Da martedì 17 novembre 2020 sul sito della Cineteca di Milano arrivano i Film di AEM in streaming gratuito!

i film di AEM in Cineteca Milano. Photo: press office.

Cosa vedere sul sito della Cineteca Milano? Questa settimana arriva la rassegna dedicata ai Film di AEM! Foto: una scena di “Un fiume di luce” (1958). 

Chiunque abbia vissuto anche solo qualche mese a Milano sa che AEM è da oltre un secolo la azienda elettrica del capoluogo lombardo, poi diventata A2A nel 2008. In occasione della XIX Settimana della Cultura d’Impresa, Fondazione AEM promuove I Film di AEM, un webinar e una rassegna di pellicole che per una settimana si potranno vedere in streaming gratuito sul sito della Cineteca Milano.

Momento clou sarà giovedì 19 novembre 2020 quando, dalle ore 18.00 alle ore 19.45, si potrà assistere su ZOOM al webinar I Film di AEM, durante il quale sarà presentato il cofanetto dvd I Tesori del MIC. I FILM DI AEM. L’antologia (1928-1962), ossia l’antologia realizzata in occasione del centenario dell’Azienda Elettrica Municipale di Milano.
E proprio una selezione di film di questa antologia saranno i protagonisti della settimana: gratis, infatti, dal 17 al 24 novembre, si potranno scoprire sul sito della Cineteca stessa.

È da notare che la collana è ricca di materiali inediti, annoverabili nella categoria del cinema d’impresa con, ad esempio, preziosi documenti di costruzioni di dighe e impianti industriali per l’elettrificazione, che testimoniano una prestigiosa storia d’impresa.

Per accedere al webinar di giovedì 19 novembre non dovete fare altro che cliccare qui. Mentre per vedere i filmati dovete registrarvi su www.cinetecamilano.it

Un fotogramma del film "Gli impianti dell’Azienda Elettrica Municipale di Milano" (1928)

Un fotogramma del film “Gli impianti dell’Azienda Elettrica Municipale di Milano” (1928).

Curiosi di scoprire alcuni titoli da non perdere da martedì 17 novembre?

Gli estratti dei dvd che si potranno visionare sono diversi, per anni e documenti. Tra questi: 

  • Dal dvd “La ricevitrice: luce, modernità e consenso”: Cabina ricevitrice Sud – Milano (in costruzione). (Arrigo Cinotti, 1933-1934, muto, b/n, 94’)

Il film documenta, settimana dopo settimana, mese dopo mese, tutte le fasi dei lavori dal 1933 al 1934, fino al giorno dell’inaugurazione della Cabina ricevitrice Sud, ed è oggi un’importante testimonianza visiva del mutamento della zona sud di Milano, con una la sorprendente qualità “estetica”.

  • Linea a 220 kV Milano Grosio. Il palo n. 250. (Adolfo Ferrari, 1962, sonoro, b/n, 21’)

Il 1960 è un anno importante per l’Azienda e il gruppo gira e monta i suoi film più ambiziosi e riusciti. Il palo n. 250, ad esempio, si ispira al film di Olmi La pattuglia di passo S. Giacomo, anche se ne distacca per la sua crudezza documentaria, riuscendo a mettersi in evidenza pur nella povertà dei mezzi.

  • Estratto dal dvd “La Famiglia AEM. azienda, comunità e welfare – I documentari Aem (1930-1961)”: Gita in Valtellina del personale e visita agli impianti (Arrigo Cinotti, 1930, 35mm, muto, b/n, 20’), edizione sonora con musica originale di Francesca Badalini, e Colonia montana di Edolo (Arrigo Cinotti, 1952, 35mm, sonoro, b/n, 8’)

Colonie estive e invernali, cassa mutua assistenza, cassa malattie, mensa aziendale, premi di studio assegnati dal Comitato culturale, alloggi per il personale e case popolari hanno per Aem un’importanza non inferiore ai lavori per la costruzione dei grandi impianti in Valtellina. Insieme ai dipendenti e alle loro famiglie, alle infrastrutture assistenziali, il paesaggio e il suo rapporto con l’“uomo dipendente” diventa il vero protagonista di alcuni di questi filmati. 

Una scena del film "Gita in Valtellina". Photo: press office.

Una scena del film di AEM “Gita in Valtellina” (1930).

  • Da “Armonie del Lavoro – I documentari Aem (1928-1960)”: Gli impianti dell’Azienda Elettrica Municipale di Milano (Giosuè Rippo, 1928, 35mm, muto, b/n e colore, 23’). Edizione sonora. Musica originale di Francesca Badalini

Questo è il più “antico”  filmato prodotto dall’Azienda, ed è realizzato su proposta dell’ingegnere Giosuè Rippo, figura nota negli anni Trenta per essere l’autore di manuali per il cinema e l’elettrotecnica. Muto e diviso in quattro parti, mostra l’attività dell’azienda in maniera semplice, alternando quadri di illustrazione d’ambiente in bianco e nero.

  • Lavori per la diga di San Giacomo. (Arrigo Cinotti, 1940, 35mm, muto, b/n, 7’). Edizione sonora, musica originale di Francesca Badalini

Il film costituisce un pre-montato di rari materiali di documentazione ante-guerra che andranno a finire in film successivi.

  • Estratto dal dvd “1958 Nelo Risi: un poeta in Aem  – I documentari Aem (1931-1981)”: Un fiume di luce. (Nelo Risi, 1958, 35mm, sonoro, colore, 10’) e Acqua equivale energia. (Nelo Risi, 1958, 35mm, sonoro, colore, 18’)

Questi sono i due unici film “d’autore” presenti tra le centinaia di titoli prodotti dagli anni Venti alla fine dei Sessanta, gli unici ad avere una produzione esterna e uno “script”, gli unici ad aver circolato al di fuori degli spazi aziendali e festivalieri, primo e ultimo tentativo di puntare ad una forma più classica e dispendiosa di documentario industriale d’autore.

Alcuni lavoratori ripresi nel film "Un fiume di luce". Photo: press office.

Alcuni lavoratori ripresi nel film di AEM “Un fiume di luce” (1958).

Fonte e foto: ufficio stampa Cineteca Milano.

Condividi
  • 12
    Shares
  • 12
    Shares