Ma se domani... > Libri > Recensioni > Recensione romanzo La casa grande di Mohammed Dib

Recensione romanzo La casa grande di Mohammed Dib

Per poter mettere occhi e cuore su un ottimo romanzo del “realismo sociale” non è necessario rispolverare i grandi classici dell’Ottocento francese. Basta attraversare, con un viaggio letterario, quel Mediterraneo teatro di tragedie che stracciano il cuore e atterrare in Algeria, terza tappa del nostro giro del mondo attraverso i libri che già ha toccato Afghanistan e Albania.

algeria
Troveremo ad aspettarci Mohammed Dib, da sempre considerato uno dei padri della letteratura autoctona algerina, e “La casa grande”, romanzo decisamente esplicativo della sua poetica e della sua narrativa.
“La casa grande” che regala il titolo all’opera è insieme teatro d’ambientazione e protagonista delle pagine che vi sto consigliando. Nel centro di Tlemcen (non a caso città natale di Dib, a sottolineare ulteriormente il realismo) sorge infatti Dar-Sbitar, costruzione complessa e ramificata i cui inquilini vivono l’esemplificazione stessa della Povertà: insospettabilmente fredda in inferno, naturalmente e atrocemente calda d’estate, del tutto priva di alcuna speranza. L’immagine di copertina dell’edizione Feltrinelli – tratta dagli archivi Alinari – é semplicemente perfetta: oltre a ritrarre l’ambientazione così come il lettore la immagina, introduce il protagonista, un bambino di nome Omar.
mohammed dib la casa grande
Omar commuove. Non è quella semplice empatia che prende per un bambino privo di sostentamento, abbandonato a se stesso, in perenne conflitto con la madre e con le sorelle.
Non è nemmeno la ricerca continuativa di un tozzo di pane, i mille espedienti per cercare di riempire lo stomaco. È qualcosa di più. É prima di tutto la pretesa di semplicità di uno che, in un mondo di adulti rassegnati, proprio non riesce a capire perché debba esserci chi ha troppo e chi non ha nulla.
E soprattutto è quella specie di magone che ti prende quando ti rendi conto che questo bambino sa che vorrebbe qualcosa di più grande, infinitamente più grande. Lo sa confusamente, ma lo sa.
Una bella scoperta, “La casa grande”.
Alfonso d’Agostino
SCHEDA LIBRO
Autore: Mohammed Dib
Titolo: La casa grande
Traduzione: G. Amanducci
Editore: Feltrinelli
Collana: Universale economica
Pagine: 134
ISBN: 978-8807720260

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi