Fino al 12 agosto, il Complesso Monumentale della Pilotta di Parma presenta una mostra dedicata all’opera La Scapiliata di Leonardo da Vinci. L’esposizione si inserisce tra quelle ufficiali per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte del genio toscano.

Leonardo da Vinci (1452-1519), Testa di donna detta “La Scapiliata”, 1492-1501 ca. Terra d'ombra, ambra inverdita e biacca su tavola, cm 24,7 x 21. Parma, Complesso monumentale della Pilotta, Galleria Nazionale, collezione Callani

Leonardo da Vinci (1452-1519), Testa di donna detta “La Scapiliata”, 1492-1501 ca. Terra d’ombra, ambra inverdita e biacca su tavola, cm 24,7 x 21. Parma, Complesso monumentale della Pilotta, Galleria Nazionale, collezione Callani

La fortuna della Scapiliata di Leonardo da Vinci è la mostra offerta dal Complesso Monumentale della Pilotta di Parma, curata da Pietro C. Marani e dal direttore della Pilotta Simone Verde. Inserita tra le esposizioni ufficiali per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte del Maestro toscano, sarà visitabile fino al 12 agosto. Visto il crescente interesse per le opere leonardesche, noi di MaSeDomani abbiamo deciso di segnalarvi anche questa splendida opportunità.

La Scapiliata di Leonardo da Vinci

Quest’opera, che risale a circa il 1508, sembra sia appartenuta a Isabella d’Este e che sia rimasta a Mantova per oltre un secolo. Rubata, pare, durante il Sacco a opera dei Lanzichenetti nel 1630, sarebbe confluita nelle mani di Gaetano Callani (Parma, 1736 – 1809) quando l’artista soggiornò a Milano tra il 1773 e il 1778. L’unico fatto certo degli spostamenti della Scapigliata leonardesca è l’arrivo alla Galleria di Parma nel 1839 con l’acquisto di opere provenienti dalla collezione Callani.

Maria Callani (1778-1803), Ritratto del padre, Gaetano Callani. Olio su tela, cm 49 x 40. Parma, Complesso monumentale della Pilotta, Galleria Nazionale, collezione Callani, inv. 328

Maria Callani (1778-1803), Ritratto del padre, Gaetano Callani. Olio su tela, cm 49 x 40. Parma, Complesso monumentale della Pilotta, Galleria Nazionale, collezione Callani, inv. 328

La fortuna della Scapiliata di Leonardo da Vinci

La mostra dedicata all’opera del vinciano, di cui porta anche il nome, si divide in quattro sezioni. La prima illustra un percorso che parte dall’antichità e atterra sui primi passi di una ricerca sulla pittura rinascimentale. Ricerca che vedrà in Leonardo la massima espressione raggiunta. La seconda espone alcuni dipinti e disegni originali di Leonardo e altri di ambito fiorentino a lui precedenti o contemporanei. A unire le opere tra loro e con la Scapiliata è il tema dei capelli scomposti. Tra queste anche la celebre Leda degli Uffizi.

La terza vede la tavoletta leonardesca in comunicazione con opere di Giovanni Agostino da Lodi e Bernardino Luini, che fanno propria la maniera dell’acconciatura del soggetto vinciano. In particolare, la Salomé con una serva che riceve dal boia la testa di san Giovanni Battista di Luini, della Galleria degli Uffizi di Firenze, riprende quasi perfettamente la Scapiliata nella testa della protagonista. L’ultima parte, invece, è dedicata al pittore e scultore parmense Gaetano Callani e al direttore delle Gallerie dell’Accademia di Belle Arti di Parma dell’epoca, Paolo Toschi, che, come si legge nel comunicato della mostra, definì la Scapiliata «cosa rarissima da trovarsi ai giorni nostri».

Leonardo da Vinci (1452-1519), Studio per la testa di Leda, 1504-1506 ca. Pietra rossa naturale su carta preparata rosso-rosata, mm 200 x 157. Milano, Castello Sforzesco, Civico Gabinetto dei Disegni, inv. 3805bis 1354

Leonardo da Vinci (1452-1519), Studio per la testa di Leda, 1504-1506 ca. Pietra rossa naturale su carta preparata rosso-rosata, mm 200 x 157. Milano, Castello Sforzesco, Civico Gabinetto dei Disegni, inv. 3805bis 1354

La fortuna della Scapiliata di Leonardo da Vinci è, a oggi, l’ultima di una serie di mostre di cui vi abbiamo parlato recentemente in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte del genio toscano. Raccomandandovi di non perdere questa straordinaria occasione, vi ricordiamo che potete trovare tutte le nostre segnalazioni su Leonardo seguendo questa semplice pagina di ricerca.

Simone Bonaccorso

INFORMAZIONI UTILI
LA FORTUNA DELLA SCAPILIATA DI LEONARDO DA VINCI
DAL 18 MAGGIO AL 12 AGOSTO 2019

Indirizzo: Complesso Monumentale della Pilotta, Galleria Nazionale, Piazzale della Pilotta 15 – Parma
Orari: da martedì a sabato: 10-18; domenica 13-19. Lunedì chiuso.
Biglietti: intero: € 13; ridotto: gruppi € 12, 18-25 anni € 7, minori di 18 anni € 5; minori di 6 anni gratuito.
Informazioni: +39 0521 233309 | +39 0521 233617 | pilotta.beniculturali.it

Catalogo: Nomos Edizioni

Leonardo da Vinci (1452-1519), Studio per l’acconciatura di una donna, 1504-1506 ca. Matita nera, penna e inchiostro su carta, mm 92 x 112 Windsor Castle, Royal Library, inv. RCIN 12515

Leonardo da Vinci (1452-1519), Studio per l’acconciatura di una donna, 1504-1506 ca. Matita nera, penna e inchiostro su carta, mm 92 x 112. Windsor Castle, Royal Library, inv. RCIN 12515

Foto: si ringrazia l’ufficio stampa 
Condividi
  • 79
    Shares
  • 79
    Shares