Al Teatro Fontana di Milano la nuova stagione alza il sipario con Bar Blues e Very Shorts. 

A fare d’aprifila alla stagione 2020/2021 del Teatro Fontana è Bar Blues, che sarà in scena dal 8 al 10 ottobre. Lo spettacolo verrà proposto da giovedì a sabato nella fascia serale alle ore 20.30.

A seguire, domenica 11, alle ore 20.30 verrà presentato Very Shorts / La possibilità di un’isola, con la mediazione del critico Oliviero Ponte Di Pino.

Un momento dello spettacolo Bar Blues. Photo: Valentina Sala.

Un momento dello spettacolo Bar Blues. Photo: Valentina Sala.

Bar Blues, diretto e interpretato da Federica Bognetti si ispira ai racconti dello scrittore e drammaturgo italiano Giovanni Testori.

La sensibilità dello spettacolo è tutta al femminile, come anche la protagonista. La giovane donna al centro della vicenda ci conduce tra i vari momenti della sua esistenza, segnata da amori perduti, inganni e cocenti delusioni. L’atmosfera suggestiva non è solo frutto della figura di donna che si impone prepotentemente sulla scena, grazie alle inflessioni della voce e ai movimenti del corpo, ma deriva anche dall’accompagnamento musicale, opera del sax di Emiliano Vernizzi. Sulle note delle canzoni di Luciano Virgili, Dino Rulli, Tommaso de Filippis, Jeanne Moreau, Dominique Duhamel, Allan Roberts e Mark Gordon la protagonista di Bar Blues vive, ama e soffre in una Milano che sta risorgendo dalle ceneri del secondo conflitto mondiale.

Bar Blues ci regala la storia di una vita alla ricerca del vero amore tra le luccicanti atmosfere del varietà di un tempo.

Un momento di Very Shorts nuova produzione Elsinor. Photo: courtesy of press office.

Very Shorts / La possibilità di un’isola è un progetto a quattro mani del regista Marco Lorenzi e della videomaker Eleonora Diana firmato Elsinor.

I due autori, con l’aiuto di quattro drammaturghi legati al mondo milanese, Francesca Garolla, Magdalena Barile, Caterina Filograno (e il collettivo La Tacchineria), Stefano Braschi, hanno dato vita a un video che fonde quattro storie. Queste quattro storie, quattro vite a loro volta vissute da quattro personaggi, come racconta Marco Lorenzi, si ripropongono di rispondere a una domanda: “come viviamo oggi il rapporto tra outdoor e indoor, tra dentro e fuori, tra spazi aperti e spazi chiusi?”.

È il rapporto tra dentro e fuori, spazi interni e spazi esterni a dare inizio a una riflessione, quasi inevitabile dopo i mesi di lockdown di questo complicato 2020. Una riflessione, quella di Marco Lorenzi e la sua squadra, che guarda a un orizzonte più ampio del semplice spazio esterno, a un di fuori dalla consuetudine, da ciò che era normalità e che dopo il lungo periodo di quarantena non può più essere uguale. Da qui la decisione di fare teatro in teatro, ma allo stesso tempo in un modo diverso. Gli interni filmati, infatti, altro non sono che quelli del teatro Fontana, mentre gli esterni a essi contrapposti sono quelli del quartiere in cui lo stesso teatro è nato.

Il quartiere, Isola, è esso stesso presente nel claim, che rimanda anche al romanzo “La possibilità di un’isola” di Michel Houellebecq, cui gli autori delle quattro storie si sono ispirati.

Very Shorts debutterà domenica 11 ottobre al teatro Fontana di Milano. Photo: courtesy of press office.

Diceva Giuseppe Tomasi di Lampedusa: “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”. Ecco, è questo che cerca di fare Very Shorts con la sua rivisitazione e allo stesso tempo riaffermazione del teatro.

Dichiara appunto Marco Lorenzi che proprio questo “è il momento di usare e sperimentare altri strumenti e altri canali artistici. A costo di sbagliare, di rischiare e farsi male, a costo di perdere la strada. Abbiamo attraversato le macerie di un teatro che guarda il suo futuro, le strade di una città che vuole gettarsi alle spalle mesi difficili, abbiamo attraversato stanze intime fino ad arrivare a un lago e a un orizzonte che ha bagnato i nostri occhi”.

È Milano, quindi, che ancora una volta, risorta dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale, deve ritrovare la forza di rialzarsi e riappropriarsi di quella cultura condivisa che il coronavirus ha cercato di portarle via.

Perciò non perdetevi questi due appuntamenti al Teatro Fontana. Torniamo a teatro, torniamo a sognare, torniamo a respirare.

Francesca Meraviglia


INFO E BIGLIETTI

Indirizzo: Teatro Fontana, Via Gian Antonio Boltraffio, 21 – Milano
Contatti: +390269015733 | biglietteria@teatrofontana.it| teatrofontana.it

BAR BLUES

Orari: da giovedì a sabato ore 20.30
Biglietti: Intero € 21,00 (giovedì sera € 17,00), Convenzioni € 17,00, Under14/Over65 € 10,00, Under26 € 15,00, Teatro in Bici € 15,00, Danza € 16,00, Dance Card € 8,00, Convenzionati Danza € 12,00 Prevendita e prenotazioni: € 1,00

VERY SHORTS

Orari: domenica ore 20.30
Biglietti: biglietto unico € 10,00

Fonte e foto: ufficio stampa, che si ringrazia.

Condividi
  • 17
    Shares
  • 17
    Shares