Ma se domani... > La 64° Berlinale: 6 – 16 Febbraio 2014

 

© Belinale
© Belinale

Berlino, arriviamo nel cuore della notte tra il 5 e il 6 febbraio. Le temperature non sono rigide come quelle che ci accolsero due anni fa, caso davvero strano per il clima continentale che contraddistingue questa regione durante i mesi Invernali. Siamo tornati perché tra poche ore prende il via, puntuale come ogni inizio febbraio, la Berlinale. La 64° edizione del Festival del cinema attira tanta stampa, compratori, cinefili, cittadini e una folla di curiosi impavidi che, pur di aggiudicarsi un biglietto per una delle anteprime dei prossimi dieci giorni, si accampano difronte al botteghino. I numeri sono imponenti: si parla di più di 400 pellicole, di migliaia di persone (non solo di addetti ai lavori) che convoglieranno nei cinema cittadini e di un numero di sale ogni anno in crescita a cui si aggiungono luoghi insoliti, come la sede della Filarmonica o il restaurato Zoo, che per l’occasione sospendono le normali programmazioni.

©MaSeDomani.com
Cinéphiles waiting © MaSeDomani.com

A tarda ora la quiete regna ancora sovrana, nonostante la città si contraddistingua per non spegnersi mai del tutto; nelle zone circostanti il Berlinale Palast, cuore pulsante della kermesse, gli addetti ai lavori stiano ultimando il montaggio delle strutture; e si incontrino i primi perlustratori notturni (come noi) a caccia di informazioni e scorci da catturare e pubblicare nei propri album dei ricordi.

Questa edizione del Festival offre, come da tradizione, una vastissima gamma di opere che spaziano da grandi produzioni hollywoodiane alle avanguardie che popolano la ricca sezione chiamata Panorama, che quest’anno festeggia il 35° compleanno. Cui si aggiunge l’immancabile Forum  e la retrospettiva dedicata a  “Aesthetics of Shadow”,  per cui siamo disposti a rinunciare a qualche pellicola del concorso principale.

L’apertura delle danze è stata affidata a un gran maestro, a quel Wes Anderson che ha dato il via a Cannes 2012 con “Moonrise Kingdom” e ora si appresta ad accogliere il pubblico di Berlino 2014. Stasera il suo “The Grand Budapest Hotel” ha il compito di esaltare le folle, ingraziarsi la stampa, ammaliare il film market e…  possiamo scommettere ce la farà. Con un cast di più di una dozzina di pluripremiati professionisti, tra cui attori divenuti una presenza fissa nei lavori del regista, e il suo stile narrativo colorato e fiabesco, il successo è quasi assicurato!

The Grand Budapest Hotel Gate inside the Berlinale Palast©MaSedomani.com
The Grand Budapest Hotel Gate inside the Palast © MaSeDomani.com

Questo ė il nostro diario e dalle prossime ore si arricchirà di foto, curiosità, segnalazioni e/o schede di opere da ricordare (o scordare), eventuali incontri e le immancabili recensioni perché, alla fine, a Berlino se non vedi un film ė solo perché hai deciso di rifugiarti in uno dei tanti musei! Quindi non possiamo che dirvi… continuate a seguirci 🙂

 

I FILM VISTI

(in ordine alfabetico – un click  sul titolo per leggere la recensione)

’71 (Concorso) – Torniamo in Irlanda, torniamo indietro sino all’anno 1971, torniamo nella città di Belfast, torniamo a parlare di un conflitto che dura da tempo immemore [continua a leggere…]

A LONG WAY DOWN (Berlinale Special Gala) – L’inglese Nick Hornby, scrittore relativamente giovane con una fantasia e un’ironia superiori alla media [continua a leggere… ]

ALOFT (Concorso) – La regista Claudia llosa torna a Berlino a cinque anni di distanza dall’Orso d’oro vinto con il film “The Milk of Sorrow” e porta in concorso il suo nuovo lavoro “Aloft”. [continua a leggere…]

ARRETE OU JE CONTINUE – IF YOU DON’T, I WILL (Panorama)  – Matthieu Almaric, è protagonista di Arrête ou je continue, dove veste i panni del marito sfiancato da un matrimonio oramai spento.[continua a leggere.. ]

BLACK COAL, THIN ICE (Concorso) – Amo troppo il cinema di Hong Kong e la nuova onda cinese per lasciarmi scappare un film in mandarino che concorra alla Berlinale!  [continua a leggere…]

BOYHOOD (Concorso) – Come da tradizione berlinese, anche quest’anno è giunto il giorno in cui in concorso è stato presentato il nuovo film di Richard Linklater. L’opera s’intitola “Boyhood” [continua a leggere… ]

CALVARY (Panorama Special) – “Calvary” è un film dedicato ad un calvario, quello di un uomo, di una figlia, di un padre, di un marito, di una moglie, di una comunità e soprattutto del prete di paese.  [continua a leggere…]

CESAR CHAVEZ (Berlinale Special Gala) – Un bioptic dedicato all’uomo che negli anni ’60 ha lottato per i diritti dei lavoratori delle piantagioni californiane. [continua a leggere… ]

DANS LA COUR (Berlinale Special Gala) – Dolce storia di terza età, drammi da condominio e disadattati di vario tipo. [continua a leggere…]

DAS FINSTERE TAL – THE DARK VALLEY (Berlinale Special Gala) – Si può fare un western tedesco ambientato sui monti di casa? Direi di si. Divertente se non lo si prende troppo sul serio…

