Non ricordo esattamente come e quando ho incontrato per la prima volta la meravigliosa papera creata da Aaron Johnson, ma ricordo perfettamente di essermene innamorato all’istante.

La prima – e probabilmente più famosa – vignetta che ho incrociato è stata questa:

95

La sua versione con dedica ed autografo dell’autore è fra i miei quadri più cari.

Con il passare del tempo (e delle vignette!) quella che si stava rivelando una sorta di malattia passionale si è tramutata in una opportunità di diffusione: nel vecchio sito ho iniziato a tradurre in italiano le strisce di What The Duck, e grazie ad un recentissimo scambio di mail con l’autore siamo in grado di riproporle anche qui su Masedomani.

Che siate fotografi professionisti o fotoamatori, che la fotografia occupi gran parte della vostra esistenza o se si tratti semplicemente di una grande passione, sono certo che la adorerete. Di tanto in tanto un nuovo post ed una nuova gallery vi offriranno delle traduzioni inedite.

E prima di lasciarvi alla visione, vi segnalo il link al sito di Aaron: http://www.whattheduck.net/ Scaraventatelo im-me-dia-ta-men-te nei vostri preferiti!

Alfonso d’Agostino

Condividi