Ma se domani... > 68° Festival de Cannes: are you ready to rock?
© FDC / Lagency / Taste (Paris) / Ingrid Bergman © David Seymour / Estate of David Seymour - Magnum Photos
© FDC / Lagency / Taste (Paris) / Ingrid Bergman © David Seymour / Estate of David Seymour – Magnum Photos

 

Siamo arrivati in Francia e la Croisette è, incredibile ma vero, baciata dal sole. Se chiudiamo gli occhi possiamo illuderci di essere villeggianti in Riviera, siamo quindi contenti che la prima giornata di festival non si prospetti frenetica. Il red carpet è stato srotolato ed è pronto a venire calcato da un numero apparentemente infinto di super-star. Matteo Garrone e il cast di “Tale of Tales”, “Mad Max” con la divina Charlize Theron e il sogno di molte donne, Tom Hardy, saranno solo i primi di una lunga serie di ospiti che ci faranno compagnia durante il fine settimana, importantissimo momento di una kermesse che terminerà in bellezza domenica 24 maggio 2015.

Come ogni anno, terremo un diario che arricchiremo ogni giorno. Una foto, un film in evidenza e/o un approfondimento ci accompagneranno sino alla fine. Non sappiamo ancora cosa succederà, di sicuro questo è il posto in cui scriveremo le nostre impressioni, molte a caldo, altre meditate durante qualche ora di sonno, quindi segnatevi questo indirizzo e tornate a farci compagnia 🙂
Che vinca il migliore!

 

APPROFONDIMENTI
(in ordine cronologico)

In attesa del festival: sogni e anticipazioni [continua a leggere]

C’era una volta… il festival de Cannes [continua a leggere]

La presentazione alla stampa del film Tale of Tales [continua a leggere]

Aneddoti e curiosità su Mad Max Fury Road  [continua a leggere]

Mia Madre incanta Cannes [continua a leggere]

Lumière! 120 ans de cinématographe [continua a leggere]

Curiosità su La Loi du Marché [continua a leggere]

Il Punto aspettando i vincitori [continua a leggere]

Cosa ricorderemo del 68° Festival de Cannes [continua a leggere]

La Palmarès del gossip [continua a leggere]

L’icona del poster 2015: Ingrid Bergman [continua a leggere]

Cannes e dintorni: le vie del cinema a Milano [continua a leggere]

 

RECENSIONI dei FILM visti
(in ordine alfabetico – un click sul titolo per leggere la recensione)

Carol di Todd Haynes (COMPETITION). Una calda fotografia di un’epoca ottusa in cui l’amore era un lusso. Un dramma con grandi interpreti. Laccato.[continua a leggere]

Inside Out di Pete Docter (OUT OF COMPETITION). Il nuovo film di animazione Disney-Pixar è un trionfo di buon umore e colori. Eccezionale.  [continua a leggere]

Irrational Man di Woody Allen (OUT OF COMPETITION). Un dramma con un finale elettrizzante prende in contropiede una Croisette alla ricerca di risate. [continua a leggere]

La Loi du Marché di Stéphane Brizé (COMPETITION). Un Vincent Lindon al top è Thierry, il protagonista di un  film tremendamente attuale. Realistico. [continua a leggere]

Louder than Bombs di Joachim Trier (COMPETITION). La storia di tre uomini che fanno i conti con il passato e con il presente. Un film con un non so che di incompiuto. [continua a leggere]

Mad Max Fury Road di George Miller (OUT of COMPETITION). Adrenalina che scorre a fiumi in un action post-apocalittico intenso e patinatissimo. [continua a leggere]

Mia Madre di Nanni Moretti (COMPETITION). Giurato nel 2012 e in concorso nel 2015. Nanni Moretti torna a Cannes con il suo film più intimo e atipico. [continua a leggere]

Shan He Gu ren di Zhang-Ke Jia (COMPETITION). La Cina a cavallo delle decadi: la vita della bella Tao dagli anni ’90 al futuro. Un film disomogeneo. [continua a leggere]

Sicario di Dennis Villeneuve (COMPETITION). La lotta al cartello della droga lungo il confine Messicano torna in grande stile al cinema. Un film potente.[continua a leggere]

Tale of Tales di Matteo Garrone (COMPETITION). In gara al celebre Festival un fantasy partenopeo. Una favola barocca con un messaggio molto moderno. [continua a leggere]

The Lobster di Yorgos Lanthimos (COMPETITION). Il primo film in inglese del regista ellenico ci porta in un futuro dispotico in cui essere single è illegale. [continua a leggere]

The Other Side di Roberto Minervini (UN CERTAIN REGARD). Chiusa la trilogia del Texas il regista si sposta in Louisiana. Un film sorprendente. [continua a leggere]

The Sea of Trees di Gus Van Sant (COMPETITION). La famigerata e magica foresta dei suicidi prova ad incantare Cannes, ma viene subito dimenticata. [continua a leggere]

Umimachi Diary di  Hirokazu Kore-eda (COMPETITION). Il dramma di tre giovani narrato con la dolcezza tipica del regista giapponese. Una carezza. [continua a leggere]

Youth – La Giovinezza di Paolo Sorrentino (COMPETITION). Un magnifica sinfonia, una dolce storia, un inno alla vita cerca di agguantare la Palmarés. [continua a leggere]

A Perfect Day di Fernando León de Aranoa (QUINZAINE). Un giorno perfetto in un mondo imperfetto. Un film incredibile sul lato grottesco della guerra. [continua a leggere]

 

FOTO ALBUM

Scorci

Gli Ospiti

Comment(2)

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi