Ma se domani... > Cinema > Recensioni Film > La commedia NATALE ALL’IMPROVVISO

La commedia NATALE ALL’IMPROVVISO

NataleAll'Improvviso_Poster

Novità in sala: NATALE ALL’IMPROVVISO, diretto da Jessie Nelson con Diane Keaton, John Goodman, Marisa Tomei, Amanda Seyfried, Ed Helms, Olivia Wilde e Alan Arkin. Una commedia dolce e divertente sulla famiglia, la paura di vivere (e sbagliare) e la ricerca dell’amore, in qualsiasi sua forma, ambientata durante il periodo dell’anno in cui siamo più vulnerabili, il Natale. I Cooper sono un crugiuolo di difetti ma sapranno farsi amare e farci sperare che le favole esistano. Nei cinema dal 26 novembre 2015, il film segna l’apertura delle proiezioni sotto il vischio.

 

RECENSIONE

 

Anche l’inverno di questo 2015 è alle porte e con lui arrivano le feste e le cene in famiglia. Natale è momento per antonomasia in cui le tavolate si fanno affollate, la gente si impone di ridere, le indigestioni di dolci sono consentite. È quella parentesi durante l’anno in cui siamo tutti felici o, forse, sarebbe meglio dire, in cui vorremmo/ dovremmo essere giubilanti, ma ci riduciamo a mettere in scena una recita dai pessimi risultati. In verità, tra il 24 dicembre e il 6 gennaio si fa un bilancio di quello che è stato, è un trionfo d’insoddisfazione e noia, e la solitudine diventa la nostra migliore alleata. Soprattutto, durante i vari cenoni, ci sentiamo giudicati senza possibilità di appello e il nostro senso di inadeguatezza ha ogni volta la meglio.

Quanti di noi hanno avuto relazioni sbagliate, di quelle perdenti in partenza? E quanti di noi hanno visto finire storie importanti in cui avevano investito e creduto molto? Senza parlare delle volte in cui la routine ha eroso inesorabilmente un legame sino a renderlo sterile… In queste situazioni, quanti hanno avuto paura del giudizio degli altri durante i cenoni? L’attenzione e l’amore di un genitore, di un fratello, di un amico, di un amante, di un marito è ciò a cui tutti aneliamo e, in particolar modo in questa stagione, non riusciamo a farne a meno.

Photo: courtesy of Notorious Pictures
Photo: courtesy of Notorious Pictures

Per superare la vulnerabilità dicembrina, anche il cinema ci viene in aiuto: i palinsesti si stanno facendo leggeri e le commedie hanno iniziato ad invadere sale. Tra queste, quelle a stelle e strisce sono sempre una certezza e NATALE ALL’IMPROVVISO, non fa eccezione.

Sotto il vischio di casa Cooper stanno per rivedersi e baciarsi un variopinto gruppo di persone.
Mamma Charlotte e papà Sam, al loro ultimo Natale insieme ma non ancora pronti a dare la notizia al resto del clan; Hank, divorziato, con due figli agitati e una ex-moglie caustica; la bella Eleanor dalla vita sentimentale tumultuosa; nonno Bucky, un dolce e vispo ometto di altri tempi e zia Emma, donna apparentemente indipendente, di fatto sola, frustrata e cleptomane per ripicca. Quest’anno, tutti incontreranno qualcuno in grado di sorprenderli e vivranno, infine, il loro sogno lucido.

Photo: courtesy of Notorious PicturesPhoto: courtesy of Notorious Pictures
Photo: courtesy of Notorious Pictures

Il film diretto da Jessie Nelson porta su grande schermo una romantica favola invernale in cui una famiglia normale, grondante imperfezioni, diverrà il nostro specchio e ci regalerà un bel po’ di risate (e qualche speranza). Come i Cooper, infatti, anche noi abbiamo vite sballate, soffriamo delle comunicazioni a singhiozzo e intrecciamo legami spesso bizzarri. Immediata è quindi l’immedesimazione e quando rivediamo i nostri tic e piccoli difetti non riusciamo a trattenere una risatina triste e beffarda.

Grazie ad un cast a dir poco stellare, che vede Diane Keaton e John Goodman affiancati da Marisa Tomei, Amanda Seyfried, Ed Helms, Olivia Wilde e Alan Arkin, NATALE ALL’IMPROVVISO ci mostra la Vigilia che vorremmo. Tante le situazioni ridicole e imbarazzanti, molti i fraintendimenti e i momenti di sconforto sono intensi al punto giusto, i Cooper sono un catalogo di debolezze e vizi ma alla fine troveranno l’amore che stavano cercando. E noi, che burberi lo siamo diventati per necessità, nel profondo ci godiamo ogni singolo fotogramma, tifiamo per chi ci assomiglia e rincasiamo con rinnovata fiducia che le favole possano esistere.

Vissia Menza

Related posts

Comment(1)

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi