Ma se domani... > Libri > Recensioni > Recensione racconti Ferragosto in giallo

Recensione racconti Ferragosto in giallo

Queste sono le tradizioni che ci piacciono! Come ogni anno, e dopo il successo di Natale in Giallo (datato 2011) e Capodanno in giallo (del 2012), Sellerio scatena i suoi giallisti di razza su un tema comune, che questa volta si identifica con il Ferragosto. Nel giorno estivo per eccellenza, quello che dovrebbe essere dedicato al relax più assoluto, i protagonisti dei romanzi di Andrea Camilleri, Gian Mauro Costa, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini e Francesco Recami si troveranno dunque alle prese con piccoli e grandi enigmi.

Si parte con il commissario Montalbano, e le sue ferie estive, naturalmente Livia-accompagnate, subiscono un brusco stop quando un cadavere viene ritrovato proprio dai due piccioncini su una spiaggia: una overdose molto sospetta che non convince affatto il poliziotto più adorato dai lettori italiani.

Il fondo di amarezza che accompagna il finale del racconto di Camilleri viene stemperato dall’ironia e l’umorismo di Marco Malvaldi e dei terribili vecchietti del BarLume: tra sigarette elettroniche e la compianta partenza di Fusco, il commissario che in fondo li sopportava con magnanimità, i quattro pensionati ed il “barrista” Massimo avranno a che fare con la morte di un (fastidiosissimo) miliardario russo.

Antonio Manzini ci ha regalato con il vicequestore Rocco Schiavone uno di quei protagonisti complessi, a volte fuorigiri, capace di andare un pelo oltre la legge quando è necessario. La ricetta funziona anche in questo racconto che parte da una rapina non andata secondo i piani…

Resta vivo, benchè abbandonato quasi da tutti, anche il ballatoio della Casa di ringhiera di Francesco Recami: il povero De Angelis si vede capitare in casa una bellissima ragazza inseguita da loschi figuri. Nulla è come sembra, tranne l’auto amorevolmente accudita dal protagonista…

Un passato da elettrotecnico, un presente da investigatore privato, la noia della battigia: sono gli ingredienti che mettono in moto Baiamonte, nato dalla fantasia di Gian Mauro Costa.

Petra Delicado e Fermín Garzón, indimenticabili protagonisti dei gialli di Alicia Giménez-Bartlett, sono alle prese con un caso spinosissimo: l’omicidio della moglie di un collega poliziotto ed un insieme di prove che sembrano convergere proprio verso il vedovo.

Sono racconti differenti – tutti oggettivamente riusciti – e accumunati da una caratteristica: la forza dei protagonisti, personaggi che ormai abbiamo imparato ad amare e che non smettono di affascinarci neppure in una forma narrativa, quella del racconto, tradizionalmente poco propizia per i giallisti, che amano dare un respiro più ampio alle proprie opere anche e soprattutto per cospargerle di prove e indizi. Ciò nonostante, dunque, una antologia assolutamente da non perdere, e che non può mancare sugli scaffali dei lettori più attenti alle forme mutevoli che questo genere letterario sta assumendo nel nostro paese.

Fatti un regalo: Ferragosto in giallo è su Amazon.it

Related posts

Comment(5)

  • Lor
    08/19/2013 at 11:18

    l’ho letto tra sabato e domenica… non mi ha fatto impazzire Costa ma il De Angelis che sfreccia per Milano a 150km/h vale doppio!

    • Alf76
      08/19/2013 at 13:41

      Io, tanto per cambiare, ho adorato Malvaldi 😉

      • Lor
        08/21/2013 at 13:16

        Concordo, decisamente.
        Senti il 24 ottobre ospiteremo Recami in Biblio da noi, interessa?

        • Alf76
          08/21/2013 at 23:40

          Interessa certamente! Mandami un po’ di documentazione su libriCHIOCCmasedomani.com, che organizziamo anche un post specifico!

          • Lor
            08/23/2013 at 14:00

            Ok capo!
            Appena ho tutto ti mando una mail

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi