Browserina, ovvero come approcciare una ragazza in chat

Ciao a tutti,
oggi non mi limiterò a proporvi i soliti estratti dalle mie chiacchierate online che tanto amate (…), ma mi permetterò persino di offrire un paio di consigli ai maschietti che tentino di iniziare una conversazione con una ragazza in chat. E poi non si dica che non mi preoccupo per voi, eh!

Iniziamo come una realtà assoluta: in chat le normali statistiche uomo/donna sono ribaltate. Dunque si connettono a queste stanze virtuali una ragazza per ogni quindi/venti maschietti. Cosa significa? Significa che dovete colpire. Quindi, per favore, eliminate dal vostro vocabolario la frase “Ciao. Come stai?”. Ogni ragazza ne riceve circa 80 ogni sei minuti.

Secondo consiglio: ragazzi, evitate i nomignoli e i vezzeggiativi nella prima frase di approccio. Quando ricevo un “Ciao tesoro” o peggio “Ciao amore” il primo pensiero è “ma abbiamo mai diviso una coda alla vaccinara?”, ed il secondo è cercare rapidamente la finestra di chiusura della chat.

Ultimo, ma non meno importante: le abbreviazioni e soprattutto le k “ad ogni costo” non sono obbligatorie! Danno semplicemente l’idea che dall’altra parte della tastiera ci sia un adolescente brufoloso e poco interessante, e inibiscono di conseguenza ogni desiderio di conversazione.

E ora, via con gli esempi (quelle con caratteri piccolini si aprono con un click) ;-)

Scarica il calendario di Browserina 2013

Comments

  1. Andrea Guernica says:

    Divertentissime le risposte.. :) non pensare però che le ragazze siano esenti da errori grammaticali e altri generi di risposte a questo tipo di domande scontate :)

  2. Fede79 says:

    Apprezzo molto questi tuoi consigli anche se ad essere sincero ci sono 2/3 punti su cui non sono d’accordissimo. Innanzitutto il web o meglio i social network sono zeppi di uomini sfigati che si spacciano per donne lesbiche solo per avere in cambio foto di donne nude, quindi capita spesso di imbattersi in questi soggetti senza ovviamente ricevere alcuna risposta essendo uomini. Secondo posso essere d’accordo con te che è stuccante ricevere migliaia di messaggi con scritto “ciao come stai?” ma di solito una conversazione almeno con un “ciao” o “buongiorno” dovrebbe iniziare poi….Infine ho notato che le risposte ai messaggi sono prossime all’1%, ora se una non ha voglia di parlare o di chattare cosa si iscrive a fare su un social network?? Elimina i decerebrati che scrivono come primo messaggio cose del tipo ” Ciao, sei troppo bona” “Ciao ti sc***** ovunque” o cose simili, ma se uno scrive un messaggio educato per fare due chiacchere perchè non rispondere….Buona serata e complimenti per il blog

  3. Anonymous says:

    sto crepando dalle risate

  4. marco says:

    Ei ciao, ho trovato veramente interessante la tua spiegazione, perchè hai espresso una parte dei concetti importanti e in maniera semplice rispetto a chi lo spiega in un modo dettagliato ,che secondo me potrebbe incasinare una persona, poi dipende dall’argomento, owiamente :). Continuando a leggere il tuo blog, non mi sono perso di certo, gli esempi di chat che hai postato ;). Voglio chiederti una cosa, ma è vero che alla maggior parte delle ragazze non “ama” tanto che un ragazzo gli posti delgi smile in chat , poi owiamente dal tipo di conversazione e dalla persona che li riceve . Perchè comunque, secondo me , quando bisogna comunicare in in prima persona , non vien dato tanto peso per quello che si dice ma come viene espresso ; e per questo che in chat quando si vuole esprimere qualcosa se lo accompagna con uno smile . Spero in una tua risposta :D . Ciao!

    • Browserina says:

      Allora, ho fatto un rapidissimo sondaggio fra le amiche e il risultato è: ok agli smile ma con moderazione! E, soprattutto, limitarsi a quelli comprensibili: a volte arrivano delle robe che sembrano il risultato di uno starnuto di un elefante! Grazie dei complimenti!

  5. marco82 says:

    ahahah da applausi!! cmq, confermo che certi uomini sono proprio patetici/ridicoli nell’approcci… mi sono iscritto per scherzo ad un sito per incontri con un nick femminile (giusto per farmi 4 risate) ed in effetti gli approcci come quelli riportati sopra erano parecchi… però, mi sono anche chiesto: ma se questi qua ricevono tutte risposte del tipo “due di picche”, si stancheranno di approcciare così, no?? oppure… oppure forse tutti questi “due di picche” non ne ricevono… però, a quel punto, voglio proprio vedere chi è quella donna che accetta un approccio del genere!!

  6. King of Limbs says:

    Sono abbastanza d’accordo con Marco: rompere il ghiaccio in chat è difficile, soprattutto nei siti in cui gli iscritti sono lì per incontrarsi, tipo Badoo.

    Ho tentato decine di approcci, la maggior parte dei quali non ha portato a niente, nessuna risposta.

    Forse un’educata discrezione viene vista come eccessiva timidezza?

    In fondo, anche per me, dall‘altra parte di una foto di profilo di una bella ragazza, o di una ragazza carina, …o di una ragazza passabile… insomma, di una ragazza, si cela di fatto una persona sconosciuta, che spesso nemmeno ha fatto lo sforzo di scrivere due righe di presentazione sul suo profilo (e magari ha caricato centinaia di selfie). Comincio a pensare che forse hanno ragione certi miei compari che si iscrivono ai social con un determinato …scopo, e, senza scomodare la legge dei grandi numeri, hanno successo nell’ottenere esattamente quello che cercano.

    Tuttavia non mi interessa la botta e via: ho avuto anche questo tipo di esperienza, e mi ha intristito parecchio.

    Quindi, OK: l’approccio in chat non deve essere banale, e patetico… ma non dimentichiamoci che si deve comunque essere gentili nell’affacciarsi, anche se solo da una finestra virtuale, sull’esistenza di qualcun altro.

  7. Fotografo62MI says:

    Sono approdato qui dopo aver visitato il tuo profilo su Netlog, e sto sorridendo (anche sghignazzando) leggendo questo articolo, penso che mi fermerò un po’ qui a leggere altro.

    Il mio pensiero è che molti che approcciano in questi modi applicano, in fondo, quello che in statistica si chiama “metodo Montecarlo”: il principio è che anche una schiappa a cui dai in mano un arco, se scocca mille frecce almeno un centro lo fa :D

    • Browserina says:

      Altrimenti detta, in altri lidi più marinari, “pesca a strascico”. E’ una risposta ;-)
      Grazie per aver condiviso le risate!!!

N.B. i campi Name, Email e Web site sono OPZIONALI

Speak Your Mind