Ma se domani... > Cinema > Uscite della settimana > IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 7 dicembre

IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 7 dicembre

BBC_icona_slider

I FILM IN USCITA AL CINEMA IL 7 DICEMBRE

Come ogni settimana, torna l’appuntamento con “Il Bello, Il Brutto, Il Cattivo”, la rubrica dinamica e veloce con consigli mirati, pungenti ed efficaci per guidarvi alla scoperta dei film più significativi e delle novità cinematografiche del momento.

FILM IN EVIDENZA

È SOLO LA FINE DEL MONDO
di Xavier Dolan con Léa Seydoux, Marion Cotillard, Vincent Cassel, Gaspard Ulliel, Nathalie Baye
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Louis, giovane scrittore di successo che da tempo ha lasciato la sua casa di origine per vivere a pieno la propria vita, torna a trovare la sua famiglia per comunicargli un’importante notizia. Ad accoglierlo il grande amore di sua madre e dei suoi fratelli, ma anche le dinamiche nevrotiche che lo avevano allontanato dodici anni prima. Un crescendo di emozioni raccontate da un cast di altissimo livello. Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes.

Commento breve: l’enfant prodige Xavier Dolan torna al cinema con Juste la Fin du Monde, un’opera travolgente capace di cogliere ogni singola sfumatura dell’animo umano. Tratto da una pièce teatrale di Jean-Luc Lagarce, il film attinge da un testo non semplice in quanto affronta un tema complesso e difficile senza usare un fiume di parole. Dolan si addentra in una storia intensa, in cui il silenzio ci toglie il respiro e i litigi ci fanno venire voglia di urlare sino allo sfinimento. La vicenda è ambientata in una stanza, attorno a un tavolino da caffè e poco altro. Ma il luogo non è importante, il mondo è tutto negli occhi dei cinque magnifici interpreti Gaspard Ulliel, Nathalie Baye, Vincent Cassel, Marion Cotillard e Léa Seydoux, che esibiscono tutto il loro straordinario talento recitativo. Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes 2016, la pellicola ha il grande merito di trascinare lo spettatore in un vortice di insofferenze, paure, grida e silenzi dal quale solo il regista è in grado di lasciarti andare. È Solo La Fine del Mondo è il trionfo del cinema vero, viscerale, quello che fa emozionare, sospirare, sognare in ogni momento. Struggente.

CAPTAIN FANTASTIC
di Matt Ross con Viggo Mortensen, George MacKay, Samantha Isler, Annalise Basso, Kathryn Hahn
(drammatico)

Sinossi ufficiale: Ben vive con la moglie e i sei figli, isolato dal mondo nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Cerca di crescere i suoi figli nel migliore dei modi, infondendo in essi una connessione primordiale con la natura. Quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale, fatto di pericoli ed emozioni che i suoi figli non conoscono.

Commento breve: Captain Fantastic è il secondo lungometraggio di Matt Ross, noto al grande pubblico per i suoi ruoli ne L’esercito delle 12 scimmie, American Psycho e Good Night, Good Luck. Presentata in anteprima al Sundance e successivamente al Festival di Cannes 2016 nella sezione Un Certain Regard, il lungometraggio è un divertente on the road che si addentra nel variopinto mondo degli Stati Uniti, ma anche un dramma intelligente che scava nei meandri delle mille scelte che ogni genitore deve compiere con i propri figli. Sorretto da dialoghi composti e all’occorrenza taglienti e da un ritmo energico e trascinante, Captain Fantastic è un’opera indie a stelle e strisce, calda, emozionante e tutta da scoprire. Viggo Mortensen e i sei giovani co-protagonisti risultano spassosi e divertenti grazie all’ottima regia di Matt Ross che riesce nell’intento di farci sognare. Brillante.

UNA VITA DA GATTO
di Barry Sonnenfeld con Kevin Spacey, Jennifer Garner, Robbie Amell, Christopher Walken, Teddy Sears, Mark Consuelos, Cheryl Hines
(commedia, family)

Sinossi ufficiale: Tom Brand è un miliardario di grande successo ma il suo stile di vita lo ha allontanato totalmente da sua moglie Lara e da sua figlia Rebecca. Intento a recuperare il rapporto con la figlia, Tom decide di regalarle per il suo compleanno il gattino che desidera da molto tempo. Sulla strada verso casa, Tom è coinvolto in un terribile incidente e quando riprende conoscenza scopre di essere intrappolato nel corpo del gatto appena acquistato. Adottato dalla sua stessa famiglia, sperimenterà una nuova prospettiva di vita all’interno di casa sua…

Commento breve: C’era una volta il cinema per tutta la famiglia, le storie che facevano venire gli occhi a forma di cuore ai più sensibili e che procuravano spasso a tutti i membri del clan. Erano lungometraggi in cui non mancavano dolci bambini trascurati e pelosissimi amici a quattro zampe che da soli riuscivano a compiere il miracolo e far tornare l’armonia tra le mura domestiche. Nel 2016, non si sa bene con quale intento, arriva in sala UNA VITA DA GATTO, un film diretto niente meno che da Barry Sonnenfeld (Men in Black) con un cast all stars che promette scintille.
Il trio composto da Kevin Spacey (il nostro Tom Brand), Christopher Walken e Jennifer Garner (la moglie di Tom), in effetti, non pecca per professionalità, il problema risiede piuttosto in una sceneggiatura che sembra uscita da un baule rimasto in soffitta per almeno 30 anni prima di venir riaperto. La parte più divertente, come da copione, ce la regalano i felini (alcuni reali, altri animati col computer), gli umani invece sembrano recitare bendati. Il risultato è un prodotto che non fa male a nessuno, potrebbe anche riuscire ad allietare il pomeriggio ai giovanissimi in sala, ma sicuramente non brilla per originalità e freschezza. Superato.

SHUT IN
di Farren Blackburn con Naomi Watts, Jacob Tremblay, Oliver Platt, Charlie Heaton, David Cubitt, Tim Post, Crystal Balint, Clémentine Poidatz
(thriller, drammatico)

Sinossi ufficiale: La due volte candidata all’Oscar® Naomi Watts veste i panni di una psicologa infantile. La donna vive e lavora senza mai allontanarsi da casa, dove riceve a domicilio i suoi pazienti e soprattutto si occupa del figliastro diciottenne Stephen, ridotto in stato vegetativo dall’incidente stradale in cui è morto il marito Richard. Quando resta coinvolta nella misteriosa sparizione di uno dei suoi pazienti, il piccolo Tom, Mary comincia a essere perseguitata da strani eventi che la condurranno a un’agghiacciante scoperta.

Commento breve: Una vedova, giovane e bella e il figliastro, un adolescente problematico ora immobilizzato in un letto a causa di un tragico incidente, vivono in simbiosi in una casa isolata. Ovviamente è inverno e, altrettanto ovviamente, prima o poi inizieranno a presentarsi le visioni, gli incubi, i sospetti che renderanno la vita della povera protagonista un inferno.
Gli scherzi della mente possono essere effettivamente letali ma in SHUT IN, il nuovo thriller con Naomi Watts, che vorrebbe tenerci sulla corda sino all’ultima battuta, fallisce ancor prima di prendere quota. Percorrendo una strada troppo battuta, e senza introdurre alcun guizzo, il film è prevedibile e ben poco entusiasmante. La visione si trasforma ben presto in infinita e noiosa al punto che molti spettatori tendono a distrarsi. La formula casa isolata + stress post traumatico + buio e freddo non bastano da soli a decretare la fortuna di un’opera e questo lungometraggio ne è la dimostrazione. Soporifero.

NON C’E’ PIU’ RELIGIONE
di Luca Miniero con Claudio Bisio, Alessandro Gassmann, Angela Finocchiaro, Nabiha Akkari, Giovanni Esposito, Roberto Herlitzka, Giovanni Cacioppo, Laura Adriani, Massimo De Lorenzo, Mehdi Meskar
(commedia)

Sinossi ufficiale: Una piccola isola del Mediterraneo e un presepe vivente da realizzare come ogni anno per celebrare il Natale. Purtroppo quest’anno il Gesù Bambino titolare è cresciuto: ha barba e brufoli da adolescente e nella culla non ci sta proprio. A Porto Buio però non nascono più bambini da un pezzo ma bisogna trovarne un altro a tutti i costi: la tradizione del presepe è infatti l’unica “resistenza per non scomparire”. Il sindaco Cecco, fresco di nomina, vorrebbe chiederne uno in prestito ai tunisini che vivono sull’isola: peccato che fra le due comunità non corra buon sangue. Ad aiutarlo nell’impresa due amici di vecchia data: Bilal, al secolo Marietto, italiano convertito all’Islam e guida dei tunisini, e Suor Marta, che non ne vuole sapere di “profanare” la culla di Gesù. I tre si ritroveranno uno contro l’altro, usando la scusa della religione per saldare i conti con il proprio passato. Un lama al posto del bue, un Gesù musulmano e un ramadan cristiano, una chiesa divisa in due e una madonna buddista: un presepe vivente così non si vedeva da 2000 anni nella piccola isola di Porto Buio.

Commento breve: Dopo Benvenuti al Nord e Benvenuti al Sud, Luca Miniero torna al cinema con una commedia degli equivoci che racconta vizi e virtù del nostro Paese. Non c’è più Religione è un film che si rivolge allo spettatore con limpidezza e ha la capacità di strappare un sorriso senza mai essere volgare. Il regista non graffia fino in fondo, ma ironizza sulle idiozie e le contraddizioni del mondo moderno, sulle chiusure insensate dell’Italia, affrontando temi già trattati come l’integrazione religiosa, la diversità culturale e i cambiamenti della società contemporanea. Durante la visione si riescono ad associare le battute pronunciate dai personaggi e gli avvenimenti mostrati ad una forma metaforica della realtà in cui viviamo. Miniero si affida ad un cast di attori rodati ed esperti del cinema italiano quali Claudio Bisio e Angela Finocchiaro, coadiuvati da Alessandro GassmannGiovanni Cacioppo. Un lungometraggio adatto ad un pubblico generalista, che si reca in sala per trascorrere qualche ora all’insegna del divertimento. Chiaro e leggero.

ALTRI FILM IN USCITA

BABBO BASTARDO 2
di Mark Waters con Billy Bob Thornton, Tony Cox, Christina Hendricks, Kathy Bates, Brett Kelly, Ryan Hansen, Valérie Wiseman, Selah Victor
(commedia)

Sinossi ufficiale: Il premio Oscar® BILLY BOB THORNTON ritorna sul grande schermo in BABBO BASTARDO 2 nei panni dell’anti-eroe più amato di tutti, Willie Soke. Alimentato da whiskey a buon mercato, avidità e odio, Willie fa squadra ancora una volta con il suo piccolo aiutante arrabbiato, Marcus (TONY COX), per svaligiare un ente di beneficenza di Chicago alla vigilia di Natale. Non può mancare anche “il ragazzino” – il paffuto e “speciale” Thurman Merman (BRETT KELLY): un raggio di sole di oltre 110 kg, riuscito a tirar fuori frammenti di umanità da Willie. Problemi di famiglia sorgono quando alla banda si unisce il premio Oscar® e vincitrice di un Golden Globe e un Emmy KATHY BATES, che interpreta Sunny Soke, madre di Willie. Super maschiaccio e ultra-carogna, Sunny alza le ambizioni della banda, abbassando allo stesso tempo gli standard del buon criminale! Willie impazzisce dalla lussuria dopo aver incontrato la sinuosa e compassata Diane, interpretata dalla candidata agli Emmy CHRISTINA HENDRICKS, direttore dell’ente di beneficienza dal cuore d’oro ma dalla libido d’acciaio.

LA FESTA PRIMA DELLE FESTE
di Josh Gordon e Will Speck con Kate McKinnon, Olivia Munn, Jennifer Aniston, Jamie Chung, Jason Bateman, T.J. Miller, Abbey Lee, Courtney B. Vance, Matt Walsh, Jillian Bell, Rob Corddry, Randall Park, Oliver Cooper
(commedia)

Sinossi ufficiale: Quando un amministratore delegato (Jennifer Aniston) cerca di chiudere la filiale gestita dal fratello scapestrato, quest’ultimo (T.J. Miller), insieme al direttore del suo reparto tecnico (Jason Bateman), decide di radunare i colleghi ed organizzare un’epica festa di Natale nel tentativo di fare colpo su un potenziale cliente, e concludere così una vendita che potrebbe salvare i loro posti di lavoro.

Vissia Menza & Andrea Rurali
Articolo pubblicato anche su CineAvatar.it

n.d.r. un clic sui link in rosso per leggere le recensioni

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi