//, Libri/Silenzi e Stanze Altre storie da Edward Hopper in libreria

Silenzi e Stanze Altre storie da Edward Hopper in libreria

By |2018-09-30T01:06:28+00:00ottobre 7, 2018|Lettura, Libri|

Il libro Silenzi e Stanze Altre storie da Edward Hopper di Michele Mozzati tra le letture consigliate di questo autunno 2018.

la copertina del libro Silenzi e Stanze: Edward Hopper, Girlie Show, 1941

la copertina del libro Silenzi e Stanze: Edward Hopper, Girlie Show, 1941, collezione privata

Edward Hopper con i suoi ritratti ha influenzato molti artisti del Novecento. Non solo pittori, anche cineasti, coreografi e fotografi, in tanti hanno attinto da lui per ricreare ambienti e scene ad effetto entrate nella memoria collettiva. Il suo dipingere “non quello che vedo ma quello che provo” difficilmente si discostava dal vero e, nonostante i colori brillanti, le sue composizioni comunicavano con eleganza la solitudine dell’essere umano. Non a caso nei suoi quadri ce n’erano pochi, di esseri umani, e sovente erano donne con lo sguardo perso oltre un orizzonte troppo distante.

Vi state domandando come sia finito Hopper in una rubrica dedicata alla lettura?

Perché qualche giorno fa è stato presentato a Milano, nella cornice del Teatro Franco Parenti, il volume Silenzi e Stanze Altre storie da Edward Hopper di Michele Mozzati, raccolta di racconti ispirati alle tele del famoso pittore americano. Nessun catalogo quindi, bensì nuove avventure con cui viaggiare con la fantasia.

Edward Hopper, Two Comedians, 1966, collezione privata

Edward Hopper, Two Comedians, 1966, collezione privata

Lasciatosi trasportare dalla luce vibrante, dagli oggetti e dalle figure dipinte da Hopper lo scrittore, per la seconda volta (l’aveva già fatto nel 2016 con Luce con muri), ha provato ad immaginare cosa stesse accadendo dentro una serie di quadri. Quale potesse essere l’antefatto e quali le conseguenze della scena difronte a lui. Il risultato sono delle storie che si muovono tra realtà e finzione. Alcune più vicine a noi, altre che profumano di altrove. Sono dodici (come le opere a cui si ispirano) e vi faranno raggiungere l’impossibile senza mai allontanarvi dal presente.

Qualora il cognome Mozzati non vi aprisse alcun cassetto della memoria, sono quasi certa che la parola Smemoranda possa fornirvi un valido aiuto. Esatto, insieme a Gino (Vignali), Michele (Mozzati) forma il duo Gino & Michele che da quarant’anni dirige la mitica agenda. Conosciuto soprattutto per il suo sodalizio professionale di coppia, è bello scoprire che ad esso alterni incursioni nel mondo del teatro, della televisione e, come in questo caso, della narrativa.

Edward Hopper, Morning Sun, 1952

Edward Hopper, Morning Sun, 1952, Columbus, Columbus Museum of Art

Ora ditemi, non è venuta voglia anche a voi di addentrarvi nelle pagine di Silenzi e Stanze, di vedere con occhi nuovi Two Comedians (foto in alto), Morning Sun (qui sopra) e le altre iconiche tele incluse nella raccolta e, magari, di mettervi alla prova tentando a vostra volta di dar un passato e un futuro alle persone ritratte? Allora è giunto il momento di lasciarvi alla lettura!

SCHEDA LIBRO
Silenzi e Stanze Altre storie da Edward Hopper 

Autore: Michele Mozzati
Anno: 2018
Pagine: 80
ISBN 978-88-572-3892-0
Prezzo € 13,50
Editore: Skira

n.d.r. un clic QUI per scoprire altri consigli per la lettura 

Fonte e foto: si ringrazia l’ufficio stampa

n.d.r. Su MaSeDomani non copiamo/incolliamo i comunicati stampa. Con “fonte” s’intende la provenienza delle informazioni – una pagina web, una cartella stampa, ecc. Con le nostre segnalazioni vorremmo incuriosire e fornire strumenti utili a scoprire e approfondire un evento. Non copiateci. Potete citarci, in tal caso siate cortesi e avvisateci.

Ennio Flaiano amava ricordare che “Il cinema è l’unica forma d’arte nella quale le opere si muovono e lo spettatore rimane immobile.”, ed è Vissia ad accompagnarci con passione e sensibilità nelle mille sfaccettature di un’arte in movimento. Ma non solo. Una guida tout court, competente e preparata, amante della bellezza, che scrive con il cuore e trasforma le emozioni in parole. Dal cinema alla pittura, con un occhio vigile per il teatro e la letteratura, V. ci costringe, piacevolmente, a correre per ammirare un’ottima pellicola o una mostra imperdibile, uno spettacolo brillante o un buon libro. Lasciarsi trasportare nelle sue recensioni è davvero facile, perdersi una proiezione da lei consigliata dovrebbe essere proibito dal codice penale. Se qualcuno le chiede: ma tu da che parte stai? La sua risposta è una sola: “io sto con Spok, adoro l’Enterprise e sono fan di Star Trek”

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi