Alla scoperta de IL VIOLINISTA SUL TETTO lo spettacolo di e con Moni Ovadia in scena al Nuovo di Milano dal 22 febbraio 2019.

Il violinista sul tetto poster

La locandina dello spettacolo Il violinista sul tetto

Il Violinista sul tetto è una commedia di Lee Colbert ratta da un racconto di Sholem Aleichem, diretta e interpretata da Moni Ovadia, in scena dal 22 febbraio al 10 marzo al Teatro Nuovo di Milano.

Il musical, che narra una delle storie di Solomon J Rabinowitz, scrittore di origine ebraica, divenuto celebre per i racconti umoristici in lingua Yiddish, scritti con lo pseudonimo di Sholom Aleichem, è particolarissimo, perché il testo e le canzoni sono nella lingua Yiddish.

In scena, i musicisti svolgono una funzione di coro, come se a parlare fosse il popolo che interagisse con i personaggi veri e propri e Moni Ovadia interpreta il ruolo del protagonista, il lattaio Tevye, alle prese con la moglie Golde e le figlie in età da marito, le cui vicende si intrecciano con quelle delle persone che abitano nel piccolo villaggio di Anatevka nella Russia zarista dei primi del Novecento.

una scena dello spettacolo Il Violinista sul Tetto - Foto: Federico e Maurizio Buscarino

una scena dello spettacolo Il Violinista sul Tetto – Foto: Federico e Maurizio Buscarino

La trasposizione de Il violinista sul tetto, dal racconto al musical, è opera di grandi autori come Joseph Stein per l’adattamento teatrale, Sheldon Harnick che ha curato i testi delle canzoni e Jerry Bock per le musiche, tutte ispirate alle melodie Yiddish.

Un successo notevolissimo: dal primo debutto a Broadway, nel 1964, quando il cast comprendeva Zero Motel, ad oggi.

Moltissime sono state le edizioni di questo spettacolo in tutto il mondo, tra cui quella celebre al Majesty Theatre di Londra nel 1967 e al Regent Theatre di Melbourne nel 1988, con protagonista l’attore israeliano Topol, con cui è stata prodotta la versione cinematografica del 1971 diretta da Norman Jewison.

Nel ruolo di Tevye, infatti, si sono cimentati anche grandissimi artisti della musica lirica come il baritono Robert Merrill e il tenore Jan Peerce.

Il Violinista sul Tetto - Foto: Federico e Maurizio Buscarino

una scena dello spettacolo Il Violinista sul Tetto – Foto: Federico e Maurizio Buscarino

Al Teatro Nuovo, Moni Ovadia ci regala un Tevye profondo ed emozionante, in una versione prima e unica in Italia, con l’intento preciso, di sottolineare la forza della lingua ebraica. Lo spettacolo, seppure in italiano, ha mantenuto le canzoni in Yiddish e il pubblico è guidato solo da qualche battuta di Elisa Savi, regista collaboratore di questa nuova edizione, nonché autrice dei costumi originali, caleidoscopici e colorati ispirati a Chagall.

In scena, tra gli altri, la cantante e attrice Lee Colbert, e Mario Incudine nel ruolo di Percik.

Il violinista sul tetto è una storia che lascia sempre emozionati perché sa muovere sentimenti importanti e profondamente toccanti.

Sarah Pellizzari Rabolini

Il Violinista sul Tetto - Foto: Federico e Maurizio Buscarino

una scena dello spettacolo Il Violinista sul Tetto – Foto: Federico e Maurizio Buscarino

INFORMAZIONI UTILI
Il Violinista sul Tetto di e con Moni Ovadia

Date: dal 22 febbraio al 10 marzo
Indirizzo: piazza San Babila, Milano 
Biglietti e orari sul sito del Teatro: www.teatronuovo.it
 

Fonte e foto: si ringrazia l’ufficio stampa
Condividi
  • 98
    Shares
  • 98
    Shares