DAS CABINET DES DR. CALIGARI (Retrospettiva) – E’ stato un evento davvero emozionante: essere alla Filarmonica di Berlino, sentire il musicista John Zorn e vedere la versione in digitale restaurata del padre di tutti i thriller. [continua a leggere… ]

HIGHWAY (Panorama Special) – Ho visto un film di Bollywood! La storia, il viaggio, la trasformazione di Veera è un’esperienza da raccontare! [continua a leggere…]

KRAFTIDIOTEN (Concorso) – Vi siete mai domandati cosa potrebbe fare un moderno padre vichingo se durante un gelido inverno del Nord (Europa) gli comunicassero che il figlio è morto per errore?  [continua a leggere…]

KUMIKO, THE TREASURE HUNTER (Forum) – Kumiko ė giovane, per lo meno per i nostri standard europei, lavora come assistente di direzione in una grande azienda di Tokyo, ė sola  [continua a leggere…]

ICH WILL MICH NICHT KüNSTLICK AUFREGEN (Forum) – Venire in Berlinale è un vero inno alla gioia: massima organizzazione, visione quotidiana di sei pellicole garantita e [continua a leggere...]

IS  THE MAN WHO IS TALL HAPPY? (Panorama Dokumente) – Il primo documentario animato che riesca a ricordare – e probabilmente l’unico in circolazione – è “Is the man who is tall happy?”.  [continua a leggere…]

LA BELLA E LA BESTIA (Concorso) – Una favola moderna con una forte eroina che salva il principe imprigionato in un corpo non suo. Racconto di un sortilegio, di un fio da pagare [continua a leggere…]

LIFE OF RILEY (Concorso) – Alain Resnais di primavere sulle spalle ne ha un bel po’ (all’anagrafe è iscritto dal 1922), ma a Berlino presenta il suo nuovo lavoro che trasuda vita e sperimentazione [continua a leggere]

LOVE IS STRANGE (Panorama Special) – Nel 2012 Ira Sachs e il suo “Keep the Lights On” hanno vinto un Teddy Awards proprio qui a Berlino e, oggi, sempre nella sezione Panorama, il regista torna  [continua a leggere…]

MONUMENTS MEN (Concorso, fuori) – Il primo weekend in Berlinale sta procedendo con tutti i fasti del caso, la zona del Palast ė presa d’assalto a più riprese da fan adoranti. Ieri ė stato il giorno del bel George (Clooney) [continua a leggere…]

NO MAN’S LAND (Concorso) – La giornata di Xiao Pen parte alla grande: il giovane avvocato riesce a vincere una causa che riporta in libertà un signore poco raccomandabile, un trafficante di falchi  [continua a leggere… ]

NUOC 2030 (Panorama) – In un futuro non troppo lontano, il surriscaldamento globale, l’inquinamento e la disattenzione dell’uomo causano un innalzamento delle acque [continua a leggere… ]

STEREO (Panorama Special) – Per risollevarmi da una partenza difficoltosa, ho riposto le speranze nel film tedesco “Stereo”, con un cast amato e di cui tanto sentivo mormorare.[continua a leggere… ]

THE 100 YEARS OLD MAN WHO CLIMBED OUT OF THE WINDOW AND DISAPPEARED (Special Gala) – Il signor Allan Karlsson ė un arzillo vecchietto, ospite di una casa di riposo dove si annoia a morte. [continua a leggere… ]

THE GRAND BUDAPEST HOTEL (Concorso) – Wes Anderson, il gran cerimoniere, ė a Berlino per aprire le porte del suo “The Grand Budapest Hotel” agli spettatori di tutto il mondo. [continua a leggere… ]

THE MIDNIGHT AFTER (Panorama Special) – Dal Far East arriva un thriller, un horror, un film splatter, un po’ di tutto e decisamente divertente! [continua a leggere…  ]

THE TWO FACES OF JANUARY  (Special Gala) – Sotto il sole della Grecia, all’ombra del Partenone, due turisti americani si godono la vacanza. Lei ė giovane e bella, lui ė un brizzolato e affascinante uomo di affari. [continua a leggere…]

THINGS PEOPLE DO (Panorama Special) – Un uomo perde il lavoro e trova un modo poco ortodosso di andare avanti. Gli sarà concessa la seconda occasione, la coglierà? [continua a leggere... ]

UBER-ICH UND DU (Panorama Special) – Buddy comedy condita con wurstel e crauti. Uno psicologo e un furfante vivranno una intesa relazione.

YVES SAINT LAURENT (Panorama Special) – Algeria 1957, una madre orgogliosa annuncia alle amiche che il figlio di appena 21 anni ė stato preso come assistente del grande couturier Dior, lo stilista [continua a leggere…]

 

GLI APPROFONDIMENTI 

I VINCITORI – Un commento a caldo sui premi assegnati e su quelli sperati [continua a leggere… ]

LA FRANCIA A BERLINO – Ripensando ai film francesi portati a Berlino [continua a leggere… ]

CON POCO SALE E PEPE –  Alcuni lavori ben confezionati ma senza verve che dimenticheremo presto. [continua a leggere… ]

UNA DOMENICA IN FILARMONICA  – Una serie di sorprese infinite! [continua a leggere… ]

INTERVISTA  – [ci stiamo provando 😉 ]

 

L’ALBUM DEI RICORDI 2014 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi