo”sopravvissuto grazie al pagamento della modica cifra di 1 mld di euro a cranio – ah però…), il trionfo della famiglia, genitori che per la  salvezza dei figli si gettano nel vuoto, la solo ammiccata love story tra i “buoni” sono elementi che divengono indigeribili se non supportati da una t r a m a BEN ritmata.

Chiudo proponendo un quiz o clicca-voto (Alf chiedo a te il supporto informatico necessario).
Domanda: secondo voi chi era l’eroe della storia?
Possibili risposte:
1.    il Presidente anziano e saggio fedele al suo popolo;
2.    lo sgangherato papino John Cusack che salva la sua family;
3.    il giovane scienziato che scopre l’arrivo della fine del mondo;
4.    altri soggetti (indicando il personaggio).
Ho bisogno del vostro aiuto perché io questo dubbio non l’ho ancora sciolto : - (

 


Mi rendo conto che la maestria della pellicola varrebbe un ulteriore intervento recensotio, ma grazie a V. abbiamo già dato (e il sondaggio sarà qui sulla destra a breve)

Posso quindi dedicarmi ad una serie di ringraziamenti: il primo, e più sentito, è agi responsabili del cinema, che hanno avuto la brillante idea di spegnere le luci in sala e – immagino conseguentemente – quelle dei bagni, sette minuti netti dopo la fine della proiezione.
Ero appunto intento in quel gesto fisiologico con cui i cani segnano il territorio, e con un certo sospiro di soddisfazione. Temo di aver atteso con cupidigia i titoli di coda anche per la quasi insopportabile pressione della vescica…

Allo spegnimento della luce, urla femminili nel bagno a lato, paragonabili solo agli strilli provenienti dalla curva sala con cui venivano sottolineate le fasi salienti del film; e mentre mi rendevo conto che non avrei saputo dove indirizzare l’ameno getto (cosa che mi preoccupava limitatamente, a quel punto…), e mi tastavo contemporaneamente alla ricerca di una fonte di luce, ho lanciato un ringraziamento al mio essere fumatore: senza accendino, non so davvero come avrei trovato la strada di uscita.

Related posts

Comment(1)

  • Dicevano di noi...
    11/15/2009 at 21:46

    # 1
    Sondaggio online qui, sulla colonna di destra. Partecipate!
    Di Alf (inviato il 15/11/2009 @ 21:46:25)

    # 2
    Ma perchè sono nato “appassionato di cinema di fantascienza”? Non potevo, che so, innamorami del cinema tibetano (quello muto, s’intende…). La recensione è illuminante, e dovrebbe tenermi lontano dalla sala ma – ahimè – so già che andrò a vedere quet’ulteriore “boiata pazzesca”. E che Billy Wilder mi perdoni
    Di osky (inviato il 15/11/2009 @ 21:52:23)

    # 3
    Andrò a vederlo con la consapevolezza di buttare via il mio tempo. Ma lo andrò a vedere lo stesso!
    Di Alessio (inviato il 15/11/2009 @ 22:04:12)

    # 4
    Osky ho il medesimo problema!Prova a posticipare le letture sul fanta-film al dopo visione così perlomeno l’effetto sorpresa rimane (non ti dico il mio di ieri – aahahaha! )Curiosa di leggere chi sia secondo te l’eroe…
    Di V. (inviato il 15/11/2009 @ 22:08:10)

    # 5
    Osky, Alessio….ma che diamine! Siete in corsa per vincere il “Tafazzi” d’oro?( Chissà se qualcuno si ricorda di Tafazzi!!!?) Ascoltate V. che di cinema pare ne capisca. Prometto: io NON andrò a vederlo !Sempre ottimo il livello delle recensionidiV. Avanti così.
    Di Artemisia (inviato il 15/11/2009 @ 22:24:42)

    # 6
    Provo a rispondere al quesito finale : la risposta è 4, anche se ammeto di essere vagamente indeciso tra Presidente del Consiglio italiano, dalla nulla somiglianza con il nostro amato Presidente, che nella finzione attende impavido con il popolo la fine raccolto in preghiera e che invece sapremmo tutti a Villa Certosa in dolce compagnia…o padrone russo Yuri che consente alla famigliola separatamente felice un atterraggio sull’Himalaya in Bentley più semplice di un parcheggio in centro a Milano…Comunque una cosa è certa, in occasione del prossimo salone della moto non pronuncerò più una frase siffatta!
    Di FPU (inviato il 15/11/2009 @ 23:37:03)

    # 7
    Io queste recensioni le adoro
    Di Max (inviato il 16/11/2009 @ 22:27:47)

    # 8
    Per votare la recensione clicca sul link
    Di VotaQui (inviato il 16/11/2009 @ 22:29:10)

    # 9
    Io ho visto il film…..ovviamente i gusti sono gusti ,secondo me è un ottimo film per chi vuole buttare qualche ora della propria vita :DDi questo film salvo solo gli effetti speciali. E’ uno dei pochi film in cui speravo che qualche tzunami spazzasse via il protagonista (lo scrittore). La voce del doppiatore fa letteralmente ca gare,meglio farsi un clistere al contrario che ascoltarlo mentre parla .
    Di Rob (inviato il 16/11/2009 @ 22:41:16)

    # 10
    Rob, che grazia il tuo finale! Lord Brummel, al tuo confronto, solo cloache poteva pulire!!
    Di Monsignor della Casa (inviato il 16/11/2009 @ 22:53:12)

    # 11
    ma quanto sono fortunata??? bravi ragazzi continuate così, scrivete le vostre opinioni ed interagite tra voi. Se necessario apriamo un dibattito ;)Meraviglioso…Che dici Alf?grazie
    Di V. (inviato il 16/11/2009 @ 23:10:18)

    # 12
    Dico che mi piace un sacco, si si si si!!! E dico anche di votare nel sondaggio
    Di Alf (inviato il 16/11/2009 @ 23:12:46)

    # 13
    cara v, ci sono voluti un po’ di giorni per “digerire” il film, dopo averlo “masticato” a lungo… A me piace la fantascienza. Tutta. Dalla serie A alla Z. Che ci posso fare, sono così da bambino e non ho trovato ancora un medico, bravo ma molto bravo, che possa aiutarmi! L’ho trovato lungo, però alla fine mi sono detto: vabbè, ho visto di peggio, vah… Secondo te, è grave una reazione del genere? Ps: l’eroe? E’ il radiocronista pazzo, lui sì che sa come affrontare… una fine del mondo!
    Di osky (inviato il 22/11/2009 @ 19:39:42)

    # 14
    Caro Osky, nonono non farti curare la passione per il cinema di fantascienza – per l’amor del cielo! Se rimango la sola con la fanta-sindrome poi chi mi commenta ???La mia è delusione nei confronti da un lato di un regista che è riuscito a partorire una meravigliosa commedia fantascientifica quale Independence Day e dall’altro nei confronti di un film su cui avevo riposto speranze (e ora come convincerò i miei amichetti ad accompagnarmi al vedere pellicole di fantascienza???) –> Tu da quanto tempo non vedi fanta-film come si deve?
    Di V. (inviato il 22/11/2009 @ 22:28:16)

    # 15
    Guarda, io ci vengo comunque senza problemi. Non ero mai stato in un cinema come in curva, quindi qualcosa da ricordare comunque c’è! (e poi, ho appena ripreso a metterci piede)
    Di Alf (inviato il 22/11/2009 @ 22:35:28)

    # 16
    Cara V, che bella domanda: a parte la fanta-scemenza (il cinema Usa), i sequel (alien, star trek, star wars…) e i remake (ultimatum alla terra, invasione degli ultracorpi…), di fanta-film come si deve negli ultimi dieci anni, in effetti, ne ho visti pochi. Direi Punto di non ritorno (inquietante), Fantasmi da Marte (un ottimo Carpenter), Pitch black (fs d’altri tempi) e Minority report (anche se rovinato dal finale…). Ma la speranza è l’ultima a morire, sabato andrò a vedere Moon: speriamo bene!
    Di Anonimo (inviato il 23/11/2009 @ 16:10:25)

