Ma se domani... > Cinema > Anteprima > Ghost in the Shell, aspettando il film con Scarlett Johansson

Ghost in the Shell, aspettando il film con Scarlett Johansson

Un commento ai minuti in anteprima di Ghost in the Shell, il nuovo film di Rupert Sanders al cinema dal 30 marzo 2017.

Scarlett Johansson nel film Ghost in the Shell - Copyright 2016 Paramount Pictures. All Rights Reserved.
Scarlett Johansson nel film Ghost in the Shell © 2016 Paramount Pictures. All Rights Reserved.

Silenzio, concentrazione, riserbo. Sul lettino sta prendendo forma un corpo bellissimo. Siamo in un laboratorio di un mondo in cui la tecnologia può tutto, anche portare la tua anima in un nuovo guscio, mantenere la tua coscienza intatta e, dimenticando la morte, ridarti la speranza. Lei dorme, ancora per poco. La sua rinascita deve concludersi. E’ buio e l’aria vibra. Le sequenze iniziali di Ghost in the Shell sono di una sensualità inattesa e ci fanno innamorare di quella creatura ancor prima che apra gli occhi e si sveli.

Oggi la tecnologia è al servizio dell’uomo (e dello spettatore, è proprio il caso di dirlo) e ci regala un thriller con protagonista assoluto il primo essere ibrido, umano (poco?) e cyborg (molto). E’ giovane ed ha il volto, e il fascino, di Scarlett Johansson. L’ambientazione è quella di un futuro, non troppo distante dal nostro, in cui i pericoli si sono moltiplicati. L’azione non si fa attendere e le domande a cui dobbiamo trovare risposta si moltiplicano. Per fortuna c’è tempo.

Scarlett Johansson nel film Ghost in the Shell © 2017 Paramount Pictures. All Rights Reserved.
Scarlett Johansson nel film Ghost in the Shell © 2017 Paramount Pictures. All Rights Reserved.

Il nuovo lungometraggio diretto da Rupert Sanders (Biancaneve e il Cacciatore), si sta svelando a noi centellinando i fotogrammi. Prima il trailer, poi qualche featurette, infine l’apertura in anteprima. In soli quindici minuti siamo stati travolti non dalla trama (di cui non conosciamo ancora ì dettagli) ma dalla magnificenza e armonia degli effetti visivi, dall’aura misteriosa che avvolge quella figura femminile unica, dal peso di sguardi che sottendono troppi segreti, dall’energia sinistra che impone la massima allerta. La concentrazione è totale, la curiosità è incontenibile. I presupposti per una trama ad alta tensione in cui la donna da un lato combatterà il crimine, dall’altro compirà una crescita dai mille risvolti ci sono tutti. L’adrenalina è pronta ad esplodere. I combattimenti sono feroci. La poesia vuole sorprenderci.

Ghost in the Shell è la versione cinematografica, a stelle e strisce, dell’omonimo manga. I puristi sono già sul piede di guerra, noi no. Il film non potrà mai riprodurre le mille sfaccettature dell’originale quindi ce lo godiamo per quello che è, possibilmente dimenticando le fonti. A meno di un improvviso crollo verticale, lo spettacolo ha tutti i presupposti per essere un successo di suspense e tecnologia 3D.

L’appuntamento è per giovedì 30 marzo con la recensione dopo l’uscita nei cinema, nell’attesa godetevi il trailer.

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi