Ma se domani... > Cinema > Rarità > Il FILM Zombie Honeymoon: riuscirà l’amore a sconfiggere la zombificazione?

Il FILM Zombie Honeymoon: riuscirà l’amore a sconfiggere la zombificazione?

“Amore ho fame!” Quante volte avete sentito il vostro amato dirvi questa frase? E se fosse così affamato da mangiarsi il vicino di casa? Si, si, parlo di un inatteso raptus di cannibalismo, un vero e proprio attacco alla giugulare del malcapitato che però non lo tramuta in un fascinoso vampiro giacché il vostro bel maritino ha preferito diventare un divoratore di carne umana: è uno zombie da manuale, anche se dal cuore tenero. Ma… sarà davvero così?

Se la vostra dolce metà, improvvisa estimatrice della carne cruda, vi dicesse di non preoccuparvi, che nulla è cambiato perché vi ama più di ogni altra persona sulla faccia della terra, quindi non vi tramuterebbe mai in uno sminuzzato da accompagnare con un ottimo calice di sangue d’annata, chiamereste la polizia oppure rimarreste sedotte dalle rinnovate dolci promesse dell’uomo che vi ha condotte all’altare, oggi con le membra in putrefazione?

zombie_honeymoon_poster

“Zombie Honeymoon” ci porta in riva al mare proprio durante la luna di miele di una giovane e brillante coppia che in pochi giorni ne vivrà di tutte i colori, dopo che uno sconosciuto vomita addosso allo sposino un liquido scuro e appiccicaticcio che lo soffoca e tramortisce per un bel po’. Ma si sa, la voglia di vivere e gioire, soprattutto nel caso di una coppia che ha appena pronunciato il fatidico SI, può fare miracoli e di sicuro ne compie uno bello grosso con il nostro Danny.

Questa commedia ha una decade sulle spalle, è una produzione indipendente, è stata girata da un esordiente e ci regala un bel po’ di divertimento con la sua paradossale trama. Sicuramente dal budget minimal (e il sangue che ricopre il povero Danny ne è prova incontrovertibile), non credo si prendesse sul serio alla nascita, anzi, ho il dubbio che il passaparola sia stato superiore alle aspettative.

Una scena del film "Zombie Honeymoon"
Una scena romantica del film “Zombie Honeymoon”

La pellicola esplora con ironia – e diversi ettolitri di sangue – il potere dell’amore e i suoi confini. Denise e Danny Zanders si amano, sono la metà della stessa mela, e dovranno superare la vera prova del nove subito dopo aver pronunciato il “si, lo voglio, in salute e in malattia, sin che morte non ci separi”.

Incasellabile nelle opere da Horror Channel, per una serata gore con gli amici e un trancio di pizza da asporto in mano, questa è la classica commedia di serie B (o, se preferite, di serie Z) che intrattiene e si fa dimenticare dopo poco. Io la considero antesignana del Blockbuster “Warm Bodies” uscito lo scorso anno che, con alle spalle un grande budget, un grande cast e grandi penne, ha cercato di rispondere alla medesima domanda: “può l’amore sconfiggere ogni cosa e dare la forza a un uomo di resistere alla zombificazione?” 🙂

Vissia Menza

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi