Alla scoperta di MAX3MIN, il festival di cortometraggi in streaming gratuito sino al 21 marzo.

Se ricevete una mail in cui spicca la frase “METTETEVI COMODI, I FILM STANNO PER INIZIARE!” non può che ottenere tutta la vostra attenzione. Ecco come abbiamo scoperto una bella iniziativa online: MAX3MIN Very Short Film Festival, il primo festival di cortometraggi della durata massima di 3 minuti. Un evento in streaming, gratuito e world wide che ha preso il via il 10 marzo al ritmo di 10 cortometraggi al giorno e ci accompagnerà sino all’arrivo della primavera, il 21 marzo, quando si terrà la premiazione. 

MAX3MIN, Transmuta. Ph: Press Office.

Un’immagine di Transmuta di María Belén Tagliabue, Argentina. Photo: courtesy of MAX3MIN.

MAX3MIN è alla prima edizione ed è nato su impulso della scenografa italo-argentina Martina Schmied, la quale non ha avuto dubbi nello sfidare i tempi classici della narrazione per immagini e puntare sulla concisione: 3 minuti sono sufficienti a raccontare una storia.

E, a ben vedere, ha proprio ragione altrimenti le stories su Instagram non avrebbero conquistato gli onori della cronaca e fatto tendenza, che ci piaccia o meno.

La sua sfida è stata raccolta da un folto gruppo di autori su scala globale, i quali senza pensarci due volte hanno attinto ad una sconfinata fantasia per confezionare dei cortometraggi in grado di cogliere in un colpo d’occhio tutta la bellezza e le innumerevoli forme della vita

MAX3MIN, Climax. Ph press office

Un’immagine di Climax, di Ali Jamali Motlagh / Reza Sarbakhsh, Islamic Republic of Iran. Photo: courtesy of MAX3MIN.

I 100 corti in programma sono stati selezionati tra oltre 2700 iscrizioni giunte da 97 Paesi. Inevitabile quindi che rispecchino le varie sensibilità che contraddistinguono le diverse popolazioni del pianeta ed evidenzino tanto le divergenze quanto i tratti comuni, tanto i modi opposti quanto quelli affini di raccontare un’esperienza. E grazie a ciò, lo spettatore potrà emozionarsi in pochi minuti passando dalla campagna ai ghiacciai, dal deserto al mare, facendo il giro del mondo rimanendo sul divano di casa, concedendosi anche il lusso di tornare indietro e rivivere più volte l’esperienza che più l’ha colpito. Un po’ come si fa quando si ascolta una canzone.

Peculiarità di questo festival è, inoltre, la modalità con cui verranno proposte le proiezioni, ossia secondo il principio del loop screening. Per consentire a tutti i fusi orari di visionare i corti e votare i propri preferiti, ogni giorno, un gruppo di 10 lavori sarà disponibile per 24 ore su una piattaforma realizzata apposta per l’occasione. 
MAX3MIN, Theory of Theories. Ph. press office

Un’immagine di Theory of Theories di Arthur Liew, Malaysia. Photo: courtesy of MAX3MIN.

Il sipario calerà il 21 marzo quando si terrà la cerimonia di premiazione live dei 10 migliori cortometraggi, che verranno proiettati. E il primo classificato vincerà un premio in denaro del valore di €.3000 per la produzione di un nuovo corto. La Giuria Internazionale è composta: dal regista di American History X, Tony Kaye; dalla montatrice Elisa Bonora; dalla fumettista e plastic artist PowerPaola; dal fondatore dei Calibro 35, Enrico Gabrielli; e da Martina Pastori, regista e filmmaker specializzata in videoclip e fashion film.

E ora diteci, siete pronti a lasciarvi stupire da questi talenti emergenti e a scoprire che la pandemia ha lasciato il segno in ogni angolo del pianeta così come le tensioni sociali, legate al razzismo e al nazionalismo, siano vissute come un’urgenza da risolvere un po’ ovunque?

Allora non perdete tempo, per consultare il programma e scegliere cosa vedere basta un clic QUI. Buona visione!
MAX3MIN, Blue Monday. Ph: press office

Un’immagine di Blue Monday di Katarzyna Orłowska, Poland. Photo: courtesy of MAX3MIN.

Fonte e foto: ufficio stampa.

Condividi
  • 89
    Shares
  • 89
    Shares