    # 17
    Ps: l’Anonimo ovviamente sono io! E’ stato un lapis…
    Di osky (inviato il 23/11/2009 @ 16:11:41)

    # 18
    Ah ah ah.. un lapis, oppure un errore di STOMPA
    Di Alf (inviato il 24/11/2009 @ 12:21:40)

    # 19
    ehm io conoscevo “l’orrore di stompa” (si si lo so Alf mi stai dando della precisina del c***o, ma mi piace così :))Dedichiamoci ad Osky, il quale ha citato delle vere e proprie pietre miliari della fanta-cinematografia, quindi caro Alf segnati quanto sopra e provvedi al più presto a colmare eventuali lacune…tu sai…Osky, 1000 punti per aver citato Pitch Black (credevo di averlo visto solo io!) e se dovessi chiederti di restringere il campo all’ultimo anno cosa salveresti? Sabato sarò in gita a teatro, quindi attenderò trepidante TUA recensione su MOON.
    Di V. (inviato il 24/11/2009 @ 21:53:33)

    # 20
    cara v, il campo è molto ristretto, ma ci provo. Dopo tante delusioni, mi è piaciuto l’ultimo star trek: abrams è riuscito a fare un film discreto, cercando di non compiacere soltanto i fans della serie… E poi ho apprezzato E venne il giorno: credo che shaymalan sia uno dei registi più originali del momento. Adoro tutti i suoi film. Moon? Va bene, spero di essere all’altezza! 🙂 Ps: venerdì pomeriggio, udite udite, andrò a trieste a seguire la lezione di cinema tenuta da… sir cristopher lee!
    Di osky (inviato il 24/11/2009 @ 23:49:02)

    # 21
    Ciao Osky che invidiaaaaa..Caspita, la vostra zona è proprio viva!!! Qui in the city non fanno mica quel genere di incontri 🙁 –> ti faccio notare che i post a tuo carico potrebbero essere DUE – ora corrompo l’editore ;)Da vera trekker ammetto di aver gongolato quando ho visto la regia di J.J. Abrams nell’ultimo film e, concordo con te, non ha deluso le aspettative a differenza di Shyamalan che invece mi lascia perplessa: ho apprezzato una pellicola (The Sixth Sense), ho storto il naso con Unbreakable (terrorizzata all’idea che abbia fatto un sequel), mi sono addormentata con Signs (ehm .. sai per caso dirmi il finale?), mi sono torturata con quella gran porcheria di The Village e nonostante Lady in the Water susciti la mia curiosità ad oggi non ho ancora trovato il coraggio di guardarlo. Dici che mi sono persa qualcosa? Putroppo trovo le storie troppo prevedibili anche se apprezzo lo sforzo di ritagliarsi un genere “tutto suo”. In attesa dei tuo post aspetterò ansiosa illuminazione sui film di Shyamalan
    Di V. (inviato il 25/11/2009 @ 22:10:43)

    # 22
    Cara V, certo, nessuno dei suoi film è perfetto: All’inizio, ho trovato anch’io Sign decisamente irritante (in particolare ilfinale! :)), e mi sono sbellicato dalle risate con The village. Ma, secondo me, Shyamalan va valutato per l’insieme delle sue opere: è uno dei pochi ad esprimere una visione del fantastico nel quotidiano (senza apparenti contrasti), a raccontarci ancora delle favole (come Tim Burton), a girare senza troppi effetti speciali in un genere (la fantascienza) che oggi regge soltanto grazie alla computer graphic. E poi, mi piace perchè vezzosamente, alla Hitchcok, fa un’apparizione in tutti i suoi film! Christopher Lee? Non vedo l’ora. Relazionerò, promesso!
    Di osky (inviato il 26/11/2009 @ 23:56:23)

    # 23
    la cosa più bella è il pensare che nel 2012 possa succedere davvero….un’onda di marea di 1500 metri!! Da fare impallidire il Poseidon! Un sogno questo movie!
    Di Jk (inviato il 04/12/2009 @ 00:50:53)

    # 24
    film orrendo con trama senza senso ed effetti speciali lontani anni luce dal rendere verosimile una catastrofe.forse piu adatti ai cartoni animati
    Di luka (inviato il 20/12/2009 @ 20:37:51)

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi