Al Palazzo Reale di Milano è possibile visitare le mostre dedicate a Guido Pajetta, Ugo Nespolo e Nanda Vigo. Con l’arrivo dell’estate vi presentiamo un mix di esposizioni da non perdere nel capoluogo milanese.

Guido Pajetta, Bagnanti. 1933, olio su tela, 97 x 130 cm

Guido Pajetta, Bagnanti. 1933, olio su tela, 97 x 130 cm

L’estate è finalmente arrivata e con essa l’appuntamento del sabato sulle mostre di MaSeDomani cambia forma. Con la bella stagione, il sole e (cosa più importante) le ferie dietro l’angolo, abbiamo ripensato questo spazio perché accolga non più una sola mostra, ma ben tre accomunate dal luogo geografico. Milano, Roma, Napoli, Firenze e Venezia sono le città dove vi porteremo ogni weekend, partendo dal Palazzo Reale di Milano.

Guido Pajetta. Miti e figure tra forma e colore

Suddivisa in otto sezioni, la mostra dedicata a Guido Pajetta (1898 – 1987) presenta 90 opere che ripercorrono la sua carriera lunga oltre sessant’anni. Pajetta è stato tra gli artisti milanesi di maggior spicco nel Novecento. Nonostante abbia attraversato quasi tutto il secolo scorso e abbia stretto numerosi sodalizi lungo la propria strada, è rimasto un’anomalia nel contesto storico-artistico in cui è vissuto. Per poter dipingere spinto unicamente dal proprio inconscio, si è allontanato dai movimenti artistici del proprio tempo, visti come un limite alla propria maniera.

Guido Pajetta, Baccanale nel bosco. 1935, olio su tela, 40 x 50 cm

Guido Pajetta, Baccanale nel bosco. 1935, olio su tela, 40 x 50 cm

L’obiettivo della mostra è quello di porre l’accento sui suoi rapporti con il panorama artistico milanese, soprattutto con Sironi. Fino al 5 settembre*, Guido Pajetta. Miti e figure tra forma e colore è visitabile a Palazzo Reale. Curata da Paolo Biscottini, Paolo Campiglio e Giorgio Pajetta, è promossa dal Comune di Milano – Cultura, dalla Fondazione Guido Pajetta e dall’istituzione che la ospita.

Nespolo fuori dal coro

La mostra dedicata a Ugo Nespolo, invece, si articola come un viaggio all’interno del percorso artistico del piemontese. L’artista, lungo la propria carriera, ha segnato delle tappe rilevanti nella storia dell’arte italiana grazie alle proprie evoluzioni. Fino ad arrivare a dare vita a una figura d’artista fatta di cultura e ironia. Nespolo, infatti, mischia alto e basso nella propria maniera artistica, usando i propri lavori per dare continuità a una costante riflessione sull’arte. Nespolo fuori dal coro presenta circa 200 opere che pongono sotto i riflettori la ricerca creativa dell’artista e la sua attenzione per i materiali come legno, metalli, ceramiche e vetri.

CONDIZIONALE. 1967. Due elementi in formica 36 x 36 x 36 cm, nastro in gomma lunghezza variabile, larghezza 24 cm

CONDIZIONALE. 1967. Due elementi in formica 36 x 36 x 36 cm, nastro in gomma lunghezza variabile, larghezza 24 cm

L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 15 settembre. Curata da Maurizio Ferraris, è promossa dal Comune di Milano – Cultura, Studio Nespolo e l’istituzione e realizzata grazie a Fondazione Bracco, sponsor del progetto.

Nanda Vigo. Light Project

Ultima, ma non per importanza, è la prima retrospettiva antologica dedicata a Nanda Vigo. L’esposizione presenta circa 80 opere, tra cui progetti, installazioni e sculture, per raccontare il percorso di ricerca di quest’artista e architetto milanese. Al centro del quale è posto un ambiente cronotopico, che occuperà un’intera sala, espressione della visione artistica di Vigo. Attraverso contemplazione, smaterializzazione e comunione con il tutto, l’ambiente consente di vivere esperienze trascendentali, che portino oltre la materialità e consentano una percezione fisica di una realtà più alta.

2017_Nanda Vigo, "Global Chronotopic Experience", Spazio San Celso, MIlano, foto Marco Poma

2017_Nanda Vigo, “Global Chronotopic Experience”, Spazio San Celso, MIlano, foto Marco Poma

Visitabile al Palazzo Reale di Milano dal 23 luglio al 29 settembre, Nanda Vigo. Light Project è curata da Marco Meneguzzo. La mostra è promossa dal Comune di Milano – Cultura, in collaborazione con l’istituzione che la ospita e l’Archivio Nanda Vigo.

Guido Pajetta, Ugo Nespolo e Nanda Vigo vi aspettano a Palazzo Reale per esplorare e approfondire il lavoro di maestri italiani che hanno vissuto nel capoluogo lombardo e il loro legame con il territorio che li ha ospitati.

Simone Bonaccorso

INFORMAZIONI UTILI
GUIDO PAJETTA. MITI E FIGURE TRA FORMA E COLORE
DAL 5 LUGLIO AL 1 SETTEMBRE 2019*prorogata sino al 5 settembre 2019!

Indirizzo: Palazzo Reale, Piazza Duomo 12, Milano
Orari: lunedì: 14:30 – 19:30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9:30 – 19:30; giovedì e sabato: 9:30 – 22:30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura
Ingresso gratuito
Informazioni: www.palazzorealemilano.it

Catalogo: Skira

NESPOLO FUORI DAL CORO
DAL 6 LUGLIO AL 15 SETTEMBRE 2019

Indirizzo: Palazzo Reale, Piazza Duomo 12, Milano
Orari: lunedì: 14:30 – 19:30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9:30 – 19:30; giovedì e sabato: 9:30 – 22:30. Aperto il 15 agosto: 09:30 – 22:30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura
Ingresso gratuito
Informazioni: www.palazzorealemilano.it

Catalogo: Skira

NANDA VIGO. LIGHT PROJECT
DAL 23 LUGLIO AL 29 SETTEMBRE 2019

Indirizzo: Palazzo Reale, Piazza Duomo 12, Milano
Orari: lunedì: 14:30 – 19:30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9:30 – 19:30; giovedì e sabato: 9:30 – 22:30. Aperto il 15 agosto: 09:30 – 22:30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura
Ingresso gratuito
Informazioni: www.palazzorealemilano.it

Catalogo: Silvana Editoriale

Fonte e foto: si ringraziano gli uffici stampa

(*)Ultimo aggiornamento il 21.08.2019, ore 19.00: inserimento proroga mostra Guido Pajetta

Condividi
  • 68
    Shares
  • 68
    Shares