Da Sergio Bonelli Editore a BeccoGiallo, passando per Nicola Pesce Editore, Bugs Comics e ReNoir Comics, vi segnaliamo 5 graphic novel da mettere sotto l’albero di Natale.

5 graphic novel da mettere sotto l'albero per Natale

5 graphic novel da mettere sotto l’albero per Natale

Quando si avvicina il Natale, i duri iniziano a giocare. O a leggere. Insomma, è tempo di regali e noi di MaSeDomani abbiamo sempre le idee molto chiare su cosa fare nel periodo più freddo dell’anno. Per questo, oltre a consigliarvi alcune mostre da visitare in queste feste per tenervi al caldo, vi segnaliamo 5 graphic novel da mettere sotto l’albero.

Quei due

Apriamo questa carrellata di Natale con un duo che ha avvicinato ai fumetti più di una generazione. Ai testi di Quei due troviamo Tito Faraci, sceneggiatore dagli anni Novanta che ha lavorato sui personaggi più amati come Topolino, Diabolik, Dylan Dog e Zagor. Silvia Ziche, disegnatrice del volume, ha fatto innamorare delle sue matite grazie a Topolino, ma anche lavorando su agende come Smemoranda e Comix.

Due tavole del graphic novel Quei due, edito da Sergio Bonelli Editore. Photo Courtesy: Sergio Bonelli Editore

Due tavole del graphic novel Quei due, edito da Sergio Bonelli Editore. Photo Courtesy: Sergio Bonelli Editore

Quei due è un graphic novel che con le sue 72 pagine porta il lettore nella storia di una coppia scoppiata di Milano. I due, che sono Marta e Marco, dopo un amore andato (a) male vorrebbero non vedersi più, ma non possono. A legarli ancora, purtroppo per loro, è la vita professionale: proprietari di una osteria sui Navigli, la convivenza diventa un obbligo.

Sin dalle quattro pagine distribuite liberamente dalla Sergio Bonelli Editore, casa editrice di Quei due, sul proprio sito si nota come, seppur lo stile dei disegni sia molto semplice e poco dettagliato, i personaggi siano molto cinici. Tutti tranne Marco che appare debole, fragile, nonostante i dialoghi dei due ci fanno subito capire come, invece, sia tutta una questione di percezione. Dopotutto, “quello della percezione è un tema dominante della cultura dell’ultimo mezzo secolo, almeno” afferma lui. Ma sarà davvero così? In libreria troverete la risposta.

John Polidori – Il Vampiro

Dalla tavola 6 di John Polidori – Il Vampiro. Photo Courtesy: Nicola Pesce Editore

Dalla tavola 6 di John Polidori – Il Vampiro. Photo Courtesy: Nicola Pesce Editore

Il secondo graphic novel che vi segnaliamo è pensato per gli amanti del genere horror. John Polidori – Il Vampiro, infatti, è l’adattamento a fumetti di Luca Franceschini e Gabriel Negri del racconto che ha dato vita al mito del vampiro moderno. Quello che caccia le proprie prede negli ambienti dell’alta nobiltà.

La storia è quella del giovane inglese Aubrey, bello e di buona famiglia, che tutte corteggiano. Ma un altro gentiluomo sembra attirare le attenzioni delle nobili dame. Lord Ruthven, però, non è proprio il galantuomo che pare a una prima occhiata. Con il suo fascino, irretisce le giovani donne e le fa sprofondare nell’abisso dall’alto delle loro virtù.

Dalla tavola 6 di John Polidori – Il Vampiro. Photo Courtesy: Nicola Pesce Editore

Dalla tavola 6 di John Polidori – Il Vampiro. Photo Courtesy: Nicola Pesce Editore

Un predecessore di Dorian Grey, ma la cui dote di rimanere giovane non deriva da un ritratto. Edito per la Nicola Pesce Editore (NPE), potete trovare le prime tavole del graphic novel sul sito.

Caro amico ti scrivo… Omaggio a Lucio Dalla

Di Luca Amerio e Susanna Mariani, Caro amico ti scrivo… Omaggio a Lucio Dalla è un graphic novel in omaggio del grande cantautore italiano, scomparso nel 2012. Edito da BeccoGiallo, il duo di autori ci narrano le disavventure di Domenico Sputo, che altri non è se non Lucio Dalla, in viaggio negli anni Settanta.

Due tavole di Caro amico ti scrivo... Omaggio a Lucio Dalla, edito da Becco Giallo. Photo Courtesy: BeccoGiallo

Due tavole di Caro amico ti scrivo… Omaggio a Lucio Dalla, edito da Becco Giallo. Photo Courtesy: BeccoGiallo

Toccando città come Bologna, Torino e Milano, Sputo incontra i personaggi delle canzoni del compianto musicista bolognese. E anche di questo volume potete trovare un assaggio sul sito dell’editore.

Malabrocca – Un uomo solo… al fondo

Per gli appassionati di sport, noi di MaSeDomani vogliamo consigliare Malabrocca – Un uomo solo… al fondo, graphic novel sul campione di ciclismo che gareggiava per arrivare ultimo. Scritto e disegnato da Roberto Lauciello, la storia si ambienta al 12 giugno 1949, quando Malabrocca sta correndo l’ultima tappa del Giro d’Italia. Tra soste e trucchi per arrivare in fondo alla classifica, il ciclista si trova a cena da un contadino nell’attesa che il suo rivale per la maglia nera lo superi.

Due tavole di Malabrocca – Un uomo solo… al fondo, edito da ReNoir Comics. Photo Courtesy: ReNoir Comics

Due tavole di Malabrocca – Un uomo solo… al fondo, edito da ReNoir Comics. Photo Courtesy: ReNoir Comics

A chiudere il volume edito da ReNoir Comics, che trovate sul sito, due interventi che approfondiscono la figura di Malabrocca. Il primo è della nipote Serena, che indaga il lato umano del campione. Mentre il secondo è dell’esperto Raffaele Chiarulli, per ripercorrere i momenti salienti del ciclismo italiano.

Geppetto – Storia di un padre

L’ultimo graphic novel che vogliamo segnalarvi per questo Natale è Geppetto – Storia di un padre, di Gianmarco Fumasoli, con i disegni di Francesco Dossena e i colori di Francesco Segala. Edito da Bugs Comics, il volume è disponibile sul sito e presenta una prefazione di Susanna Raule.

Due tavole del graphic novel Geppetto – Storia di un padre, edito da Bugs Comics. Photo Courtesy: Bugs Comics

Due tavole del graphic novel Geppetto – Storia di un padre, edito da Bugs Comics. Photo Courtesy: Bugs Comics

In questo volume di 48 pagine, la favola di Carlo Collodi viene riproposta con una nuova forma. Non è più, infatti, Pinocchio a vivere le avventure in prima “persona”, ma lo fa attraverso il padre Geppetto. Fiaccato dagli anni, vedovo e in povertà, l’intagliatore si ritrova alle dipendenze di un terribile Mangiafuoco. Solo grazie all’amore per Pinocchio, tuttavia, riuscirà a riprendersi la dignità che gli spetta.

La storia di Pinocchio, inoltre, è al cinema proprio in questi giorni. Uscito in sala in Italia il 19 dicembre, avete ancora tempo per andare a vederlo. E per leggere la nostra recensione!

Simone Bonaccorso

Si ringraziano gli uffici stampa per il supporto.
Condividi
  • 113
    Shares
  • 113
    Shares